WhatsApp Image at
WhatsApp Image at
Vita di città

I due cani meticci attendono all’ingresso dell’ospedale, ma l’uomo ricoverato non è il loro padrone

A sottolinearlo è l’animalista Nicola Montrone, esponente dell' Ass.O.I.P.A., sezione Andria

La storia dei due cani meticci che da un mese circa, stanno attendendo, all'ingresso dell'ospedale "Lorenzo Bonomo" di Andria, il loro padrone, ricoverato per un serio problema di salute, sta spopolando su tutti i social media, ottenendo numerose condivisioni oltre che lodevoli commenti.

Indubbiamente, i due meticci, di color bianco candido rappresentano il segno tangibile di fedeltà e di grande dedizione che costantemente e soprattutto in tali circostanze continuano a manifestare nei confronti del loro "proprietario". Del resto, durante il periodo di degenza ospedaliera, non sono mancate premure da parte dei residenti della zona, che hanno offerto carne in scatola, servendola in due ciotole lasciate all'ingresso del nosocomio.

Fedeltà e dedizione, due valori messi alla dura prova, soprattutto, quando scopri che, in realtà, non si tratta del loro padrone. A comunicarcelo è l'animalista Nicola Montrone, esponente dell'Associazione O.I.P.A., mentre la referente è Mariangela Abbasciano. "In realtà -sottolinea Montrone-, si tratta di due cani randagi, che da anni si aggiravano nella zona abitativa del ricoverato, ricevendo solo sporadiche cure e attenzioni anche da parte dei vicini. Nonostante carenze materiali, determinate dalle scarse possibilità economiche della famiglia dell'uomo, i due meticci hanno sempre mostrato affetto e sensibilità nei loro confronti e a quanto pare ancora tutt'ora, quando li hanno seguiti fino all'ingresso dell'ospedale"

Una storia, impregnata di valori morali, questa volta dettati da dei semplici cani, molte spesso sfuggiti, anche, allo sguardo più attento e critico dei cittadini andriesi. "Una storia che ci insegna e vorrebbe essere per noi un monito, di come l'amore incondizionato e disinteressato rappresentato proprio dai due meticci, è così sovrastante da superare anche le poche cure", così conclude lo zoofilo Nicola Montrone.
  • Ospedale Bonomo
Altri contenuti a tema
Oltre cento interventi con il "neuronavigatore" all'ospedale Bonomo di Andria Oltre cento interventi con il "neuronavigatore" all'ospedale Bonomo di Andria L'unico ospedale tra Bari e Foggia dotato di questa nuova frontiere della chirurgia
Spettacolare incidente stradale sulla sp 231: quattro feriti in codice rosso Spettacolare incidente stradale sulla sp 231: quattro feriti in codice rosso E' accaduto intorno alle ore 12:45. Sul posto Polizia locale e 118
Grave un anziano investito sulla sp 13 all'altezza della sede di Telesveva: indagano i Carabinieri Grave un anziano investito sulla sp 13 all'altezza della sede di Telesveva: indagano i Carabinieri E' accaduto stamane intorno alle ore 5.30. Adesso è ricoverato in codice rosso al "L. Bonomo"
Un macchinario salva-vita alla pediatria del "Bonomo" di Andria Un macchinario salva-vita alla pediatria del "Bonomo" di Andria Il dono da parte dell'associazione "Amici x la Vita". A giugno torna la partita del cuore al "Degli Ulivi"
Dono alla pediatria del Bonomo da parte degli imprenditori di Andria Dono alla pediatria del Bonomo da parte degli imprenditori di Andria Protagonisti del gesto i rappresentati di "Amici per la vita"
Donazione attrezzature per la respirazione neonatale alla Pediatria del "Lorenzo Bonomo" Donazione attrezzature per la respirazione neonatale alla Pediatria del "Lorenzo Bonomo" La consegna mercoledì 27 marzo alle ore 10,30 da parte dell'associazione onlus degli imprenditori "Amici Per La Vita"
Aggiornamento. Purtroppo non ce l'ha fatta l'uomo colto da malore nel pomeriggio Aggiornamento. Purtroppo non ce l'ha fatta l'uomo colto da malore nel pomeriggio Il 70enne è morto poco dopo al Pronto soccorso del Bonomo
Ancora violenza nei confronti di una donna da parte del marito: è accaduto ieri sera ad Andria Ancora violenza nei confronti di una donna da parte del marito: è accaduto ieri sera ad Andria Sul posto 118 e Polizia di Stato. La violenza davanti alle due figliolette
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.