convegno sulla tangenziale ovest di Andria
convegno sulla tangenziale ovest di Andria
Attualità

Tangenziale ovest di Andria: 9 km di nuovo ed inutile tracciato stradale

Circa 60 ettari di uliveti sarebbero espiantati per un costo che andrebbe oltre i 20 mln di euro

Era gremito di cittadini, soprattutto tecnici ma anche di tanti politici, ieri sera l'Oratorio di Sant'Agostino per l'atteso convegno-dibattito sulla strada Tangenziale Ovest di Andria, organizzato dalla Sezione di Andria di Italia Nostra, dal Forum Ambientalista, dal Circolo di Andria di Lega Ambiente e dall'associazione Urban Center di Andria.

Nel confronto che si è sviluppato tra l'arch. Giovanni Selano, l'ing. Gianrodolfo Di Bari e l'ing. Pasquale Bruno, relatori della serata è emerso un dato comune, ovvero l'inutilità di quest'opera stradale -il cui costo si aggirerebbe su circa 21 mln di euro-, che per 9 km andrebbe a completare l'attuale tracciato della S.P.n°2 nel tratto Canosa di Puglia-Andria, incidendo pesantemente su circa 60 ettari di superficie olivetata tra le migliori del territorio, non completando affatto l'anello della tangenziale che va da via Canosa al casello autostradale di via Barletta.

Su temi così importanti per la vita sociale ed economica della città, era naturale che si sviluppasse un dibattito politico serrato e, per alcuni versi esacerbato.
In un post, il parlamentare pentastellato Giuseppe D'Ambrosio ha tra l'altro sottolineato: "Grazie a Italia Nostra Andria, al Forum Ambientalista, a Urban Center Andria e Legambiente di Andria. Bellissimo incontro oggi (ieri per chi legge n.d.r.), sulla questione della nuova tangenziale/bretella ad Andria.
Analisi costi benefici fatta da valenti tecnici che hanno spiegato quanto l'attuale progetto sia sciagurato ambientalmente e per le tasche dei cittadini.
La Presidenza del Consiglio il 15 ottobre 2018 ascoltando gli enti locali diede l'ok alla prosecuzione di tale opera ma se la si vuole bocciare, ed io sono d'accordo, come ho spiegato stasera basta semplicemente che il Sindaco di Andria Giorgino porti la variante in consiglio comunale per bocciarla.
I 5 voti dei consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle sono li pronti!
Ps. Il livello del confronto per il mitico consigliere regionale e comunale Nino Marmo nei miei confronti è "stai zitto che non capisci niente"!
Dopo quello che hai combinato in 30 anni di politica credo che i cittadini possano tranquillamente decidere tu cosa ne capisca e soprattutto cosa hai combinato assieme al tuo amico Giorgino in questi ultimi 10 anni tra comune di Andria e Provincia!".

E l'on. Giuseppe D'Ambrosio ha quindi concluso, rivolgendosi a Nino Marmo: "Visto che si dichiara contrario all'opera come i consiglieri comunali del M5S di Andria, faccia portare in consiglio comunale la variante così tutti insieme la bocciamo nell'interesse dei cittadini, diversamente, se il suo sindaco non vuole portarla, faccia cadere l'amministrazione e ci faccia andare a governare così la bocceremo noi, magari anche con il suo voto da consigliere comunale....d'opposizione".

"Voglio ringraziare tutte le associazioni ambientaliste che hanno voluto organizzare un convegno-dibattito su un'opera assolutamente inutile e certamente dannosa. Ora non sono più solo in questa battaglia civica! Ieri, se ancora ce ne fosse stato bisogno, è stata fatta definitivamente chiarezza sulla nuova tangenziale e proprio per questo non posso che manifestare tutta la mia tristezza nel verificare la doppia faccia del maggiore (si fa per dire) esponente pentastellato, Giuseppe D'Ambrosio".
Così Nino Marmo al termine del convegno-dibattito curato dalle associazioni Italia Nostra, Forum Ambientalista, Lega Ambiente e Urban Center di Andria.
"Ormai non dovrebbe più far notizia ma è quantomeno singolare - continua Marmo - che i cinque stelle abbiano cambiato opinione sulla cosiddetta tangenziale Ovest di Andria quando, fino a poco fa, guardavano con esaltazione a un'infrastruttura devastante. Il 16 ottobre del 2018 proprio D'Ambrosio, congratulandosi con il governo che aveva dato il via libera alla prosecuzione de procedimento di impatto ambientale, dichiarava che "...il costo dell'allargamento dell'attuale tangenziale sarebbe stato notevolmente superiore", circostanza questa, smentita clamorosamente dai tecnici presenti al convegno! A D'Ambrosio è bastato far riferimento "alla prescrizione del rispetto della distanza di costruzione dell'opera di almeno 50 metri dal tratturello n°94 - Via Traiana" per tacitare la sua coscienza. Lo stesso D'Ambrosio che, invece, ieri si è dichiarato contrario, e allora viene da pensare che l'adesione convinta, contro quest'opera deleteria, di una larghissima parte di cittadini abbia convinto i grillini a fare frettolosamente marcia indietro. Non escluderei che gli stessi consiglieri comunali abbiano tirato le orecchie all'inesperto onorevole, ordinandogli il dietrofront!

