Nicola Giorgino
Nicola Giorgino
Politica

Giorgino: "Ribadito in Regione che Andria non vedrà nessuna nuova discarica"

"Finché sarò sindaco non accetterò discussioni di sorta sull'argomento"

"Finché sarò sindaco non accetterò discussioni di sorta sull'argomento: nessuna nuova discarica sorgerà in città".

Lo ha ribadito anche ieri il Sindaco di Andria, Nicola Giorgino, nel corso della seduta della V Commissione consiliare regionale svoltasi a Bari sul tema della discarica dei F.lli Acquaviva.
"Nel pomeriggio odierno (ieri per chi legge n.d.r.) in Commissione Regionale ho tenuto un lungo intervento -sottolinea il Sindaco di Andria, Nicola Giorgino-, parlando spero in modo chiaro e definitivo, in merito al futuro della ex discarica dei F.lli Acquaviva, oggetto di infrazione comunitaria ed al centro di una discussa delibera di giunta regionale. L'assessore all'ambiente Stea si è impegnato a ridiscutere la delibera per fermarsi solo ed esclusivamente alla bonifica del sito, senza un suo riutilizzo come discarica di rifiuti solidi urbani. Che era esattamente quello che il Comune sapeva e condivideva. Ricordo che l'ipotesi, non più fattibile, di discarica sul sito in questione nasceva da un progetto dell'Amministrazione precedente alla mia che ne ipotizzava un utilizzo come discarica di soccorso di un impianto di biostabilizzazione. Impianto che poi non è più divenuto realtà. Come ho scritto e detto in queste settimane finché sarò sindaco non accetterò discussioni di sorta sull'argomento: nessuna nuova discarica sorgerà in città. Di sicuro, però, non ci accontentiamo soltanto delle parole da parte della Regione, ma vogliamo vedere scritto nero su bianco che quel sito verrà solo bonificato senza un suo riutilizzo. Invito ancora, al netto di alcuni scontri dialettici dai toni duri, i rappresentati istituzionali della città e del territorio a fare squadra e vigilare assieme perché su tali argomenti dividerci è semplicemente controproducente", ha concluso il Sindaco Giorgino.
  • Comune di Andria
  • Nicola Giorgino
  • sindaco di andria
  • regione puglia
  • discarica
  • discarica san nicola la guardia
Altri contenuti a tema
Tassa rifiuti, Michele Coratella (M5S): "Arriva un nuovo aumento del 15%" Tassa rifiuti, Michele Coratella (M5S): "Arriva un nuovo aumento del 15%" Immagine impietosa quella che traccia il capogruppo pentastellato della situazione a Palazzo San Francesco
Nuova sede Consiglio. M5S: “L’aula consiliare è accessibile ai disabili? Emiliano e il garante regionale rispondano” Nuova sede Consiglio. M5S: “L’aula consiliare è accessibile ai disabili? Emiliano e il garante regionale rispondano” Al danno si aggiunge la beffa per la nuova, milionaria sede di via Gentile
Comune: dirigente Settore finanziario la scelta tra una rosa di sei nomi Comune: dirigente Settore finanziario la scelta tra una rosa di sei nomi Rinviato invece al 26 marzo il colloquio per il Dirigente tecnico
Consiglio Comunale: approvati tutti gli argomenti all'odg, tenuta della maggioranza Consiglio Comunale: approvati tutti gli argomenti all'odg, tenuta della maggioranza Questa sera quindi non si terrà alcuna seduta. Via libera alla variante per l'ampliamento dell'industria Sanguedolce
Puglia, Piano di riordino ospedaliero. Ok del Ministero della Salute Puglia, Piano di riordino ospedaliero. Ok del Ministero della Salute Emiliano: "Obiettivo raggiunto". Apprezzato percorso nascita con le reti di trasporto in emergenza neonatale e assistito materno
Infermieri, ce ne sono almeno 800 che ora lavorano fuori: "facciamoli rientrare in Puglia" Infermieri, ce ne sono almeno 800 che ora lavorano fuori: "facciamoli rientrare in Puglia" La proposta del consigliere regionale del Pd, Ruggiero Mennea, per rafforzare l'esiguo organico per la Puglia
Affissioni pubblicitarie: spunta un esposto su asserita nuova irregolarità Affissioni pubblicitarie: spunta un esposto su asserita nuova irregolarità Il documento è stato inviato con pec a tutti i componenti del consiglio comunale, paventati danni erariali
Rifiuti, Italia condannata dalla Corte di Giustizia Ue per non aver adeguato 44 discariche: tra queste vi sono anche le 2 di Andria Rifiuti, Italia condannata dalla Corte di Giustizia Ue per non aver adeguato 44 discariche: tra queste vi sono anche le 2 di Andria Per quelle degli ex F.lli Acquaviva e D'Oria, i lavori per renderle conformi furono effettuati solo tra il 2017 ed il 2018
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.