Ricognizione Sacra Spina
Ricognizione Sacra Spina
Vita di città

Cresce l’attesa per il miracolo della Sacra Spina | 1

Il 25 marzo atteso il prodigio: l’ultimo nel 2005, il prossimo nel 2157

Il 25 marzo ed il Venerdì santo, tradizione popolare e prova di fede, scetticismo e diffidenza; dopo 73 anni, nel 2005, le due date coincisero nuovamente ed il miracolo della Sacra Spina, che è gelosamente custodita nella Cattedrale di Andria, si compì ancora una volta tra lo scetticismo generale. Cresce l'attesa in città e nell'intero territorio per il prodigio vista la memoria vicina del 2005 e che sarà visibile nuovamente solo nel 2157. Un avvenimento più unico che raro che ripercorreremo ogni giorno in avvicinamento facendo un passo alla volta nella storia che ha segnato questo importante avvenimento tra fede e tradizione.

Nel quinto giorno della Settimana Santa, infatti, la sacra reliquia nella storia ha ravvivato le chiazze di sangue, ordinariamente pallide e secche, presenti sulla superficie. Nel 2005, tuttavia, la Sacra Spina assunse una conformazione ricca di peluria e con una gocciolina di sangue che tentò di fuoriuscire prima di rientrare all'estremità. Un prodigio diverso dal solito che, nel ricordo del 1932, ultima volta in cui la sacra reliquia aveva compiuto il miracolo, era ormai affidato a pochi superstiti di quel periodo. La Spina, appartenuta alla corona che fu posta sul capo di Gesù di Nazareth, ha manifestato tredici volte il prodigio a partire dal 1633, la prima data in cui un atto notarile attesta il reale avvenimento del fenomeno. La corona di spine è stata negli anni divisa e dispersa in tutto il mondo, da Costantinopoli alla Francia, ma poche sono le reliquie esistenti di cui è possibile, con certezza, affermare l'originale provenienza.

Quella conservata nel Capitolo di Andria ha una storia molto travagliata, ma notevoli storici e canonici, come Mons. Merra, Vescovo di San Severo nei primi del '900, ne hanno attestato la reale autenticità con studi dettagliati e precisi. Le rilevazioni storiche riportano la Sacra Spina donata ad Andria nel 1308 da Beatrice d'Angiò, figlia del re di Sicilia Carlo II, come ricompensa ai cittadini andriesi per la coriacea fedeltà dimostrata al sovrano. Di particolare interesse la rivisitazione dei vari prodigi della Sacra Spina, conservata in un ostensorio originariamente ricco e finemente lavorato; nei secoli la reliquia ha riacceso la smarrita adorazione popolare, con il miracolo coinciso sempre con particolari situazioni riguardanti la città ed il comprensorio. Nel 1842, per esempio, sulle macchioline di sangue sbocciarono dei piccoli fiorellini di colore argenteo, come celebrazione dell'avvenuto recupero della Sacra Spina, dopo il furto avvenuto nel 1799.
  • Sacra Spina
Altri contenuti a tema
Mons. Luigi Mansi racconta il prodigio della Sacra Spina a TV2000 Mons. Luigi Mansi racconta il prodigio della Sacra Spina a TV2000 Il vescovo diocesano in collegamento questa mattina col programma "Bel tempo si spera"
1 Variazione cromatica della Sacra Spina, mons. Mansi: «Il Signore ci è vicino in quest'ora di prova» Variazione cromatica della Sacra Spina, mons. Mansi: «Il Signore ci è vicino in quest'ora di prova» Riflessione del Vescovo di Andria sul segno prodigioso avvenuto lo scorso 10 aprile, Venerdì Santo
Segno prodigioso! Non c’è spina senza rosa Segno prodigioso! Non c’è spina senza rosa Riflessione di Gennaro Piccolo, referente del centro Igino Giordani di Andria
Sacra Spina di Andria, una storia di fede e prodigi: nel 2016 l'ultimo evento miracoloso Sacra Spina di Andria, una storia di fede e prodigi: nel 2016 l'ultimo evento miracoloso Ieri sera l'annuncio del vescovo Mansi: la preziosa reliquia cambia colore. Dal 1633 il prodigio si è verificato ben quindici volte
Diocesi di Andria: osservata una variazione cromatica della Sacra Spina Diocesi di Andria: osservata una variazione cromatica della Sacra Spina E' accaduto al termine della Via Crucis del Venerdì santo, presieduta da Mons. Mansi
Quarto anniversario del prodigio della Sacra Spina il 25 marzo Quarto anniversario del prodigio della Sacra Spina il 25 marzo Domani alle ore 18 S. Messa in diretta su Teledehon presieduta da mons. Luigi Mansi, senza la partecipazione dei fedeli
Festa liturgica della Sacra Spina, il venerdì dopo le Ceneri ad Andria Festa liturgica della Sacra Spina, il venerdì dopo le Ceneri ad Andria Un lungo corteo di fedeli, ha accompagnato la Sacra Reliquia dalla Chiesa dell’Immacolata fino alla Cattedrale di Andria
Festa liturgica della Sacra Spina, inizio cittadino del cammino quaresimale Festa liturgica della Sacra Spina, inizio cittadino del cammino quaresimale Venerdì 28 febbraio alle ore 18.00 raduno presso la chiesa Immacolata
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.