fp
fp
Attualità

Coronavirus, Fp Cgil alle istituzioni: “Precauzioni negli uffici e attivazione di lavoro agile”

Appello all'Asl Bat: "sia garantita la necessaria fornitura di adeguati e conformi Dispositivi Individuali di Protezione"

La Funzione Pubblica Cgil Bat ha inviato a tutte le pubbliche amministrazioni una lettera-esposto sollecitando le istituzioni ad adottare tutti i provvedimenti necessari a ridurre la diffusione del contagio da Coronavirus-Covid-19, come indicati e prescritti dai Decreti del Presidente Consiglio dei Ministri e dalle Istituzioni sanitarie regionali e territoriali preposte nonché dai Sindaci della Provincia BT. L'invito è quello di mantenere alta la guardia e a rispettare le disposizioni restrittive ma necessarie affinché si possa prevenire, a partire dagli uffici e istituzioni pubbliche, la diffusione del contagio tra lavoratori e lavoratrici del pubblico impiego e i cittadini.

"A tal proposito il nostro appello-esposto è partito da tempo nei confronti della Direzione Generale della Asl Bat ed ai responsabili delle strutture sanitarie e socio sanitarie accreditate, nonché ai committenti d'Ambito Tterritoriale, sia per i propri operatori dei servizi sociali che del settore socio-sanitario deputati ai Servizi di Cura domiciliare e di assistenza sanitaria integrata non ancora sospesi (SAD-ADI, ecc.) affinché sia garantita la necessaria fornitura di adeguati e conformi Dispositivi Individuali di Protezione (mascherine ffp2-ffp3 e chirurgiche, occhiali, ecc.) necessari ed indispensabili a contenere la diffusione del contagio e che stiamo registrando essere un problema nazionale che sta mettendo a rischio la salute pubblica e la sicurezza dei lavoratori della sanità impegnati a contrastare con senso di abnegazione e dovere questa emergenza sanitaria epidemiologica, compreso il personale del SEU del 118. Stessa cosa per il settore igiene ambientale: è necessaria l'adozione di nuovi modelli organizzativi finalizzati ad evitare la diffusione del contagio e l'aggiornamento dei DVR(Documenti di Valutazione dei Rischi) in tutte le realtà coinvolte come previsto dal T.U. n. 81/2008 a garanzia della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro", spiegano Rosa Matera e Emanuele Papeo della segreteria provinciale Fp Cgil Bat.

"In tutti gli uffici pubblici del nostro territorio, a partire da comuni, provincia, aziende sanitarie, settore igiene ambientale, servizi sociali, ministeri, ecc… abbiamo e stiamo sollecitando 'misure precauzionali da assumere all'interno degli uffici' per l'attivazione del 'lavoro agile, del telelavoro o dello smart working' come ordinaria modalità di lavoro in linea con le direttive ministeriali e garantire a tutti gli uffici l'adozione degli opportuni adempimenti previsti rispetto alla sanificazione degli ambienti di vita e lavoro all'interno degli uffici e servizi pubblici. Restiamo speranzosi affinché questa pandemia possa essere superata con il contributo di tutti, a partire dai servizi pubblici e da tutti i lavoratori e le lavoratrici che sono in prima linea. Restiamo attivati e disponibili, al fine di attivare tutti gli strumenti necessari che sono a disposizione degli enti pubblici, privati e del terzo settore per confronto ed esame congiunto con i sindacati confederali del nostro territorio e regionali per garantire gli opportuni ammortizzatori sociali previsti (Cassa Integrazione, Fondo Integrazione Salariale, ecc…) a sostegno del reddito per i lavoratori appartenenti a tutti quei servizi sospesi o ridotti, tra cui assistenza educativa specialistica scolastica, assistenza domiciliare psichiatrica, servizio cure domiciliari e di assistenza integrata, lavoratori dei centri diurni e polivalenti, ecc… a tutela della salute pubblica dei cittadini che passi per la sicurezza e protezione dei lavoratori dei servizi pubblici che in questo momento sono in prima linea", aggiungono Matera e Papeo.

"Ci uniamo, infine, alle richieste fatte dalle segretarie nazionali del pubblico impiego al Presidente Conte che hanno sollecitato con forza: un immediato e dettagliato riscontro in merito al programma di forniture di Dpi in essere, che dia conto non solo delle quantità e dei tempi di consegna, ma anche della rispondenza delle stesse ai requisiti tecnici necessari e l'immediata attivazione, anche in vista dell'emanazione dei prossimi decreti, di un tavolo di crisi specifico col ministero della salute che consenta il monitoraggio e la segnalazione delle situazioni più critiche presenti sul territorio nazionale, dando così la possibilità alle scriventi di dare un contributo fattivo", conclude la segreteria della Fp Cgil Bat.
  • cgil bat
  • fp cgil bat
Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutte le notizie sulla pandemia che ha cambiato il mondo

2279 contenuti
Altri contenuti a tema
Nuovo dimensionamento della rete scolastica, contraria la Flc Cgil Bat Nuovo dimensionamento della rete scolastica, contraria la Flc Cgil Bat Angela Dell’Olio: "Non è il momento di aggiungere ulteriori instabilità al mondo scuola"
Per Comuni come Andria "con la grave carenza di organici, difficile gestire progetti” Per Comuni come Andria "con la grave carenza di organici, difficile gestire progetti” Ileana Remini e Biagio D’Alberto della CGIL Bat chiedono deroghe sulle assunzioni
Salgono a 151 i casi positivi di covid in Puglia: 42 nella sola provincia Bat Salgono a 151 i casi positivi di covid in Puglia: 42 nella sola provincia Bat Per fortuna non si registrano decessi
Continua la campagna vaccinale nella Asl Bt Continua la campagna vaccinale nella Asl Bt Sono 4.629.131  le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia
Covid, registrati in Puglia 163 casi positivi su oltre 12mila test Covid, registrati in Puglia 163 casi positivi su oltre 12mila test Nella provincia Bat sono 16. In leggera risalita il numero degli attualmente positivi in regione
Vanno a vaccinarsi all’Hub di San Valentino ma trovano il centro vaccinale chiuso Vanno a vaccinarsi all’Hub di San Valentino ma trovano il centro vaccinale chiuso Sistemi di prenotazioni in tilt, folla e protesta per il vaccino anti Covid
Bollettino covid: in Puglia registrati 132 casi positivi su oltre 11mila test Bollettino covid: in Puglia registrati 132 casi positivi su oltre 11mila test Nella provincia Bat 13 positivi
Coronavirus: ad Andria ha ricevuto la prima dose di vaccino il 64 per cento della popolazione Coronavirus: ad Andria ha ricevuto la prima dose di vaccino il 64 per cento della popolazione In tutta la Puglia oltre 4mln e mezzo le dosi somministrate
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.