Furgone prende fuoco in via Addis Abeba
Furgone prende fuoco in via Addis Abeba
Attualità

Furgone prende fuoco in via Addis Abeba: seri danni al prospetto di un edificio

Forse alla base dell'incendio un corto circuito. Tempestivo intervento della Polizia locale, di Stato e dei Vigili del Fuoco

Per fortuna solo danni ad un furgone, andato completamente distrutto, alla facciata di un immobile e ad una parte del marciapiede. Minuti di terrore, questa mattina, intorno alle ore 12,30 ad Andria, al popoloso quartiere Carmine. In via Addis Abeba un furgone si è incendiato per cause imprecisate -ma si propende per un corto circuito- provocando fiamme che hanno avvolto il mezzo e quindi una colonna di fumo nero si è levata all'orizzonte, provocando non solo paura ma anche curiosità da parte di numerosi cittadini che hanno affollato la zona.

Immediatamente sul posto, allertati da alcune telefonate, sono giunti gli agenti della squadra Viabilità della Polizia Locale, i Vigili del Fuoco ed una volante della Polizia di Stato.

Lungo e complicato l'intervento di spegnimento a causa della stratta via in cui si trovava il mezzo, ma alla fine si è riusciti a domare le fiamme. Sul posto sono anche giunti i tecnici dell'Enel e della Telecom che hanno provveduto a verificare l'efficienza dei vari impianti presenti, rimasti lievemente danneggiati dalle fiamme. Anche una parte del marciapiede è rimasto danneggiato dal fuoco sprigionato da furgone. E' toccato al personale dell'AndriaMultiservice provvedere alla pulizia della zona.

Solo intorno alle ore 14,30 sono termine le operazioni di bonifica della zona ed il cessato allarme.
Furgone prende fuoco in via Addis AbebaFurgone prende fuoco in via Addis AbebaFurgone prende fuoco in via Addis AbebaFurgone prende fuoco in via Addis AbebaFurgone prende fuoco in via Addis AbebaFurgone prende fuoco in via Addis AbebaFurgone prende fuoco in via Addis AbebaFurgone prende fuoco in via Addis Abeba
  • polizia
  • polizia municipale andria
  • incendio andria
  • multiservice
  • incendio autovettura
  • Polizia di Stato Andria
  • polizia locale
Altri contenuti a tema
Botte alla compagna: arrestato 45enne dalla Polizia di Stato Botte alla compagna: arrestato 45enne dalla Polizia di Stato Ieri in piazza Imbriani l'epilogo di una triste vicenda che si trascinava da alcuni anni
1 Arrestato l'autore dell'aggressione alla fidanzata postata sui social Arrestato l'autore dell'aggressione alla fidanzata postata sui social Il 29enne, dopo essere stato condotto presso il Commissariato di P.S. è stato trasferito presso il carcere di Trani
Due arresti eseguiti nelle ultime 48 ore dalla Polizia di Stato Due arresti eseguiti nelle ultime 48 ore dalla Polizia di Stato Si tratta di episodi estorsivi nei confronti di extracomunitari e di minori
Investita ragazza in via Verdi: codice verde al Bonomo Investita ragazza in via Verdi: codice verde al Bonomo E' accaduto intorno alle ore 12:45. Sul posto 118 e Polizia Locale
Violenza in famiglia: arrestato marito orco, primo codice rosso ad Andria Violenza in famiglia: arrestato marito orco, primo codice rosso ad Andria I poliziotti del locale Commissariato di P.S. hanno arrestato l'uomo all'alba
Sindacato Les: Contestate le ultime decisioni del Capo della Polizia in merito al personale Sindacato Les: Contestate le ultime decisioni del Capo della Polizia in merito al personale Intervento di Elvio Vulcano, portavoce del sindacato di Polizia LeS (libertà e Sicurezza)
Tre persone sanzionate per uno scarico abusivo nel canalone Ciappetta Camaggio Tre persone sanzionate per uno scarico abusivo nel canalone Ciappetta Camaggio Intervento nei giorni scorsi da parte del nucleo Ecologia della Polizia Locale
Chiamano i Vigili del Fuoco per la caduta di parte dell'intonaco da un balcone Chiamano i Vigili del Fuoco per la caduta di parte dell'intonaco da un balcone E' accaduto questa sera ad Andria in via dell'Indipendenza. L'immobile è di proprietà dell'Arca Puglia
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.