conferenza stampa di Forza Italia
conferenza stampa di Forza Italia
Politica

Elezioni comunali Bari, volano gli stracci nel centro destra e sulla candidatura di Di Rella

Ripercussioni anche per la Regione? L'onorevole Sisto attacca Di Rella: «Un candidato inesistente»

Terminate le elezioni amministrative che hanno acclamato Antonio Decaro sindaco di Bari con il 66% dei voti e hanno premiato il centrosinistra, per la compagine di centrodestra del capoluogo barese, uscita pesantemente sconfitta dalle urne, è tempo di fare i conti con la delusione. E con i veleni. Vedremo se questa situazione potrà avere ripercussioni anche per le regionali.

A lanciare il j'accuse è l'onorevole Francesco Paolo Sisto, coordinatore di Forza Italia per la Città metropolitana di Bari. Sisto attacca Di Rella e la sua conduzione della campagna elettorale: «Volevamo il candidato unitario, e c'eravamo riusciti con il prof. Filograno. Poi qualcuno lo ha fatto saltare con pretesti vari, e le primarie sono state inevitabili, scegliendo il civico che poi le ha vinte, e alla grande. Quello stesso civico che poi, inspiegabilmente - per ora- è sparito, lasciando a Decaro il palcoscenico per monologhi senza limiti e copione, letali per una competizione in cui "comunicare è essere". Ma la sorpresa più amara di questo candidato sindaco "ombra di se stesso" sono state le liste: dai trionfali propositi e previsioni , al desolante flop di consensi e appeal. Un disastro, non annunciato. Il "fenomeno Di Rella" - incalza ancora l'onorevole - ha avuto un evidente effetto depressivo sulla intera coalizione di centrodestra. La Lega che ha ottenuto il 26% circa alle europee, si è fermata a poco più del 9% a Bari; Forza Italia, analogamente, dall' 11% circa a poco meno del 4%. La mancata presenza del competitor di Antonio Decaro ha avuto efficienza causale primaria in tale differenza, altrimenti inspiegabile».

Si sarebbe potuto fare diversamente? Per Sisto la risposta è sì: «Decaro ha vinto, e i meriti all'avversario vanno riconosciuti. Ma il ballottaggio con un candidato sindaco vero, sarebbe stato naturale, e la partita non sarebbe stata la stessa. Bari , in Italia, è la quarantottesima città , su 52, per qualità della vita. Il 65% dei votanti non se n'è accorto?».

Poche colpe, invece, Sisto attribuisce a Forza Italia, che negli ultimi anni ha visto i suoi rappresentanti baresi migrare verso altre realtà del centrodestra, o addirittura spostarsi a sinistra. «Nessun professionista della politica ha popolato la lista, più donne che uomini, esponenti delle categorie più variegate, dal mondo del diritto al commercio, alla scuola, all'intrattenimento - continua Sisto. Basti prendere atto che i primi classificati sono tre avvocati, stimati, come Antonio Ciaula, Giuseppe Carrieri, Giuseppe Mari. I "portatori di voti" della Forza Italia del 2014 si sono accasati, nel tempo e con passaggi spesso plurimi, altrove: Lega (Picaro, Romito, Viggiano), Fratelli d'Italia (Finocchio), addirittura alcuni a sinistra (De Martino) o "fuori sacco" (Melini). Senza dimenticare le vicende di Massimo Cassano, già senatore di Forza Italia con Raffaele Fitto, poi passato al NCD, e poi rientrato in Forza Italia con Gino Vitali e infine approdato fra le braccia di Michele Emiliano, in appoggio alle liste per Antonio Decaro».
  • forza italia
Altri contenuti a tema
Piano di riordino sanità, Marmo e Gatta (FI): "Emiliano ormai latitante cronico" Piano di riordino sanità, Marmo e Gatta (FI): "Emiliano ormai latitante cronico" Concessa la possibilità di approfondire l'ultima versione
Forza Italia verso la fase congressuale in vista delle elezioni amministrative del 2020 Forza Italia verso la fase congressuale in vista delle elezioni amministrative del 2020 La priorità è rafforzare la presenza sul territorio. A breve incontri anche nei Comuni della Bat
Marmo (FI): “Illegittima la nomina di Pellegrino a consulente di Emiliano per realizzazione strutture sanitarie” Marmo (FI): “Illegittima la nomina di Pellegrino a consulente di Emiliano per realizzazione strutture sanitarie” "Emiliano non finisce di sorprenderci e chissà che altro ci riserverà nei prossimi mesi"
Forza Italia, Marmo: “Dal Presidente Berlusconi scelte per un vero rilancio del partito" Forza Italia, Marmo: “Dal Presidente Berlusconi scelte per un vero rilancio del partito" Il presidente del Gruppo consiliare azzurro in regione: "Aspettiamo l’on Carfagna in Puglia"
Nino Marmo plaude ai controlli effettuati dalle Forze dell'ordine nella villa comunale Nino Marmo plaude ai controlli effettuati dalle Forze dell'ordine nella villa comunale "Ritengo di dover porgere la richiesta di compiere le medesime attività di controllo e repressione anche in altri luoghi della nostra Andria"
Contrasto al randagismo: veterinario gratis per chi adotta dai canili Contrasto al randagismo: veterinario gratis per chi adotta dai canili Due importanti emendamenti presentati dai consiglieri di Forza Italia Nino Marmo e Giandiego Gatta
Forza Italia verso i congressi e la riorganizzazione del partito Forza Italia verso i congressi e la riorganizzazione del partito I rappresentanti regionali D'Attis e Damiani hanno incontrato a Roma il Presidente Silvio Berlusconi
Verso le elezioni comunali: "Direzione Italia ad Andria segua Fitto in Fratelli d'Italia" Verso le elezioni comunali: "Direzione Italia ad Andria segua Fitto in Fratelli d'Italia" Secondo il coordinatore cittadino Pistillo: "Fuga in avanti la scelta politica di aderire al cosiddetto "Cantiere del buongoverno" "
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.