Festival della Disperazione
Festival della Disperazione
Eventi e cultura

Il Festival della Disperazione compie cinque anni: dal 21 al 31 luglio un programma ancora più ricco

Tanti ospiti e oltre trenta incontri dedicati a riflessioni storiche, letterarie, filosofiche e catastrofiche

Cose che ti succedono quando hai cinque anni:
Essere troppo piccolo per parlare coi grandi.
Essere troppo grande per fare i dispetti ai piccoli.
Avere almeno tre dita su dieci nel naso.


Non c'è proprio niente di bello nell'avere cinque anni, soprattutto quando sei un festival letterario. Figuriamoci se sei il Festival della Disperazione. E' per stemperare l'ansia della crescita e scongiurare una volta per tutte la sindrome di Peter Pan che per questa quinta edizione la kermesse propone la sua personalissima festa di compleanno, con un banchetto di undici giorni e una lista di ospiti ancora più lunga.

Il Festival della Disperazione si terrà ad Andria in un'inedita cornice estiva, dal 21 al 31 luglio. Anche quest'anno, il Circolo dei Lettori di Andria mette in subbuglio la città con l'unica rassegna che riflette sul sentimento più letterario e più attuale che ci sia: la disperazione. L'ironia, adottata come unica possibile strategia di sopravvivenza, è il fil rouge di tutta la programmazione che, insieme al format originale, riconferma l'identità del festival che quest'anno è "cresciuto ancora un po'".

La quinta edizione si presenta, infatti, con programma ricco: undici giorni, oltre trenta incontri e un giallissimo mosaico di volti che propone riflessioni storiche, letterarie, filosofiche e catastrofiche. Tra gli appuntamenti imperdibili ci sono la ricerca del senso della vita con Vito Mancuso, l'indagine sul male con Nicola Lagioia, il viaggio tra le fake news di tutti i tempi con Pasquale Porro - per citarne alcuni -. Non poteva mancare grande attenzione alle catastrofi, come quelle ambientali, con Stella Levantesi, Antonello Provenzale, Sara Segantin, Filippo Bonaventura e Matteo Miluzio.

In più tutti gli extra che ampliano la famiglia del Festival grazie alle collaborazioni con 3Place, Turisti in Puglia - Tour operator e Museo Diocesano San Riccardo Andria. Debutto di questa edizione è la sezione "Pastrocchi" dedicata ai giovani monelli e pensata per rispondere all'esigenza fondamentale di lavorare con le nuove generazioni, riflettere sul futuro e sulle monellerie creative, nonché sul cambiamento di modelli di identità, sia didattici che culturali. Dulcis in fundo, ci saluteremo dandoci appuntamento a Corigliano d'Otranto, dove si terrà, a partire dal I agosto, La notte bianca ipocondriaca.

Nata in un periodo nefasto con la concorrenza sleale del covid, alla ricerca del momento dell'anno che non sia troppo caldo, troppo freddo, troppo umido… questa quinta edizione è stata un compromesso al ribasso, come racconta il claim, ed è stata resa possibile solo grazie al Programma Straordinario della Regione Puglia e le partnership con Biblioteca Diocesana, Museo Diocesano e Cristal Palace. Ogni evento una tappa di un cammino che permetterà di percorrere per intero la strada che dal tragico porta al comico. Un viaggio di andata, ma senza ritorno, per ribadire che nella disperazione non ci si resta. Da essa si parte, pur senza essere sicuri di dove si finirà. Sicuri solo che finirà.

La segreteria/biglietteria del Festival aprirà oggi, lunedì 28 giugno, presso il Museo diocesano "San Riccardo" in via Domenico de Anellis, n. 46. Questi gli orari:
- dal lunedì al venerdì, dalle 16,00 alle 20.30;
- sabato e domenica chiusi per solitudine;
- da lunedì 19 luglio si trasferisce in pianta stabile al Seminario Vescovile, in cerca di pace.

Il 28 giugno, alle ore 16, aprirà anche la biglietteria online sul sito www.festivaldelladisperazione.it.
copertinaProgramma web Festival della DisperazioneFRCFRCDSCDSC
  • festival della disperazione
Altri contenuti a tema
Festival della Disperazione ad Andria, bilancio positivo: «Questa V edizione è la migliore di sempre» Festival della Disperazione ad Andria, bilancio positivo: «Questa V edizione è la migliore di sempre» Oltre 10 giorni di fermento disperato, gli organizzatori: «Non solo una rassegna di appuntamenti culturali, ma un vero e proprio stato d'animo»
Al via la V edizione del Festival della Disperazione Al via la V edizione del Festival della Disperazione Quest’anno combatte la povertà educativa accanto alla Fondazione Guglielmo Minervini. In programma dal 21 al 31 luglio al Seminario Vescovile
Torna ad Andria il Festival della Disperazione: dal 21 al 31 luglio un ricco programma per la V edizione Torna ad Andria il Festival della Disperazione: dal 21 al 31 luglio un ricco programma per la V edizione Ieri la presentazione della kermesse in un'inedita "conferenza stanca" nel chiostro del Seminario Vescovile
Festival della Disperazione: lunedì 5 luglio la presentazione della "particolare" kermesse Festival della Disperazione: lunedì 5 luglio la presentazione della "particolare" kermesse Giunta alla sua quinta edizione, vede numerose e divertenti novità
Arriva anche ad Andria la campagna internazionale “Free Patrick Zaki, prisoner of Coscience” Arriva anche ad Andria la campagna internazionale “Free Patrick Zaki, prisoner of Coscience” Vi aderiscono il Circolo dei Lettori ed "Il Festival della Disperazione"
Panchine Rosse comparse per Andria: si tratta di un progetto artistico di Roberta Fucci Panchine Rosse comparse per Andria: si tratta di un progetto artistico di Roberta Fucci Una significativa rappresentazione in ricordo delle donne vittime di femminicidio
Festival della disperazione: a ballottaggio tra il serio e il faceto Festival della disperazione: a ballottaggio tra il serio e il faceto Dal 30 settembre al 4 ottobre l’ultima serie di incontri, il 4 ottobre ospite Giobbe Covatta
"Declinare la disperazione": il 18 settembre altri tre appuntamenti col Festival "Declinare la disperazione": il 18 settembre altri tre appuntamenti col Festival Paolo Berizzi, ad Anna Pavignano, a Giuseppe Semeraro e Leone Marco Bartolo sul palco. Arriva anche la birra Disperatissima
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.