ospedale Lorenzo Bonomo
ospedale Lorenzo Bonomo
Enti locali

Ospedale "Lorenzo Bonomo" di Andria: la Asl/Bt fa il punto sui lavori in corso e le unità operative presenti

Il Dg della Asl/Bt, Alessandro Delle Donne, replica alle dichiarazioni rese, nei giorni scorsi dalla consigliera M5S, Di Bari

"Credo sia necessario fare il punto sulla situazione dell'ospedale Bonomo di Andria, tanto in riferimento alle unità operative presenti, quanto in riferimento ai lavori in corso – dice Alessandro Delle Donne, Direttore Generale Asl Bt – le dichiarazioni della consigliera regionale avv. Grazia Di Bari che parla di "progressiva chiusura di reparti", "trasferimento", "impoverimento dell'offerta sanitaria", "chimera del nuovo ospedale" non rispondo assolutamente al vero".

Al momento all'ospedale "Lorenzo Bonomo" di Andria sono presenti le unità operative complesse di Anatomia Patologia (che dunque non è stata né chiusa né trasferita come si legge nelle dichiarazioni dell'avv. Di Bari), Anestesia e Rianimazione, Cardiologia-Utic, Chirurgia Generale, Farmacia, Medicina interna, Nefrologia, Neurochirurgia, Neurologia, Ortopedia e Traumatologia, Ostetricia e Ginecologia, Patologia clinica, Pediatria, Pronto Soccorso, Radiologia e Urologia. A queste si aggiungono le unità semplici a valenza dipartimentale di Medicina trasfusionale (che dunque non è stata chiusa), Emodinamica ed Endoscopia digestiva e le unità operative semplici di Angiografia, Chirurgia plastica, Dialisi e Oculistica. Sono inoltre attivi gli ambulatori di Allergologia, Malattie infettive, Malattie Rare, Microbiologia, Orl e Terapia del dolore.

In riferimento alla nomina dei direttori di unità operativa, si precisa che sono in corso le procedure concorsuali per la nomina dei direttori del Pronto Soccorso e Urologia.

Sulle opere in corso si precisa che:
Con delibera n. 1494 del 9 agosto 2018 è stato approvato lo studio di fattibilità per l'adeguamento a norma di sicurezza antincendio degli ospedali di Andria, Bisceglie e Canosa. Per Andria si tratta di lavori di ingegneria propedeutici alla messa in sicurezza il cui ammontare complessivo è su 2milioni e 500mila euro;
Sono terminati i lavori di manutenzione delle unità operative di Angiografia e Ginecologia approvati con delibera n.1313 del 12 luglio 2018;
E' stata avviata la procedura di apertura delle buste amministrative relative alla gara per i lavori di rifunzionalizzazione e adeguamento a norme delle unità operative di Pediatria e Neurochirurgia;
E' in fase di esecuzione la realizzazione di un bagno per disabili presso l'unità operativa di Medicina interna;
Sono conclusi e collaudati i lavori di trasferimento delle sterilizzatrici del complesso operatorio;

E' in corso la verifica dei requisiti del primo in graduatoria per la proposta di aggiudicazione della rifunzionalizzazione e l'adeguamento a norma delle unità operative di Medicina interna e Laboratorio Analisi;
In fase di progettazione il rifacimento dei terrazzi del quarto piano.

In riferimento alla realizzazione del nuovo ospedale di Andria va citata la delibera n.1519 del 28 agosto 2018 di approvazione dello studio di fattibilità tecnica ed economica.
"Il documento relativo al nuovo ospedale di Andria – precisa Delle Donne – riporta l'elenco delle unità operative previste che, tra l'altro, va oltre quelle al momento attive prevedendo servizi in più e specializzazioni di nicchia".

"La nostra attenzione sull'attuale ospedale di Andria, sull'offerta sanitaria proposta, l'organizzazione dei servizi e lo stato dei luoghi non è mai evidentemente calata – sottolinea il Direttore Generale – e anzi, è sempre rilanciata. Abbiamo naturalmente citato le opere di maggiore interesse, tralasciando di riportare anche tutti gli altri investimenti in manutenzione dei luoghi e delle apparecchiature elettromedicali che fanno parte della normale attività amministrativa e gestionale. Non capisco, francamente, perché si continui a parlare di smantellamento dell'ospedale e si citi il nuovo ospedale associandolo ad una chimera, di fronte ad atti amministrativi che stanno andando nelle direzione opposta".
  • Ospedale Bonomo
  • asl bat 1
  • regione puglia
  • pronto soccorso bonomo
  • Alessandro Delle Donne
Altri contenuti a tema
Sulle liste d'attese nella Asl Marmo chiede di conoscere la posizione della giunta regionale Sulle liste d'attese nella Asl Marmo chiede di conoscere la posizione della giunta regionale "Il mancato abbattimento delle liste d'attesa è tra le cause di decadenza dall'incarico di direttore generale della Asl"
Esami abilitazioni venatorie: ammesse tutte le domande pervenute entro il 28 settembre   Esami abilitazioni venatorie: ammesse tutte le domande pervenute entro il 28 settembre   Le istanze che perverranno dopo questa data saranno prese in considerazione nella successiva sessione di esami
E' legge la proposta M5S per contrastare bullismo e cyberbullismo E' legge la proposta M5S per contrastare bullismo e cyberbullismo La consigliera regionale Di Bari: "Vittoria per ragazzi e famiglie. La Giunta non perda tempo"
Le pagelle di Agenas e Aress agli ospedali pugliesi: Bat unica insufficiente Le pagelle di Agenas e Aress agli ospedali pugliesi: Bat unica insufficiente Per "valutazione partecipata dell'umanizzazione nelle strutture di ricovero" al primo posto su 59 è il "San Paolo" di Bari
Lavoratori stagionali Arif, Abaterusso (Art.1-Mdp/Leu) e M5S: “La Regione intervenga subito”  Lavoratori stagionali Arif, Abaterusso (Art.1-Mdp/Leu) e M5S: “La Regione intervenga subito”  Lo scorso 15 settembre è scaduto il contratto a tempo determinato
Destinazione Puglia: ancora dati confortanti per il turismo nella nostra regione Destinazione Puglia: ancora dati confortanti per il turismo nella nostra regione Aumentano arrivi e pernottamenti, in particolare di turisti stranieri
La Fiaba pugliese entra nel “vocabolario” culturale della Treccani La Fiaba pugliese entra nel “vocabolario” culturale della Treccani Firmato protocollo d'intesa tra Regione e Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani per la valorizzazione delle identità culturali
1 Rete emergenza - urgenza: prosegue il botta e risposta tra Nino Marmo (FI) e Mario Conca (M5S) Rete emergenza - urgenza: prosegue il botta e risposta tra Nino Marmo (FI) e Mario Conca (M5S) Un sistema particolarmente importante per la comunità regionale che necessita di alcuni aggiustamenti
© 2001-2018 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.