UniverCity

Nuove forme d'impresa giovanile

Startup e crowdfunding: miraggio o realtà?

«Sarebbe disposto a finanziare la nostra startup attraverso una raccolta crowdfunding sul web?». Stiamo parlando con un coetaneo neolaureato quando, d'improvviso, questa proposta repentina interrompe un'ipotetica conversazione, lasciandoci muti ed interdetti. Che cosa sono le startup e, soprattutto, cosa significa crowdfunding? Proviamo a spiegarlo in poche parole.

Con il termine inglese 'startup' si intende una qualsiasi impresa appena costituita che dispone di un limitato capitale finanziario e manodopera. Trovandosi ancora in fase di rodaggio, per queste neonate attività sono stati investiti ancora pochi soldi, ragion per cui un eventuale fallimento non comporterebbe perdite notevoli. Durante lo scorso mandato governativo, il ministro Profumo, con il decreto crescita 2.0, aveva proposto agevolazioni fiscali per le startup italiane, misure che sono state dimenticate a seguito del cambio di governo. Secondo i dati relativi all'anno 2012 del Global Entrepreneurship Monitor, il tasso di nuova imprenditorialità in Italia è pari al 4,32%, il più basso, dopo quello greco, nella graduatoria delle economie più sviluppate al mondo.

Saverio, 24 anni, ci racconta della sua esperienza lavorativa in una startup che si occupa di programmazione: «La mia avventura è partita un po' per caso partecipando al BeMyApp Bari nel novembre 2011. Lì ho conosciuto Giuseppe, con il quale ho portato avanti un progetto anche nei mesi successivi, e Nicholas, promotori dell'iniziativa insieme alla sua associazione Qiris». Nasce così il programma di formazione Follow-app. Fra le varie prerogative del progetto quella di stabilire un rapporto di continuità fra giovani e docenti «affinché i partecipanti possano "aggredire il mercato senza essere aggrediti" ed essere iniziati a questo nuovo modo di fare business».

Un altro termine oscuro per i non amanti dell'anglomania è crowdfunding. Letteralmente 'finanziamento" effettuato da una "folla", il crowdfunding è un sistema partecipativo di raccolta fondi per sostenere un prodotto o un'organizzazione. In questo modo, contribuendo anche solo in minima parte, si può finanziare un progetto culturale, umanitario, economico, attraverso l'uso di una piattaforma il più delle volte online.

Il mix esplosivo tra startup e crowdfundig potrebbe rappresentare un efficace antidoto alla penuria imprenditoriale che interessa maggiormente la fascia più giovane della nostra forza lavoro, la stessa che più necessita di un corretto training pratico ed operativo.
    © 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.