Per quanto mi riguarda -ha continuato Marmo-, già parecchi mesi fa denunciai l'inutilità di un'opera che non risolve le criticità sulla viabilità ed è devastante sull'ambiente e sull'economia agricola della nostra città. Con il gruppo di Forza Italia abbiamo predisposto una mozione urgente per chiedere al Consiglio Comunale di assumere una posizione decisamente contraria alla realizzazione del tracciato e ho chiesto all'assessore regionale Giovanni Giannini, che peraltro ha sempre mostrato massima disponibilità, di aprire un ampio tavolo di confronto per affrontare la questione e per provare a indicare soluzioni alternative. Noi le abbiamo indicate, altri no.
Assolutamente superficiale anche la Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha deliberato sulla prosecuzione del procedimento di valutazione di impatto ambientale - conclude Marmo - evitando di valutare correttamente gli effetti di un'opera così dannosa. Vorrei capire dove fosse nel mentre il nostro D'Ambrosio che avrebbe dovuto vigilare con più attenzione, insieme a tutti i suoi suggeritori. Ovviamente, per cercare di coprire l'ennesima brutta figura l'onorevole ha tentato di cambiare le carte in tavola, non esimendosi, per l'ennesima volta ad attaccare il sottoscritto. Un atteggiamento di bassa politica a cui oramai i cittadini sono abituati.
Mettendo da parte la dabbenaggine altrui, Noi andiamo avanti, convinti che il miglioramento della qualità della vita dell'intera comunità cittadina passa anche attraverso lo stop alla Tangenziale Ovest. Non lasceremo nulla di intentato per bloccarne la realizzazione".
convegno sulla tangenziale ovest di Andriaconvegno sulla tangenziale ovest di Andriaconvegno sulla tangenziale ovest di Andria
  • nino marmo
  • tangenziale andria
  • giuseppe d'ambrosio
  • M5S Andria
  • Tangenziale ovest di Andria
Altri contenuti a tema
Chiusa una corsia della strada tangenziale tratto via Barletta e via Trani per fondo dissestato Chiusa una corsia della strada tangenziale tratto via Barletta e via Trani per fondo dissestato All'origine dell'intervento un incidente stradale ad un motociclo: una ragazza sarebbe rimasta ferita
Le manifestazioni di Forza Italia nella Bat con l'arrivo di Maurizio Gasparri ad Andria Le manifestazioni di Forza Italia nella Bat con l'arrivo di Maurizio Gasparri ad Andria Presenti l' on. D'Attis, il sen. Damiani, il capogruppo di FI alla Regione Marmo, il Presidente della Bat De Toma ed il Commissario prov.le De Mucci
Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Bonisoli nella Bat per parlare di sviluppo turistico Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Bonisoli nella Bat per parlare di sviluppo turistico All'incontro a Canosa di Puglia presenti anche l'on. Giuseppe D'Ambrosio, la consigliera regionale Grazia Di Bari e l'avv. Michele Coratella
Elezioni europee, Michele Coratella (M5S) "Fondamentale votare" Elezioni europee, Michele Coratella (M5S) "Fondamentale votare" Incontro presso la sede del Movimento 5 Stelle di Andria con l'on. Mario Furore
Provincia Bat, Di Bari (M5S) su querelle tra Cannito e Lodispoto: "Solo per spartirsi le poltrone del post Giorgino" Provincia Bat, Di Bari (M5S) su querelle tra Cannito e Lodispoto: "Solo per spartirsi le poltrone del post Giorgino" La consigliera pentastellata critica quello che sta accadendo in consiglio provinciale
Raccolta differenziata: problemi per la raccolta dell'umido e degli oggetti ingombranti Raccolta differenziata: problemi per la raccolta dell'umido e degli oggetti ingombranti Numerose segnalazioni circa mancate raccolte avvenute in alcune zone della città
Coratella e Di Bari (M5S): "'L'aumento della tassa dei rifiuti è uno dei grandi risultati di Giorgino" Coratella e Di Bari (M5S): "'L'aumento della tassa dei rifiuti è uno dei grandi risultati di Giorgino" Ieri mattina appuntamento con l'europarlamentare Rosa D'Amato
Vincenzo Coratella (M5S): "Questi siamo noi! Per 4 anni abbiamo reso trasparente palazzo San Francesco" Vincenzo Coratella (M5S): "Questi siamo noi! Per 4 anni abbiamo reso trasparente palazzo San Francesco" Da un racconto di Gianni Rodari "Giacomo di Cristallo", una trasposizione simbolica di quella che dovrebbe essere la politica
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.