Piero Doronzo Fidelis Andria
Piero Doronzo Fidelis Andria
Calcio

Fidelis, Doronzo: «Dobbiamo essere ambiziosi, ma non scellerati»

Il diesse azzurro parla del futuro. A metà giugno il nuovo tecnico

Gli addii di D'Angelo e Roselli hanno sancito la fine della stagione del ritorno tra i professionisti della Fidelis Andria. Dopo le rassicurazioni del presidente Paolo Montemurro, è il direttore sportivo Piero Doronzo ad esaltare la positiva annata degli azzurri. Il diesse barlettano, al momento, rimane al suo posto e sta già lavorando in ottica futura per preparare al meglio il secondo campionato consecutivo di Lega Pro.

«Stiamo lavorando per programmare la prossima stagione sportiva – afferma Piero Doronzo – e stiamo cercando di individuare quale può essere il profilo dell'allenatore. Nella prossima settimana si lavorerà invece per quanto riguarda la situazione dei rinnovi contrattuali con i calciatori rimasti in sospeso, per vedere se ci sono le condizioni sia da parte nostra, ma soprattutto da parte loro. Stiamo parlando di Aya, Strambelli, Piccinni e Ferrero. L'allenatore non sarà ufficializzato prima della metà di giugno – spiega il diesse – perché prenderlo oggi significherebbe precludere una scelta migliore, al momento ci sono ancora gare in corso. La nostra squadra ha avuto il merito di aver concluso questa straordinaria stagione in anticipo e mi dispiace che questo passi in secondo piano. L'obiettivo, come già detto dal presidente, è quello di migliorarci ma senza fare particolari proclami, dobbiamo capire qual è la nostra dimensione e procedere con il lavoro. Voglio ricordare che senza fare un euro di danno alla società siamo riusciti ad ottenere dei risultati al di sopra delle aspettative e questo è il mio orgoglio più grande. La montagna è difficile da scalare, ma se ci mettiamo un piedino alla volta, sono convinto che arrivare alla cima non sarà impossibile. Il nostro è un progetto triennale con l'idea di poter raggiungere la serie cadetta, perciò dobbiamo essere ambiziosi - conclude Doronzo - ma allo stesso tempo non scellerati».
  • Fidelis Andria
  • piero doronzo
Altri contenuti a tema
Fidelis, alla corte di Favarin anche 3 under 2001: si tratta di Nannola, Muratore e La Rocca Fidelis, alla corte di Favarin anche 3 under 2001: si tratta di Nannola, Muratore e La Rocca Tre giovanissimi provenienti da Foggia, Lucchese ed Akragas
Fidelis, svelati nella loro interezza gli slogan della campagna #Amoresenzafine Fidelis, svelati nella loro interezza gli slogan della campagna #Amoresenzafine Pubblicità affidata all'agenzia di comunicazione Artsmedia
Fidelis, cinque nuovi arrivi ufficiali: Gava, Banegas, Bedin, Palumbo e Salimbè Fidelis, cinque nuovi arrivi ufficiali: Gava, Banegas, Bedin, Palumbo e Salimbè La firma nella giornata di oggi: tre gli ex Francavilla 1927 alla corte andriese
Fidelis, l'ex assessore allo Sport Michele Lopetuso è il nuovo Club Manager Fidelis, l'ex assessore allo Sport Michele Lopetuso è il nuovo Club Manager L’avvocato andriese seguirà la parte organizzativa della società
Fidelis, parte ufficialmente la campagna abbonamenti Fidelis, parte ufficialmente la campagna abbonamenti Entro il 31 luglio la prelazione per i vecchi abbonati: prezzi e luoghi dove sottoscrivere le tessere
La Fidelis Andria è regolarmente iscritta al prossimo torneo di Serie D La Fidelis Andria è regolarmente iscritta al prossimo torneo di Serie D Perfezionati nella giornata di ieri tutti gli adempimenti necessari per la Lega Nazionale Dilettanti
La Fidelis blinda la difesa con Di Filippo e Nives. Arfaoui per l’attacco La Fidelis blinda la difesa con Di Filippo e Nives. Arfaoui per l’attacco Ieri pomeriggio accordi siglati ufficialmente con i tre calciatori
Comincia la terza avventura di Giancarlo Favarin ad Andria: ieri la presentazione ufficiale Comincia la terza avventura di Giancarlo Favarin ad Andria: ieri la presentazione ufficiale Presentata anche la campagna abbonamenti 2019/2020
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.