Avvistamento lupi
Avvistamento lupi
Territorio

Ambiente: raddoppiati in dieci anni gli attacchi dei lupi agli allevamenti

Per Coldiretti è necessario difendere i pascoli del nostro territorio

Occorre salvare le migliaia di pecore e capre sbranate, mucche sgozzate e agnelli uccisi in Puglia, dove la presenza del lupo si è moltiplicata negli ultimi anni con il ripetersi di stragi negli allevamenti. E' quanto afferma la Coldiretti in riferimento alle considerazioni del vicepremier Matteo Salvini e del Ministro dell'Ambiente Sergio Costa, nel sottolineare la necessità di misure di contenimento per non lasciar morire i pascoli e costringere alla fuga migliaia di famiglie che da generazioni popolano le montagne ma anche i tanti giovani che faticosamente sono tornati per ripristinare la biodiversità perduta con il recupero delle storiche razze italiane. Serve responsabilità nella difesa degli allevamenti, dei pastori e allevatori che con coraggio continuano a presidiare le montagne e a garantire la bellezza del paesaggio. Senza i pascoli – conclude la Coldiretti – le montagne muoiono, l'ambiente si degrada e frane e alluvioni minacciano le città.

"Nel giro di dieci anni i lupi sono raddoppiati – afferma Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia - mettendo a rischio non solo le produzioni agroalimentari e l'assetto idrogeologico del territorio, ma anche la vita stessa di agricoltori e automobilisti. in Puglia sono enormi i danni causati dalla fauna selvatica, con un danno pari ad oltre 11 milioni di euro".

I lupi vivono e si riproducono principalmente nelle aree naturali protette e in zone boschive – conclude Coldiretti Puglia – ma inevitabilmente sconfinano e fanno razzia nelle aziende agricole e si riversano sulle strade limitrofe ed in prossimità dei centri abitati.
  • coldiretti
  • Murgia
  • lupi
Altri contenuti a tema
Esercitazioni militari nel poligono di Torre di Nebbia: il 10 ed 11 ottobre tiri a fuoco Esercitazioni militari nel poligono di Torre di Nebbia: il 10 ed 11 ottobre tiri a fuoco Sulla Murgia saranno effettuati degli spari d'artiglieria da parte della Brigata meccanizzata “Pinerolo”
Brexit a rischio per l'export della Puglia. Export cresciuto +41,5% in 5 anni Brexit a rischio per l'export della Puglia. Export cresciuto +41,5% in 5 anni Dal 1º novembre 2019 le merci provenienti dall'Ue che entrano nel Regno Unito potrebbero essere soggette a dazi doganali
Montegrosso: luogo di bontà e di bellezza. Da conoscere e valorizzare Montegrosso: luogo di bontà e di bellezza. Da conoscere e valorizzare Da Salvatore Sciannamea riceviamo e volentieri pubblichiamo
Vino, sale ancora l'export di quelli pugliesi: +2,5% nei primi sei mesi 2019 Vino, sale ancora l'export di quelli pugliesi: +2,5% nei primi sei mesi 2019 Grande successo anche per il biologico, dove 1 ettaro su 8 di vigneto è biologico in Puglia
Parco dell'alta Murgia: Rifiuti e fauna selvatica al centro della nuova governance Parco dell'alta Murgia: Rifiuti e fauna selvatica al centro della nuova governance Incontro con Coldiretti Bari e Bat. oltre 6mila aziende lungo la filiera agroalimentare
Continuano i raids dei lupi nelle stalle del territorio pugliese Continuano i raids dei lupi nelle stalle del territorio pugliese Coldiretti preoccupata dell'aumento di questi episodi, con un alto numero di animali morti o feriti
Cresce ancora il consumo di prodotti bio in Puglia Cresce ancora il consumo di prodotti bio in Puglia Secondo Coldiretti, la Puglia è seconda nella classifica delle regioni più bio d’Italia
E…State in Murgia: fino all’8 settembre il campo di volontariato naturalistico nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia E…State in Murgia: fino all’8 settembre il campo di volontariato naturalistico nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia Numerosi i territori che verranno interessati da questa iniziativa
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.