baby-gang
baby-gang
Attualità

Strade di Andria insicure: un gruppo di giovani teppisti aggredisce i passanti

Segnalati violenti episodi da parte di baby-gang che seminano paura per le vie della città, con insulti e vessazioni ai malcapitati

Certo che Kubrick, nel suo film "Arancia Meccanica" del '71, ci aveva visto bene, quando con il suo atteggiamento critico denunciò il degrado socio-culturale in cui proliferavano le nuove generazioni. Un susseguirsi di scene spietate, senza filtri dove ciò che emerge sono pulsioni incontrollate e comportamento animalesco dei suoi protagonisti.
Scene che hanno, inevitabilmente, avuto una ricaduta sulla nostra realtà, segnando l'inizio di una nuova era, quella moderna, costantemente martellata dalle aberrazioni della società odierna.

Questo è ciò che è accaduto circa due giorni fa, verso le 18:30 nei pressi del Monumento ai Caduti, quando una baby gang, quelli che il regista americano avrebbe chiamato "i Drughi", hanno accerchiato un gruppo di ragazzi prendendoli a schiaffi, senza alcun motivo.
Si snocciolano simili episodi anche il giorno dopo, questa volta puntando su alcuni bambini che sono stati rincorsi per le strade del centro cittadino per poi disturbandone altri mentre giocavano a calcio o lanciando petardi nel bagno adiacente il Monumento o sputando su anziani.

"Azioni che ho segnalato telefonicamente alla polizia che, forse sottovalutando la cosa, mi ha semplicemente sollecitato a rimproverarli", così spiega la mamma di uno dei ragazzi che è stato vittima di atteggiamenti anomali da parte del branco, "ci vorrebbero più controlli per le strade del nostro paese, dal momento che non possiamo contare sulla buona educazione che i genitori dovrebbero impartire ai loro figli".

Le ragioni di questi atti sono inspiegabili, forse, sono il riflesso di una generazione nullificata che andrebbe rieducata e non sottovalutata, stimolata a prendere coscienza della gravità delle proprie azioni e a recuperare quelle che sono le competenze relazionali con i coetanei e non.
Ma soprattutto bisognerebbe risvegliare il senso di responsabilità dei genitori, che in quanto educatori devono agire dinanzi a tali situazioni senza sminuirne l'accaduto, a volte considerato frutto di semplici atti goliardici.

Un fenomeno in costante crescita che necessità, prima che degeneri, di un intervento immediato e capillare, anche, da parte delle Forze dell'ordine.
  • monumento ai caduti andria
  • baby-gang
Altri contenuti a tema
"Venezuela libero": con un sit-in anche Andria vicina alla ragioni della democrazia e della libertà "Venezuela libero": con un sit-in anche Andria vicina alla ragioni della democrazia e della libertà Gli attivisti di Forza Andria hanno partecipato alla manifestazione, svoltasi nei pressi del Monumento dei Caduti
Degrado ed incuria il triste destino per giostrine e giochi ludici della città Degrado ed incuria il triste destino per giostrine e giochi ludici della città Accorato appello ad una maggiore sorveglianza da parte delle Forze dell'ordine e ad un rispetto della cosa pubblica da parte dei soliti imbecilli
Giorno del Ricordo, cerimonia commemorativa l'11 febbraio presso il Monumento ai Caduti Giorno del Ricordo, cerimonia commemorativa l'11 febbraio presso il Monumento ai Caduti Iniziativa promossa dall'associazione Puntoit di Andria insieme al “Comitato 10 Febbraio“ e l’associazione nazionale “Venezia Giulia e Dalmazia”
Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate il 4 novembre al Monumento ai Caduti Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate il 4 novembre al Monumento ai Caduti Santa Messa in suffragio dei Caduti andriesi officiata dal Vicario Generale mons. Giovanni Massaro
CasaPound Italia ripulisce il Monumento ai Caduti di Andria CasaPound Italia ripulisce il Monumento ai Caduti di Andria Si auspica che azione sensibilizzi i cittadini andriesi a conoscere e difendere con orgoglio la propria storia
Grande guerra: CasaPound e "15-18", luci tricolori sui monumenti per la "battaglia del solstizio" Grande guerra: CasaPound e "15-18", luci tricolori sui monumenti per la "battaglia del solstizio" "Ricordiamo chi ha sacrificato se stesso per la difesa dell'identità nazionale e dei confini"
73° Anniversario della Liberazione il 25 aprile: messaggio del Sindaco Giorgino 73° Anniversario della Liberazione il 25 aprile: messaggio del Sindaco Giorgino Il programma delle celebrazione: ritrovo presso il Parco IV Novembre
Andria nelle mani dei vandali, bagni chiusi al Monumento ai Caduti Andria nelle mani dei vandali, bagni chiusi al Monumento ai Caduti Intervento di Savino Montaruli, presidente dell'associazione "Io Ci Sono!"
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.