Pendio San Lorenzo
Pendio San Lorenzo
Vita di città

Pendio San Lorenzo e largo “Sibillano” attendono una nuova sistemazione

Da anni si attende che il Comune demolisca il rudere per parcheggio e spazi verdi

Mentre si attende con impazienza che la situazione in piazza Umberto I, meglio conosciuta come piazza Municipio, torni alla normalità e venga riaperta la circolazione per tutta la piazza, dopo la voragine apertasi qualche settimana fa a seguito delle copiose piogge meteoriche, i residenti della zona chiedono che si realizzi la tanto auspicata sistemazione del largo detto "di Sibillano", situato su via Pendio San Lorenzo.

Non è un mistero che il Comune sia alla ricerca di nuove zone da destinare a parcheggi a pagamento, dimenticandosi, purtroppo sempre più spesso di avere o meglio di poter avere delle aree attualmente occupate da ruderi per ricavarne spazi da destinare a servizi e verde pubblico.

Su via Pendio San Lorenzo, a pochi passi da Palazzo di Città, in una zona denominata "largo Sibillano", dove i parcheggi scarseggiano e la ricerca della sosta è diventato un problema di difficile soluzione, vi è il rudere dell'ex abitazione del canonico Gazzilli di proprietà della Asl e che, a quanto pare, dovrebbe essere stato ceduta al Comune dopo che la convenzione per la cessione di alcuni beni tra Asl Bat/1 e Comune sia definitivamente perfezionata. Questo rudere, della superficie di circa 500 mq, oggi ricettacolo di rifiuti, topi e scarafaggi, sarebbe stato ceduto dalla Asl al Comune in cambio dell'area dove sorgeva l'ex asilo comunale di via Gabelli, dove si sistemeranno a breve gli Uffici Igiene e sanità pubblica della Asl/Bt.

Ebbene, come si potrà vedere dalle immagini allegate, l'area dove sorge il rudere dell'abitazione del canonico Gazzilli è attualmente in grave stato di abbandono, mentre nello largo detto "di Sibillano" , impera parcheggio selvaggio. Infatti, proprio in quest'area, lo ripetiamo a pochi passi da Palazzo di Città, poteva essere realizzata una bella area da adibire a parcheggio e verde pubblico. Purtroppo questa ipotesi tarda ancora a prendere forma e dagli uffici comunali tutto tace. Intanto i residenti della zona, stanchi di scrivere agli uffici preposti della condizione di degrado ed incuria in cui si trova la zona, stanno meditando di attuare delle forme di protesta clamorose, al fine di dare una accelerata a questo stallo.
Pendio San LorenzoPendio San LorenzoPendio San LorenzoPendio San Lorenzo
  • pendio san lorenzo
Altri contenuti a tema
Addio allo storico Liceo delle Scienze Umane Addio allo storico Liceo delle Scienze Umane Dagli anni ’50 la scuola era di proprietà della Congregazione delle suore Betlemite
D'Amore e Coratella (Andria Più): «Parcheggio multipiano per il centro storico e gli uffici pubblici» D'Amore e Coratella (Andria Più): «Parcheggio multipiano per il centro storico e gli uffici pubblici» La nota dei candidati al Consiglio comunale a sostegno del candidato sindaco Scamarcio
Pendio San Lorenzo, nello stabile abbandonato da oltre 50 anni crescono ratti e insetti Pendio San Lorenzo, nello stabile abbandonato da oltre 50 anni crescono ratti e insetti Protestano i residenti: e intanto, la casa del canonico Gazzillo non conosce futuro
Nuovi avvistamenti di topi tra pendio S. Lorenzo, via Marco Polo e zona Camaggio Nuovi avvistamenti di topi tra pendio S. Lorenzo, via Marco Polo e zona Camaggio L'accorato appello al Comune ed alla Sangalli da parte dei residenti. "Intervenite presto!"
«Spigolo maledetto»: Pendio San Lorenzo chiusa per olio sulla strada «Spigolo maledetto»: Pendio San Lorenzo chiusa per olio sulla strada Un banale incidente questa mattina ha determinato lo stop del transito per auto, moto e bici
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.