Il rientro a scuola ai tempi del covid
Il rientro a scuola ai tempi del covid
Territorio

Puglia, «Stop alla scuola per 14 giorni». La richiesta dei pediatri ad Emiliano

Il dottor Luigi Nigri (Fimp): «Le scuole sono nel caos per numero di positivi, numero di positivi asintomatici, insegnanti positivi»

«Abbiamo fatto una richiesta ufficiale alla Regione Puglia e al presidente Emiliano, supportata da ogni validità scientifica. È necessario sospendere l'attività didattica in presenza per 14 giorni, così da interrompere la catena del contagio».

I pediatri e i medici di libera scelta vanno all'attacco della Regione Puglia. Come sottolinea il dottor Luigi Nigri, vicepresidente nazionale e referente pugliese di Fimp (Federazione Italiana Medici Pediatri), in una riunione tenutasi ieri è stata fatta formale richiesta di sospensione dell'attività didattica. Sospensione per 14 giorni ovvero il tempo necessario a bloccare la catena dei contagi, rendere gli eventuali asintomatici non più contagiosi, e permettere di organizzare il sistema dei tamponi rapidi a scuola o vicino a scuola.

«Le scuole stanno andando in tilt - aggiunge Nigri - e i pediatri si trovano con bambini allontanati da scuola con atto ufficiale, e costretti a far effettuare tamponi per il rientro. I bambini non riescono ad avere accesso al tampone antigenico il cui risultato arriva in 12 minuti, ma devono aspettare giorni. Le scuole sono nel caos per numero di positivi, numero di positivi asintomatici, insegnanti positivi. Ogni forma di tracciamento è completamente sfuggito».

«I bambini devono poter aver accesso ai tamponi antigenici il cui risultato viene dato in 12 minuti - sottolinea Nigri - Ora, a fronte delle promesse ricevute che parlavano di una piattaforma, messa a disposizione dei pediatri, per prenotare direttamente i tamponi, e che doveva essere pronta dieci giorni fa, siamo nel caos. Non hanno i tamponi, non hanno le macchine per realizzarli, non sono pronti e invece il virus sta camminando nelle scuole. E dalla scuola i bambini lo portano in famiglia».
In 14 giorni sarebbe possibile anche smaltire le richieste attuali di tampone, oltre a far respirare la scuola attraverso un efficientamento del sistema.

«In letteratura si parla di un solo caso di Covid nelle scuole - tiene a precisare il vicepresidente Fimp - solo io ne ho 12. Il Covid esiste e la situazione è questa. Io sto ricevendo chiamate ogni 2 minuti, e arrivano in studio tantissimi bambini mandati dalla scuola».

Il presidente Emiliano, dopo aver ascoltato durante la riunione i pareri di tutte le organizzazioni mediche presenti in rappresentanza di medici di famiglia e pediatri di famiglia, sta valutando il da farsi. Una decisione dovrebbe essere presa entro oggi.

«Due sono i problemi ora. La scuola perché contamina e crea caos, e gli ospedali che non ce la fanno. Gli ospedali non possiamo fermarli o la gente muore, la scuola sì per mettere ordine», conclude Nigri.
Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutte le notizie sulla pandemia che ha cambiato il mondo

1418 contenuti
Altri contenuti a tema
Il Natale blindato, il presidente Mattarella ha firmato il decreto Il Natale blindato, il presidente Mattarella ha firmato il decreto Resta la stretta nei giorni festivi e il rientro in aula il 7 gennaio per il 50% degli studenti delle superiori
Covid-19, la situazione in Puglia e lo strano trend nella curva dei contagi Covid-19, la situazione in Puglia e lo strano trend nella curva dei contagi La nostra Regione dati in controtendenza rispetto a quelli nazionali
Covid e scuola, Emiliano: «Tutti mi chiedono chiusura sino 7 gennaio» Covid e scuola, Emiliano: «Tutti mi chiedono chiusura sino 7 gennaio» Oggi 3 dicembre scade l'ordinanza regionale
Giornata mondiale delle persone con disabilità: la storia dell'impegno del Centro Zenith Giornata mondiale delle persone con disabilità: la storia dell'impegno del Centro Zenith «Si sta imparando a capire e a rispettare chi, in fondo, non è poi così diverso», sottolinea il professor Fortunato
1 Boom di contagi: 206 nuovi casi covid nella Bat, in Puglia 1.668 positivi Boom di contagi: 206 nuovi casi covid nella Bat, in Puglia 1.668 positivi Nel bollettino odierno registrati anche 29 decessi, nessuno nella sesta provincia
Nuovo Dpcm Natale, verso chiusura dei Comuni per Natale e Capodanno Nuovo Dpcm Natale, verso chiusura dei Comuni per Natale e Capodanno Confini blindati anche per le Regioni
La storia di Chiara e Serena, madre e figlia insieme in ospedale La storia di Chiara e Serena, madre e figlia insieme in ospedale Il racconto sulla pagina Fb della Asl Bat: la donna accudendo la figlia positiva al Covid è stata assistita per un'altra patologia
Nuovo DPCM, verso un maggiore stop agli spostamenti a Natale e Capodanno Nuovo DPCM, verso un maggiore stop agli spostamenti a Natale e Capodanno Probabilmente sarà vietato uscire dal proprio Comune. Si tratta delle anticipazioni emerse dalla riunione tra Conte e Boccia
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.