Randagismo, immagine di repertorio
Randagismo, immagine di repertorio

Randagismo, la segnalazione di una lettrice: «Bisogna aspettare che qualcuno si faccia male per intervenire?»

Nei giorni scorsi una concittadina, nei pressi di via Vittoria, ha avuto un incontro poco piacevole con un branco di cani randagi

Il fenomeno del randagismo ad Andria continua a far discutere: è uno dei problemi che la nostra città si porta dietro da tanto tempo, e soluzioni a breve termine non possono essere attuate per diversi motivi. Andria non ha infatti un canile comunale, anche se nei mesi scorsi il Comune si è candidato per un finanziamento volto all'eventuale realizzazione di un rifugio per cani randagi. Naturalmente, anche in caso di esito positivo, servirà altro tempo per la fase di valutazione e tutte le pratiche annesse, dunque i tempi non saranno brevi. Le associazioni fanno il massimo per fare in modo che tanti animali non vaghino per strada, ma le risorse non sono sufficienti per sopperire a un problema di così grande portata.

In merito a questo fenomeno una lettrice ci ha segnalato che, nei giorni scorsi, sua madre ha avuto un incontro poco piacevole con un gruppo di cani randagi, circa una decina: «Abitiamo in via Vittoria ad un isolato di distanza da Piazza Marconi. Intorno alle ore 6 del mattino mia madre, uscita di casa per andare a prendere il pullman nei pressi dei Cappuccini per recarsi a lavoro, all'altezza dell'angolo con via Giusti si è imbattuta in alcuni cani che l'hanno subito puntata in maniera minacciosa, specialmente il capobranco. Una situazione che si è risolta grazie all'intervento di alcuni lavoratori intenti nella raccolta dei rifiuti: si sono messi con il proprio mezzo davanti a mia madre, cosicchè i cani non l'hanno più vista e sono andati via. Bisogna aspettare che qualcuno finisca all'ospedale o all'obitorio per cercare di intervenire?».
  • randagismo
Altri contenuti a tema
Cinzia, ritroviamo la cagnolina amata da tutto il quartiere Cinzia, ritroviamo la cagnolina amata da tutto il quartiere La signora Rosa lancia un appello: aiutatemi a capire cosa sia successo
1 Andria e le colpe dei...canisti! Andria e le colpe dei...canisti! Il problema della conduzione dei cani in città continua a far discutere. Intervento dello storico ambientalista Nicola Montepulciano
2 Ridotta in fin di vita da due pastori tedeschi Ridotta in fin di vita da due pastori tedeschi Con la piccola, sventurata cagnolina, hanno rischiato di essere assaliti un uomo e due minori
Cani randagi ed aggressioni ai cittadini, Forum Animalista Andria: "Conseguenza della pessima gestione del fenomeno randagismo" Cani randagi ed aggressioni ai cittadini, Forum Animalista Andria: "Conseguenza della pessima gestione del fenomeno randagismo" Riunione del giorno mercoledì 12 ottobre p.v., alle ore 20,00 presso la sede di "Io Ci Sono!" in via Piave, 63
Intervento urgente per due cani randagi che si trovano in zona Camaggio/Santa Maria dei Miracoli Intervento urgente per due cani randagi che si trovano in zona Camaggio/Santa Maria dei Miracoli Segnalazione del Forum Animalista di Andria alle varie autorità competenti
Cane di piccola taglia ferito da branco di randagi nella "terra di nessuno" della zona Pip Cane di piccola taglia ferito da branco di randagi nella "terra di nessuno" della zona Pip La situazione va sempre più peggiorando, malgrado le denunce e le segnalazioni dei residenti ed operatori commerciali
Il Forum Animalista Andria convoca un tavolo tecnico sul randagismo Il Forum Animalista Andria convoca un tavolo tecnico sul randagismo Appuntamento questa mattina presso la Sala Consiliare del Comune per approfondire le attività utili alla gestione del fenomeno
Randagismo ad Andria: il forum animalista chiede un incontro urgente con le autorità competenti Randagismo ad Andria: il forum animalista chiede un incontro urgente con le autorità competenti L’incontro è finalizzato anche per rappresentare le difficoltà registrate nelle azioni di intervento
© 2001-2023 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.