sparatoria a Canosa di Puglia
sparatoria a Canosa di Puglia
Cronaca

Inseguimento da film sulla provinciale 231, malviventi tentano di speronare l'auto dei Carabinieri

I militari sono riusciti ad arrestare i due banditi, entrambi andriesi, dopo un lungo inseguimento a Canosa di P.

Scene da film questo pomeriggio sulla ex strada provinciale 231 in direzione Canosa.

Intorno alle 15:00 i Carabinieri della Compagnia di Andria, mentre erano impegnati in un servizio di controllo del territorio, a bordo di un'auto civile una Audi scura, hanno intercettato una Alfa Giulietta sospetta, che percorreva la provinciale 231 in territorio di Andria, direzione Canosa di Puglia. I malviventi a bordo del veicolo, accortisi della presenza dei militari hanno aumentato l'andatura tentando addirittura di speronare l'automobile dei Carabinieri.

Dopo circa 40 minuti di inseguimento, proprio dinanzi allo stadio di Canosa di Puglia, i carabinieri sono riusciti a fermare i malviventi. Si tratta di due andriesi, già noti alle Forze dell'ordine mentre un terzo è in fuga anche se identificato. Uno di essi nel tentativo di fuggire è rimasto ferito. È stato in un primo momento condotto presso il pronto soccorso di Canosa e successivamente trasferito presso l'ospedale "Lorenzo Bonomo" di Andria. Sembra che durante l'inseguimento e le concitate fasi della cattura dei banditi, siano stati esplosi dei colpi di pistola.

Immediatamente sul posto sono giunti rinforzi sia dalla Compagnia di Andria che dai colleghi di Canosa di Puglia con poliziotti del locale Commissariato di P.S... Per i rilievi sono giunti i Carabinieri del RIS di Bari.
  • Carabinieri
Altri contenuti a tema
Evasione dai domiciliari, andriese arrestato a Bitonto Evasione dai domiciliari, andriese arrestato a Bitonto Era insofferente all’obbligo della detenzione presso la Casa Alloggio
Indaffarati a "cannibalizzare" una monovolume: pregiudicati nei guai in contrada Pandolfelli Indaffarati a "cannibalizzare" una monovolume: pregiudicati nei guai in contrada Pandolfelli Non si accorgono della presenza dei Carabinieri che arrestano, in flagranza, due andriesi ed un rumeno
Arrestati i rapinatori di un supermercato di Andria Arrestati i rapinatori di un supermercato di Andria I due giovani albanesi, residenti ad Altamura, sono finiti in manette e condotti al carcere di Bari
Carabinieri di Andria, cambio al vertice. Buon lavoro al nuovo capitano dal consigliere Zinni Carabinieri di Andria, cambio al vertice. Buon lavoro al nuovo capitano dal consigliere Zinni "A Savastano un grazie per la destrezza ed il coraggio con cui ha affrontato il suo lavoro"
Il Capitano Montalto nuovo Comandante della Compagnia Carabinieri: il saluto al Capitano Savastano Il Capitano Montalto nuovo Comandante della Compagnia Carabinieri: il saluto al Capitano Savastano Questa mattina il passaggio di consegne. Il Comandante Savastano andrà al Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna, vicino Napoli
Rumeno residente ad Andria arrestato a Cerignola a bordo di furgone rubato Rumeno residente ad Andria arrestato a Cerignola a bordo di furgone rubato Il mezzo era stato trafugato a Montesilvano, vicino Pescara lo scorso 19 maggio
Il generale di corpo d'armata Vittorio Tomasone in visita alla Compagnia Carabinieri di Andria Il generale di corpo d'armata Vittorio Tomasone in visita alla Compagnia Carabinieri di Andria L'alto ufficiale, nel corso della sua venuta, ha incontrato alcuni militari della Compagnia e quelli in forza ai reparti di Spinazzola e Minervino Murge
Controlli dei carabinieri con il supporto dell'elicottero: arrestato 48enne di origini rumene Controlli dei carabinieri con il supporto dell'elicottero: arrestato 48enne di origini rumene Quattro denunce, scovati 9 assuntori di sostanze stupefacenti. Pattugliamento soprattutto durante le ore serali
© 2001-2018 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.