Tasse IVA
Tasse IVA
Politica

Tari: la tassa più odiata dagli italiani, appello ai parlamentari della Bat

Appello di Michele De Marinis, presidente provinciale di Confartigianato

"Troppi comuni disattendono le norme nazionali sullo smaltimento dei rifiuti. Il Ministero dell'Ambiente emani il decreto atteso da venti anni per evitare che le imprese paghino illegittimamente migliaia di euro"

E' quanto sostiene Michele De Marinis, Presidente di Confartigianato della provincia Bat, in una lettera aperte ai Parlamentari della sesta provincia pugliese.

"La Tari è l'emblema di un Paese a "macchia di leopardo", in cui si procede tra norme nazionali disattese da parte dei comuni e illegittime richieste di pagamento indirizzate dagli stessi Comuni a molte imprese, anche per migliaia di euro, che vedono in questa tassa esclusivamente uno dei tanti mezzi per "fare cassa".
Tale situazione, invece, potrebbe essere risolta attraverso l'emanazione del decreto, previsto dal Codice Ambientale ed atteso da venti anni, che determina i criteri per l'assimilazione dei rifiuti delle imprese a quelli delle famiglie.


In assenza di tale decreto, i Comuni hanno fatto un utilizzo improprio del principio di assimilazione, riportando quanto più possibile all'interno della gestione pubblica i rifiuti speciali prodotti dalle imprese e, conseguentemente, applicando a queste la Tari.
Per porre termine a tale stato di disagio, la CNA Bat chiede un vostro personale intervento presso il Ministero dell'Ambiente, affinché venga al più presto emanato il decreto di assimilazione, che farebbe finalmente chiarezza in una materia in cui manca una uniformità di comportamento sul territorio, rispettando i limiti quali-quantitativi all'assimilazione previsti dalla disciplina ambientale e, soprattutto, riconoscendo per le imprese il principio fondamentale di libertà nella scelta del metodo di smaltimento dei rifiuti, senza l'obbligo di smaltirli nella sfera della privativa comunale, a salvaguardia dell'ambiente e delle stesse imprese.
Chiediamo inoltre che venga per legge stabilito l'obbligo di applicare la tariffa puntuale, secondo il principio : pago per quanto rifiuto indifferenziato produco.

Si sollecita , infine, l'approvazione del Disegno di Legge che prevede lo scioglimento del Consiglio comunale, quando all'interno del territorio comunale non è assicurata una raccolta
differenziata dei rifiuti urbani pari alla percentuale minima stabilita per legge, in modo da responsabilizzare gli amministratori locali, e dare la possibilità a tutti i cittadini di non vedere quotidianamente minacciati i loro diritti sociali e individuali e la loro qualità della vita, dagli effetti negativi di un sistema di gestione dei rifiuti inadeguato ed inefficiente.
  • cna bat
Altri contenuti a tema
1 Ripartenza del mercato settimanale: l'auspicio di CNA PUGLIA-Commercio e la Bat Commercio 2010 Ripartenza del mercato settimanale: l'auspicio di CNA PUGLIA-Commercio e la Bat Commercio 2010 L'invito alla gestione commissariale di Andria a prendere esempio dalla collaborazione intrapresa con Trani e Margherita di Savoia
De Marinis (CNA Bat): «Così non va». Troppi decreti e pochi soldi De Marinis (CNA Bat): «Così non va». Troppi decreti e pochi soldi «Le misure messe in campo dal Governo non soddisfano le esigenze delle micro piccole e medie imprese»
“Comune che vai fisco che trovi 2019”: Andria, seconda città della Bat tra le più virtuose “Comune che vai fisco che trovi 2019”: Andria, seconda città della Bat tra le più virtuose I dati dell'Osservatorio Permanente CNA sulla Tassazione delle piccole e medie imprese
Gas radon, il killer silenzioso, De Marinis (CNA Bat): "Ma le nostre scuole sono sicure?" Gas radon, il killer silenzioso, De Marinis (CNA Bat): "Ma le nostre scuole sono sicure?" Risulta essere, in Italia, la seconda causa dei tumori ai polmoni, dopo il fumo di sigaretta, e si stima causi tremila morti l'anno
Privacy, CNA Bat “Necessario un no forte e chiare alle sanzioni previste dal 25 maggio” Privacy, CNA Bat “Necessario un no forte e chiare alle sanzioni previste dal 25 maggio” Presidente De Marinis: "Artigiani e piccole imprese ancora una volta sotto il tallone della burocrazia"
De Marinis confermato alla guida della Cna Bat De Marinis confermato alla guida della Cna Bat Via libera dall'assemblea elettiva
Controllo di efficienza energetica, Cna Puglia chiede la proroga della scadenza Controllo di efficienza energetica, Cna Puglia chiede la proroga della scadenza Ancora tempo per la manutenzione degli impianti termici
Manutenzione impianti termici, la Cna Bat chiede una proroga Manutenzione impianti termici, la Cna Bat chiede una proroga Auspicato il posticipo dei termini per adeguarsi al prossimo anno
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.