voto
voto
Territorio

Referendum 17 aprile, agevolazioni per chi viaggia per votare

Sconti su tratte ferroviarie, via mare e con l'aereo

Il prossimo 17 aprile in Italia avrà luogo il referendum anti-trivelle e per gli elettori che si recheranno a votare nel proprio comune di iscrizione elettorale potranno usufruire delle agevolazioni di viaggio su treno, nave e aereo.

AGEVOLAZIONI PER I VIAGGI VIA TRENO

- Biglietti Trenitalia per elettori residenti nel territorio nazionale

Sono rilasciati biglietti nominativi esclusivamente per viaggi di andata e ritorno in seconda classe e livello Standard dei treni FrecciaRossa, con le seguenti riduzioni: 60% del prezzo del biglietto sui treni regionali; 70% del prezzo Base per i treni di media-lunga percorrenza. Nazionale (FrecciaRossa, Frecciargento, FrecciaBianca, Intercity, IntercityNotte e Espressi) e per il servizio cuccette. I biglietti hanno un periodo di utilizzazione di venti giorni che decorre, per il viaggio di andata, dal decimo giorno antecedente il giorno di votazione (questo compreso) e per il viaggio di ritorno fino alle ore 24 del decimo giorno successivo a quello di votazione (quest'ultimo escluso); pertanto, in occasione del referendum del 17 aprile 2016 il viaggio di andata non può essere effettuato prima dell'8 aprile 2016 e quello di ritorno oltre il 27 aprile 2016.

- Biglietti Trenitalia per elettori residenti all'estero

I biglietti a tariffa Italian Elector (riduzione, sul percorso Trenitalia, del 70% sulla tariffa Adult/Standard) sono validi esclusivamente per il treno ed il giorno prenotati e non devono essere convalidati prima della partenza. Il viaggio di andata può essere effettuato al massimo un mese prima del giorno di apertura del seggio elettorale e quello di ritorno al massimo un mese dopo il giorno di chiusura del seggio stesso. B) La società "Nuovo Trasporto Viaggiatori S.p.A." (NTV) applicherà nelle regioni in cui effettua servizio commerciale, una riduzione a favore degli elettori pari al 60% del prezzo del biglietto. L'agevolazione potrà applicarsi esclusivamente sui biglietti ferroviari nominativi di andata e ritorno acquistati per viaggiare in ambiente Smart e Extra Large, con le offerte Flex e Economy. Nessuna agevolazione è riconosciuta da NTV per l'acquisto di: biglietti in ambiente Prima e/o Club; biglietti cumulativi, ovvero relativi a due o più passeggeri; servizi accessori al servizio di trasporto (es. servizio ristorazione, servizio cinema, ecc.). I biglietti agevolati potranno essere acquistati solo tramite contact center di NTV "Pronto Italo" dalle ore 7 alle ore 22 utilizzando per il pagamento solo la carta di credito. Gli elettori per poter usufruire dell'agevolazione dovranno esibire al personale di NTV addetto al controllo a bordo del treno: ulteriori informazioni potranno essere eventualmente visionate sul sito www.italotreno.it.

La Società Trenord s.r.l., operante in Lombardia, applicherà una riduzione del 60% sulle tariffe regionali per il rilascio di biglietti nominativi di andata e ritorno, in seconda classe (con esclusione dei treni del servizio aeroportuale Malpensa Express). Periodo di validità: per il viaggio di andata, dal decimo giorno di votazione (questo compreso); per il viaggio di ritorno, fino alle ore 24 del decimo giorno successivo a quello di votazione (questo escluso). Per gli elettori residenti in Italia i biglietti a prezzo ridotto saranno rilasciati dalle biglietterie e a bordo treno dietro esibizione da parte del viaggiatore sia del documento elettorale, o di altro equipollente, sia del documento di riconoscimento. Per gli elettori residenti all'estero l'emissione dei biglietti a tariffa agevolata avverrà previa esibizione della tessera elettorale o della cartolina avviso o della dichiarazione dell'Autorità consolare italiana attestante che il connazionale, titolare della dichiarazione stessa, si reca in Italia per esercitare il diritto di voto, con l'indicazione del tipo di agevolazione di viaggio spettante.

