Comando Polizia Municipale
Comando Polizia Municipale
Attualità

Incendia rifiuti, l’uomo denunciato dalla Polizia Locale di Andria

Era intento ad appiccare il fuoco ad una montagna di rifiuti, in via Padre Vincenzo Gammariello

Ieri sera, intorno alle ore 20 è stato fermato dalla Polizia Locale di Andria, l'uomo che ha tentato di dar fuoco ad un cumulo di immondizia in un piazzale privato, in via Padre Vincenzo Gammariello, alla periferia della città, nei pressi di via Barletta.

L'uomo stamani, dopo aver ammesso le proprie responsabilità per quel gesto inconsulto, presso il Comando di Polizia Locale dove si è recato, è stato denunciato per violazione dell'art. 256 bis del codice penale, per combustione illecita di rifiuti. L'articolo prevede una reclusione da due a cinque anni per chiunque appicca il fuoco a rifiuti abbandonati. Invece, nella fattispecie in cui sia appiccato il fuoco a rifiuti pericolosi, la reclusione parte da tre a sei anni.

Spiega in un post l'Assessore alla Polizia Locale della città di Andria, l'avv. Pierpaolo Matera: "ieri sera un nostro pseudo concittadino, in zona abitata è stato colto in flagranza mentre bruciava rifiuti! Sono comportamenti inqualificabili che provocano tanta rabbia. Il soggetto è stato denunciato alla competente Procura della Repubblica e chiederò che il Comune si costituisca parte civile, nell' instaurando procedimento penale, per i danni alla salute pubblica che conseguono da tali atti. Complimenti al Comandante e agli altri operatori della squadra di tutela ambientale e di viabilità della nostra Polizia Locale".
  • Rifiuti
  • incendio andria
Altri contenuti a tema
Uno spettacolo triste e indecente: contrada Lama di Carro ancora invasa dai rifiuti Uno spettacolo triste e indecente: contrada Lama di Carro ancora invasa dai rifiuti Un concittadino ci segnala con alcuni video la critica situazione di inciviltà che colpisce le campagne andriesi
Abbandono dei rifiuti: coniugi andriesi sorpresi a lanciare busta d'immondizia sulla sp Bisceglie Andria Abbandono dei rifiuti: coniugi andriesi sorpresi a lanciare busta d'immondizia sulla sp Bisceglie Andria La coppia è stata individuata e sanzionata questo pomeriggio dalla Polizia Locale della Città del Dolmen
Rifiuti, Regione: "L’importanza di una corretta raccolta differenziata dell’organico" Rifiuti, Regione: "L’importanza di una corretta raccolta differenziata dell’organico" Più informazione da parte delle amministrazioni comunali e più attenzione da parte dei cittadini
Ferragosto, il servizio di raccolta dei rifiuti non sarà effettuato in città Ferragosto, il servizio di raccolta dei rifiuti non sarà effettuato in città La raccolta sarà invece effettuata nella zona Castel del Monte e Montegrosso.
Rifiuti abbandonati in città: adesso anche cartelli per invitare i cittadini ad un maggior decoro Rifiuti abbandonati in città: adesso anche cartelli per invitare i cittadini ad un maggior decoro In via Duca degli Abruzzi appello dei residenti a non lasciare rifiuti nei pressi delle proprie abitazioni
Topo avvistato a passeggio nella villa comunale di Andria Topo avvistato a passeggio nella villa comunale di Andria Proseguono casi di scarsa igiene per le strade urbane. Esplode l’indignazione dei cittadini
Appalto rifiuti, on. D'Ambrosio: "Con condanna a rifondere 770mila euro, anche la promessa aggiuntiva di assumere 31 persone" Appalto rifiuti, on. D'Ambrosio: "Con condanna a rifondere 770mila euro, anche la promessa aggiuntiva di assumere 31 persone" Il parlamentare pentastellato commenta la sentenza della Corte dei Conti
Ripulita la pineta della villa comunale: ma fino a quando sarà rispettata? Ripulita la pineta della villa comunale: ma fino a quando sarà rispettata? Drastico intervento di ripulitura da rami secchi e dalle montagne di rifiuti da parte del personale della Soc. Sangalli
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.