Festa del 2 Giugno, Sindaco Bruno
Festa del 2 Giugno, Sindaco Bruno
Vita di città

Stop a Reddito di cittadinanza, Bruno contro il Governo: "Questa è violenza"

Da oggi con un Sms niente più sostegni

Da oggi primo agosto stop ad Reddito di cittadinanza per migliaia di nuclei familiari. A tal proposito la sindaca interviene con un commento affidato ai social: "Ho soltanto una domanda in testa da giorni: come si fa a cancellare una misura di sostegno economico con un SMS? Come si fa a lasciare senza risorse migliaia di persone?
Il governo Meloni lo ha fatto, scegliendo il peggiore dei modi e scaricando tutta la situazione sugli enti locali, perché l'SMS inviato dice che la misura sarà sospesa a partire dal primo agosto e di rivolgersi ai servizi sociali, cioè ai Comuni, per una eventuale "presa in carico". Follia!
Noi sindaci cosa dovremmo fare, visto che il governo Meloni non ha dato indicazioni?
Con quali risorse i sindaci di ogni amministrazione italiana dovranno sopperire al taglio del reddito di cittadinanza? Più ancora i Comuni come il nostro, in pre-dissesto economico-finanziario?
In che modo possiamo evitare che l'interruzione così brusca e violenta si trasformi in grave tensione sociale, già palpabile in queste ore?
Diverse persone si stanno affacciando in ufficio per informazioni, pretendendo di essere sostenute immediatamente dai servizi sociali.
Cosa assolutamente impossibile al momento. Soprattutto per noi.
Una cosa è certa: se non vivi con un minore, un anziano o un disabile da domani, 1 agosto, non percepirai più un centesimo di quello che era il reddito di cittadinanza, senza possibilità immediata di occupazione lavorativa e senza una misura di sostegno alternativa. Questa è violenza, è caos. Il reddito di cittadinanza andava quanto meno sostituito in qualche modo, non abolito dalla sera alla mattina.
A suo modo, al netto di correzioni di metodo che si imponevano, il reddito di cittadinanza era una risposta sociale contro la povertà.
Da adesso per molti l'incertezza sarà totale e il governo avrà messo queste persone nella condizione di non aver più nulla da perdere, minacciando gesti estremi, come alcuni colleghi sindaci stanno già denunciando. Una cosa assurda, che rischia di provocare una gravissima tensione sociale".
  • giovanna bruno
Altri contenuti a tema
Abbandona rifiuti: ad Andria individuato il colpevole Abbandona rifiuti: ad Andria individuato il colpevole Grazie alla costante azione di monitoraggio della Polizia Locale
Ad Andria 30 km di strade già asfaltate e altre da sistemare Ad Andria 30 km di strade già asfaltate e altre da sistemare Si lavora per la tangenziale
Il sindaco di Andria presente all'assemblea ALI Nazionale Il sindaco di Andria presente all'assemblea ALI Nazionale "L'Italia non può contare in Europa se non recupera la sua unitarietà di intenti, di azioni e di visione"
Fuochi d'artificio ad Andria: "Stiamo festeggiando la bambina" Fuochi d'artificio ad Andria: "Stiamo festeggiando la bambina" Lo sfogo della Sindaca sui social: "Ma che fate? È normale?". Il video diventa virale. Comminata la multa
Quarta edizione del Premio della Pace, organizzato dal Rotary Club Andria Castelli Svevi Quarta edizione del Premio della Pace, organizzato dal Rotary Club Andria Castelli Svevi Questa mattina la cerimonia di consegna
Zes Adriatica, conferenza stampa in sala giunta ad Andria Zes Adriatica, conferenza stampa in sala giunta ad Andria A seguire, il 22 febbraio alle 17.30, all'ex Mattatoio di via Canosa si svolgerà un convegno pubblico
“Il dono della vita”: alimentazione e prevenzione delle malattie al centro di un evento F.I.D.A.P.A. Andria “Il dono della vita”: alimentazione e prevenzione delle malattie al centro di un evento F.I.D.A.P.A. Andria Si terrà venerdì 16 febbraio, alle ore 16:30, presso l’auditorium I.C. Jannuzzi – Mons. Di Donna
Scomparsa Maria Fida Moro, il cordoglio del sindaco di Andria, Giovanna Bruno Scomparsa Maria Fida Moro, il cordoglio del sindaco di Andria, Giovanna Bruno La Prima cittadina è Presidente della Federazione dei Centri Studi “Aldo Moro e Renato Dell’Andro”
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.