Nino Marmo
Nino Marmo
Politica

Nino Marmo sul caso Innovapuglia: «Siamo garantisti ma resta la questione politica»

Il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale: «Emiliano è "attenzionato" per la sfrontatezza nel rastrellare voti»

«Noi siamo sempre garantisti, ma non possiamo esimerci dal sottolineare che Emiliano abbia ricevuto due avvisi di garanzia in soli due mesi per il suo modo di intendere la politica: raccattare voti a destra e a manca». Lo ha affermato Nino Marmo, presidente del gruppo consiliare di Forza Italia alla regione Puglia.

«Il primo avviso di garanzia l'ha ricevuto con l'accusa di abuso d'ufficio e induzione indebita perché si sospetta che una società che ha finanziato la sua corsa alle primarie abbia rapporti di lavoro con la regione Puglia; il secondo, di cui si apprende oggi, è notificato con l'ipotesi di abuso d'ufficio per la nomina dell'ex sindaco di Bisceglie come consigliere della società pubblica InnovaPuglia. Bene, il punto qual è? È che entrambe le questioni hanno marcatamente un carattere politico - al di là delle vicende giudiziarie, su cui faranno luce i giudici - perché rivelano la disponibilità di Emiliano a mettere in atto comportamenti suscettibili di essere attenzionati dalle autorità pur di… rastrellare voti.

Questo è il punto. E la logica è la stessa di quella sottesa alla nomina di Massimo Cassano come commissario straordinario dell'Arpal: è una nomina illegittima perché non prevista dalla legge istitutiva dell'ente, ma Emiliano è sfrontato e se ne infischia pur di suggellare il suo patto elettorale» ha aggiunto.

«È questo che contestiamo a Emiliano: non si preoccupa nemmeno lontanamente di spronare gli uffici, creare un clima amministrativo e politico produttivo per la collettività, di dettare una linea politica in grado di incidere sui problemi dei pugliesi… ma, quando si tratta del potere e della conquista dei voti di chiunque, dimostra una grande determinazione. Così non va» ha concluso Marmo.
  • regione puglia
  • michele emiliano
  • nino marmo
  • forza italia
Altri contenuti a tema
Ad Andria presentazione del libro di Piero Tateo “La Puglia degli ulivi dopo la xylella” Ad Andria presentazione del libro di Piero Tateo “La Puglia degli ulivi dopo la xylella” In programma venerdì 22 novembre alle ore 18.00 presso la sala conferenza “P.Attimonelli”
Maltempo, Coldiretti soddisfatta mozione unanime Consiglio regionale Maltempo, Coldiretti soddisfatta mozione unanime Consiglio regionale Adottato dopo le segnalazioni dell’Organizzazione che ha raccolto le denunce degli agricoltori
Parte la sperimentazione in Puglia: unico biglietto per tutti i treni Parte la sperimentazione in Puglia: unico biglietto per tutti i treni La piattaforma di vendita che sarà utilizzata, sarà gestita da Trenitalia
Vola l’export verso la Cina: anche aziende andriesi in vetrina a Shanghai Vola l’export verso la Cina: anche aziende andriesi in vetrina a Shanghai La Puglia sarà l'unica regione italiana a partecipare a questo appuntamento internazionale
Assegno di cura: chi potrà accedere al Reddito di Dignità Assegno di cura: chi potrà accedere al Reddito di Dignità I chiarimenti forniti dall'assessore regionale al Welfare Salvatore Ruggeri
Regione: riparto fondo affitti 2018, assegnati ad Andria 225mila euro Regione: riparto fondo affitti 2018, assegnati ad Andria 225mila euro Pisicchio: "Nonostante i continui tagli statali la Puglia ha dimostrato particolare attenzione alle fasce più deboli"
Dati confortanti SVIMEZ sulla crescita PIL Puglia +1,3 % Dati confortanti SVIMEZ sulla crescita PIL Puglia +1,3 % Solo l'agricoltura, rispetto agli altri settori va in controtendenza -1,0 %
Ospedale del Nord Barese, c'è il progetto Ospedale del Nord Barese, c'è il progetto Lunedì 4 novembre sarà presentato in conferenza stampa
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.