ANMI di Barletta
ANMI di Barletta
Cronaca

Tragedia evitata a causa del mare mosso: due bagnini e due poliziotti traggono in salvo 65enne in difficoltà

E' accaduto questa mattina, nelle acque antistanti il lido "ANMI" di Barletta. L'uomo veniva trascinato al largo dalla forte corrente

Drammatici momenti quelli vissuti questa mattina, sabato 18 giugno sulla spiaggia di Levante di Barletta. Intorno alle ore 10, malgrado il mare mosso viste le avverse condizioni meteo che avevano fatto issare su tutti i lidi le prevista bandiera rossa, un signore nuotava parallelamente alla riva, a circa 120 metri dal bagnasciuga, in grosse difficoltà. Non riusciva infatti a ritornare a riva, in quanto la corrente lo allontanava, malgrado gli sforzi compiuti.

Di quanto stava accadendo si accorgevano molte persone presenti, che scrutavano il mare praticamente privo di bagnanti ad eccezione di quest'uomo. Immediatamente le voci che invitavano l'uomo a raggiungere la riva si facevano sempre più insistenti ma l'uomo non dava cenni di risposta. Mentre si cercava di destare l'attenzione del nuotatore anche con l'ausilio di richiami sonori, della situazione che ormai volveva al peggio si avvedevano due poliziotti, entrambi di Andria, presenti con le rispettive famiglie: un sovrintendente della Polizia di Stato in servizio alla Questura di Andria ed un assistente capo coordinatore della Polizia Penitenziaria, in forza agli istituti penitenziari di Trani.

Con l'aiuto dei bagnini presenti al lido "ANMI" della sezione di Barletta, Flavio e Francesco Pio, entravano in acqua, restando tutti il più vicino possibile, sbracciandosi e urlando all'indirizzo dell'uomo, invitandolo a raggiungere al più presto la riva. Dopo una decina di minuti di insistenti tentativi e mentre una gran folla di persone si era radunata lungo la spiaggia, il nuotatore si avvedeva finalmente delle intimazioni a raggiungere al più presto la riva. Non senza difficoltà e malgrado l'aiuto dei quattro soccorritori, l'uomo, un 65enne pensionato di Barletta riusciva a raggiungere dopo lunghe bracciate il bagnasciuga. Qui trovava i soccorritori che lo afferravano e lo trasportavano a riva praticamente esamine.

Dal racconto dell'uomo, che veniva nel frattempo rifocillato pur rifiutando l'intervento del 118, egli non riusciva a raggiungere la riva perché la corrente lo portava sempre al largo e pertanto l'unica cosa da fare per non farsi sopraggiungere dalle onde era di nuotare in parallelo alla riva, in attesa che il vento e le onde si calmassero. Cosa che purtroppo non avveniva ma anzi le condizioni meteo minuto dopo minuto peggioravano. L'uomo si era immerso in acqua in una zona di spiaggia libera dove non vi erano bandiere rosse e quindi non si era accorto che il mare era mosso e quindi pericoloso per i bagnanti.

Per fortuna, l'incoraggiamento ed il soccorso prestato dai due poliziotti e dai bagnini Flavio e Francesco Pio ha concluso questa brutta avventura nel migliore dei modi, con una stretta di mano ed un sentito ringraziamento da parte del 65enne barlettano.
  • polizia
  • Questura Andria
  • Polizia di Stato Andria
  • Primo Soccorso
Altri contenuti a tema
Auto rubata cannibalizzata scoperta nelle campagne di Andria Auto rubata cannibalizzata scoperta nelle campagne di Andria Il veicolo, una Citroen C5 Cross, è stato ritrovato e recuperato in contrada Troianelli dalla Polizia Locale
Sequestrate cozze "alla diossina" dirette a Bisceglie Sequestrate cozze "alla diossina" dirette a Bisceglie Il carico, allevato in una zona del mar piccolo di Taranto inibita alla pesca, è stato intercettato dalle forze dell'ordine
Prenotare la casa vacanze: i consigli della Polizia di Stato e Airbnb contro le truffe Prenotare la casa vacanze: i consigli della Polizia di Stato e Airbnb contro le truffe Quasi 7 italiani su 10 nel mirino dei ladri di dati sensibili: dall’inganno con trattativa dall’estero alle finte offerte, come riconoscere le truffe da evitare
Sessantenne trovato con cocaina 30mila euro in contanti: è accaduto ad Andria Sessantenne trovato con cocaina 30mila euro in contanti: è accaduto ad Andria Brillante operazione della Squadra Mobile della Questura di Barletta Andria Trani
Sollievo per i pronto soccorso di Andria e Barletta, grazie alle postazioni fisse del 118 a Canosa e Trani Sollievo per i pronto soccorso di Andria e Barletta, grazie alle postazioni fisse del 118 a Canosa e Trani Nota del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Francesco Ventola
Concluso corso per Commissari di P.S.: si spera adesso l'invio di qualche unità alla Questura Bat Concluso corso per Commissari di P.S.: si spera adesso l'invio di qualche unità alla Questura Bat Nei prossimi giorni avverrà l'assegnazione alle oltre 100 questure italiane dei giovani funzionari di polizia
Polizia di Stato, sottoscritto ad Andria il protocollo "Zeus" Polizia di Stato, sottoscritto ad Andria il protocollo "Zeus" Offrirà sostegno psicologico alle persone “ammonite” per stalking o maltrattamenti
Dal 1° luglio rinforzi in arrivo per le Questure pugliesi: 16 previsti per la Bat Dal 1° luglio rinforzi in arrivo per le Questure pugliesi: 16 previsti per la Bat Lo fa sapere la senatrice Angela Anna Bruna Piarulli, componente del Comitato sicurezza del Movimento cinque stelle
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.