Cna
Cna
Enti locali

Controllo di efficienza energetica, Cna Puglia chiede la proroga della scadenza

Ancora tempo per la manutenzione degli impianti termici

Rapporto di controllo di efficienza energetica: Cna chiede alla Provincia la proroga della scadenza prevista del 31 dicembre 2016. È quanto richiesto durante l'incontro che si è svolto presso la sede della Provincia di Barletta Andria Trani, tra il presidente Beppe Corrado e la delegazione della Cna Bat, composta anche dai rappresentanti regionali e provinciali dell'Unione impiantisti Cna, inerente la campagna informativa alle verifiche dello stato di esercizio e manutenzione degli impianti termici degli edifici ricadenti nella Provincia Bat, quadriennio 2016-2019.

«La scadenza del 31 dicembre 2016, prevista nella determina dal dirigente della provincia, entro cui il rapporto di controllo di efficienza energetica dovrà essere corredato da apposito bollino verde virtuale a carico del responsabile d'impianto, e riportato sul R.C.E.E. dal manutentore, non può essere tecnicamente rispettata», ha sottolineato Michele Piccione, presidente regionale Cna Puglia settore Impianti.

«Necessita pertanto - prosegue - una proroga in modo da consentire su tutto il territorio della Bat, escluso i Comuni di Barletta e Bisceglie, lo svolgimento delle operazioni di controllo di efficienza energetica sugli impianti, obbligatorio per legge. Abbiamo concordato con il presidente Beppe Corrado, che ringraziamo per la disponibilità e l'attenzione sempre mostrata su questa problematica, precisa il presidente della Cna Bat Michele De Marinis, di organizzare nei prossimi giorni, con il supporto dei dirigenti e funzionari della Provincia, alcuni seminari informativi e formativi rivolti non solo ai manutentori ma anche agli ordini dei professionisti, periti- geometri- ingegneri –architetti, nonché ai singoli cittadini».

«Una campagna di comunicazione massiccia - conclude - per evitare gli errori commessi in passato. Una sinergia finalizzata all'uso razionale dell'energia ed alla conseguente riduzione delle emissioni inquinanti con l'obiettivo primario di rispettare e salvaguardare l'ambiente».
  • cna bat
Altri contenuti a tema
1 Ripartenza del mercato settimanale: l'auspicio di CNA PUGLIA-Commercio e la Bat Commercio 2010 Ripartenza del mercato settimanale: l'auspicio di CNA PUGLIA-Commercio e la Bat Commercio 2010 L'invito alla gestione commissariale di Andria a prendere esempio dalla collaborazione intrapresa con Trani e Margherita di Savoia
De Marinis (CNA Bat): «Così non va». Troppi decreti e pochi soldi De Marinis (CNA Bat): «Così non va». Troppi decreti e pochi soldi «Le misure messe in campo dal Governo non soddisfano le esigenze delle micro piccole e medie imprese»
“Comune che vai fisco che trovi 2019”: Andria, seconda città della Bat tra le più virtuose “Comune che vai fisco che trovi 2019”: Andria, seconda città della Bat tra le più virtuose I dati dell'Osservatorio Permanente CNA sulla Tassazione delle piccole e medie imprese
Gas radon, il killer silenzioso, De Marinis (CNA Bat): "Ma le nostre scuole sono sicure?" Gas radon, il killer silenzioso, De Marinis (CNA Bat): "Ma le nostre scuole sono sicure?" Risulta essere, in Italia, la seconda causa dei tumori ai polmoni, dopo il fumo di sigaretta, e si stima causi tremila morti l'anno
Privacy, CNA Bat “Necessario un no forte e chiare alle sanzioni previste dal 25 maggio” Privacy, CNA Bat “Necessario un no forte e chiare alle sanzioni previste dal 25 maggio” Presidente De Marinis: "Artigiani e piccole imprese ancora una volta sotto il tallone della burocrazia"
De Marinis confermato alla guida della Cna Bat De Marinis confermato alla guida della Cna Bat Via libera dall'assemblea elettiva
Tari: la tassa più odiata dagli italiani, appello ai parlamentari della Bat Tari: la tassa più odiata dagli italiani, appello ai parlamentari della Bat Appello di Michele De Marinis, presidente provinciale di Confartigianato
Manutenzione impianti termici, la Cna Bat chiede una proroga Manutenzione impianti termici, la Cna Bat chiede una proroga Auspicato il posticipo dei termini per adeguarsi al prossimo anno
© 2001-2022 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.