Spazio alla Gentilezza
Spazio alla Gentilezza
Vita di città

Arriva anche ad Andria l’installazione “Spazio alla Gentilezza”

L’appello del Sindaco Bruno: “Lasciate qualche indumento, o coperta, o altri beni di prima necessità a chi ha bisogno”

Se con il gran freddo e le piogge che, ormai da tempo, stanno colpendo il nostro Paese, per i più fortunati ci sono cappotti caldi, una casa, riscaldamenti e riparo, per molte persone tutto questo è un lusso che non possono permettersi. Per questo, ad Andria, si lancia l'appello per riempire l'installazione "Spazio alla Gentilezza", posta, a partire da ieri, all'interno del chiostro San Francesco in occasione delle festività natalizie, con indumenti invernali, scarpe o coperte calde.

Sono questi gli oggetti di prima necessità a cui fa appello il Sindaco Bruno: "Resterà lì ancora un po', per poi iniziare a girare in altri luoghi della città. Si ispira al Muro della gentilezza che da qualche tempo ha fatto capolino in città europee e in poche città italiane. "Se non ne hai bisogno, lascialo. Se ti serve, prendilo". Questo il principio ispiratore.

Presso la nostra installazione (che ha la forma di una maglia e si compone di quattro riquadri con appendiabiti) si può lasciare qualche indumento, o coperta, o altri beni di prima necessità. E chi vuole, soprattutto in questi mesi invernali, puó liberamente prendere ciò che gli serve", conclude il Primo Cittadino. "Insomma, una bella e anonima forma di aiuto a chi ha bisogno. Recatevi presso il nostro Spazio alla Gentilezza. Portate sciarpe, guanti, cappelli, maglie, vestaglie e quanto ancora non vi dovesse più servire ed è in buone condizioni. Sarà un dono gentile. Passate parola".
  • giovanna bruno
  • Chiostro di San Francesco
  • Spazio alla Gentilezza
Altri contenuti a tema
"L'arte che racconta": ad Andria decretato il vincitore del contest fotografico "L'arte che racconta": ad Andria decretato il vincitore del contest fotografico Il premio è stato messo interamente a disposizione dal Forum città dei giovani
"L’arte che racconta": premiazione del contest fotografico per gli under 36 "L’arte che racconta": premiazione del contest fotografico per gli under 36 In programma questa sera alle ore 19:30 nel chiostro di San Francesco
Gucci ad Andria, Giovanna Bruno: "Grazie alla maison ma adesso tocca a noi" Gucci ad Andria, Giovanna Bruno: "Grazie alla maison ma adesso tocca a noi" La sindaca di Andria il giorno dopo la sfilata al Castel del Monte e lo shooting fotografico nel centro storico
“Le nuove frontiere tecnologiche in oculistica”: a Palazzo di Città la presentazione in conferenza “Le nuove frontiere tecnologiche in oculistica”: a Palazzo di Città la presentazione in conferenza Presenze istituzionali e cittadine hanno gremito venerdì 13 maggio la sala consiliare della città di Andria
9 maggio 1978: 44 anni fa il ritrovamento del corpo di Aldo Moro 9 maggio 1978: 44 anni fa il ritrovamento del corpo di Aldo Moro "Progetto Moro Vive": al via le istanze per le scuole per l’a.s. 2022-2023. Scadenza il 10 giugno
Presentato al chiostro di San Francesco il libro "Il ragazzo che rubava le parole" Presentato al chiostro di San Francesco il libro "Il ragazzo che rubava le parole" Evento con l'autore Antonio Del Giudice, organizzato dal movimento civico "Andria Bene in Comune"
Incontro pubblico del Partito Democratico ad Andria con l'on. Michele Bordo Incontro pubblico del Partito Democratico ad Andria con l'on. Michele Bordo In programma lunedì 2 maggio, alle ore 18,30 presso il chiostro di San Francesco, a Palazzo di Città
"Il ragazzo che rubava le parole" di Antonio Del Giudice: presentazione ad Andria il 30 aprile "Il ragazzo che rubava le parole" di Antonio Del Giudice: presentazione ad Andria il 30 aprile Alle ore 18.00, presso l'auditorium del chiostro di San Francesco
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.