Avvistamento lupi
Avvistamento lupi
Territorio

Ambiente: raddoppiati in dieci anni gli attacchi dei lupi agli allevamenti

Per Coldiretti è necessario difendere i pascoli del nostro territorio

Occorre salvare le migliaia di pecore e capre sbranate, mucche sgozzate e agnelli uccisi in Puglia, dove la presenza del lupo si è moltiplicata negli ultimi anni con il ripetersi di stragi negli allevamenti. E' quanto afferma la Coldiretti in riferimento alle considerazioni del vicepremier Matteo Salvini e del Ministro dell'Ambiente Sergio Costa, nel sottolineare la necessità di misure di contenimento per non lasciar morire i pascoli e costringere alla fuga migliaia di famiglie che da generazioni popolano le montagne ma anche i tanti giovani che faticosamente sono tornati per ripristinare la biodiversità perduta con il recupero delle storiche razze italiane. Serve responsabilità nella difesa degli allevamenti, dei pastori e allevatori che con coraggio continuano a presidiare le montagne e a garantire la bellezza del paesaggio. Senza i pascoli – conclude la Coldiretti – le montagne muoiono, l'ambiente si degrada e frane e alluvioni minacciano le città.

"Nel giro di dieci anni i lupi sono raddoppiati – afferma Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia - mettendo a rischio non solo le produzioni agroalimentari e l'assetto idrogeologico del territorio, ma anche la vita stessa di agricoltori e automobilisti. in Puglia sono enormi i danni causati dalla fauna selvatica, con un danno pari ad oltre 11 milioni di euro".

I lupi vivono e si riproducono principalmente nelle aree naturali protette e in zone boschive – conclude Coldiretti Puglia – ma inevitabilmente sconfinano e fanno razzia nelle aziende agricole e si riversano sulle strade limitrofe ed in prossimità dei centri abitati.
  • coldiretti
  • Murgia
  • lupi
Altri contenuti a tema
Scende consumo di pesce azzurro, da alici -10% a -15% sgombri Scende consumo di pesce azzurro, da alici -10% a -15% sgombri Muraglia, (Coldiretti): "In Puglia paradossalmente consumi tra i più bassi d’Italia"
Controlli dei NAS in Puglia su ristoranti con cibo etnico Controlli dei NAS in Puglia su ristoranti con cibo etnico Un fenomeno in grande espansione che purtroppo a volte riserva amare sorprese
Italia invasa da olio d'oliva dal Marocco, dopo il crollo della produzione pugliese Italia invasa da olio d'oliva dal Marocco, dopo il crollo della produzione pugliese La Puglia detiene un patrimonio di 60 mln ulivi, con una PLV per un valore di oltre 700 mln di euro
Maltempo, shock termici e colture affogate Maltempo, shock termici e colture affogate "L'Italia è spaccata in due", il grido di allarme di Coldiretti Puglia
Ancora danni per il maltempo: forte preoccupazione da Coldiretti e CIA Ancora danni per il maltempo: forte preoccupazione da Coldiretti e CIA Chieste modifiche alla legge sulle calamità e il sistema delle assicurazioni
Aumenta il consumo di birra in Puglia Aumenta il consumo di birra in Puglia Ormai i microbirrifici nella nostra regione stanno sfiorando quota 100
Per piogge incessanti fieno marcito: timori per gli allevamenti di bovini e pecore Per piogge incessanti fieno marcito: timori per gli allevamenti di bovini e pecore Coldiretti lancia l'ennesimo allarme dei danni in agricoltura a causa del maltempo
Gravi danni a frutta ed ortaggi per il maltempo persistente Gravi danni a frutta ed ortaggi per il maltempo persistente Coldiretti preoccupata per la straordinaria ondata di pioggia e grandine che imperversa da 2 mesi
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.