Gli elettori sprovvisti del documento elettorale solo se residenti in Italia e solo per il viaggio di andata potranno produrre una dichiarazione sostitutiva. In ogni caso gli elettori, per poter usufruire dell'agevolazione, dovranno esibire nel viaggio di ritorno il documento elettorale recante l'attestazione di avvenuta votazione.

AGEVOLAZIONI PER I VIAGGI VIA MARE

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha diramato alla Società Compagnia Italiana di Navigazione S.p.a" (che effettua il servizio pubblico di collegamento con la Sardegna, la Sicilia e le Isole Tremiti) le direttive per l'applicazione, nell'ambito del territorio nazionale e negli scali marittimi di competenza della Società medesima delle consuete agevolazioni a favore degli elettori residenti in Italia e di quelli provenienti dall'estero che dovranno recarsi a votare nel comune d'iscrizione ettorale.

In particolare: ai biglietti di tali elettori verrà applicata di norma una riduzione del 60% sulla "tariffa ordinaria"; ai biglietti degli elettori che abbiano diritto alla tariffa agevolata in qualità di residenti, le biglietterie autorizzate applicheranno sempre la relativa"tariffa residenti" tranne che la "tariffa elettori" risulti più vantaggiosa. L'agevolazione, che si applica in prima e seconda classe (poltrone, cabine, passaggio ponte), ha un periodo complessivo di validità di venti giorni e viene accordata dietro presentazione della documentazione elettorale e di un documento di riconoscimento. Nel viaggio di ritorno dovrà essere esibita la tessera elettorale, recante il timbro dell'ufficio elettorale di sezione.

AGEVOLAZIONI PER I VIAGGI IN AEREO

Presentando apposita istanza alla competente autorità consolare, corredata della tessera elettorale munita del timbro della sezione attestante l'avvenuta votazione nonchè del biglietto di viaggio per ottenere il rimborso del 75% del costo del biglietto del viaggio stesso riferito alla classe turistica per il trasporto aereo.
  • referendum anti trivelle
Altri contenuti a tema
Referendum: niente quorum, ma nella Bat vince il SI con il 94,45% Referendum: niente quorum, ma nella Bat vince il SI con il 94,45% Oltre 28mila SI ad Andria, leggermente al di sotto della media regionale
Referendum No-Triv, quorum non raggiunto: solo il 32,15% al voto Referendum No-Triv, quorum non raggiunto: solo il 32,15% al voto Ad Andria ha votato il 37,54%. In Provincia il 37%
Referendum No-Triv, affluenza alle urne ore 19: 23,48% Referendum No-Triv, affluenza alle urne ore 19: 23,48% Andria si attesta sul 24,22%. Quorum sempre più lontano
Referendum, Emiliano: «Voto per reagire contro le lobby» Referendum, Emiliano: «Voto per reagire contro le lobby» Le parole del governatore della Regione Puglia dopo aver votato
Referendum No-Triv: l'8,35% degli italiani ha votato entro le 12 Referendum No-Triv: l'8,35% degli italiani ha votato entro le 12 Il quorum sembra lontano. Ad Andria il 10.27%
Referendum No-Triv, oggi italiani alle urne Referendum No-Triv, oggi italiani alle urne Si potrà votare dalle ore 7 alle ore 23
Polizia Municipale, "no" a servizi d'ordine il 17 aprile Polizia Municipale, "no" a servizi d'ordine il 17 aprile Sit-in di protesta in Prefettura. Richiesta la modifica della legge 121/81
Referendum 17 aprile: indicato il personale medico per le certificazioni Referendum 17 aprile: indicato il personale medico per le certificazioni Sarà a disposizione anche nel giorno della consultazione elettorale
© 2001-2017 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati. Viva è un marchio registrato di GoCity
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.