Cerimonia in Ricordo delle 23 vittime della strage ferroviaria
Cerimonia in Ricordo delle 23 vittime della strage ferroviaria
Attualità

Disastro ferroviario Andria-Corato: i parenti delle vittime hanno disertato la cerimonia commemorativa

Si è presentata solo l'Associazione “Anna Aloysi”: “Siamo tutti rimasti un po’ male per la scarsa partecipazione”

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Nella mattinata di domenica 12 luglio, si è svolta in piazza Moro a Bari, di fronte alla stazione centrale Bari-Nord, la cerimonia commemorativa delle 23 vittime che persero la vita - e il ferimento di 57 passeggeri - 4 anni fa, nello scontro violentissimo tra due treni di Ferrotramviaria lungo la tratta Andria-Corato.

A presenziare la cerimonia c'erano il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e il sindaco di Bari Antonio Decaro che alle 11.07, ora dell'impatto, hanno deposto una corona di fiori vicino la lapide commemorativa.

Ad unirsi al ricordo di quel memorabile 12 luglio, c'era solo Anna Aloysi presidente dell'Associazione andriese "Anna Aloysi incidente ferroviario Andria-Corato 12 luglio 2016", fondata per ricordare la sorella Maria, una delle vittime del disastro ferroviario.

Gli altri parenti delle vittime hanno preferito disertare la commemorazione della strage, per lanciare un segno di protesta nei confronti del silenzio "assordante" delle Istituzioni e sottolineare sfiducia per un processo fermo al primo grado di giudizio in Corte di Assise del Tribunale di Trani.

A tal proposito la presidente del sodalizio "Anna Aloysi" ha tenuto a sottolineare: "Desidero ringraziare il presidente Emiliano, il Sindaco Decaro e tutti i giornalisti presenti. Non mi stupirebbe che il prossimo anniversario non venga più celebrato perché siamo tutti rimasti un po' male per la scarsa partecipazione".

Intanto, il processo è stato aggiornato al 22 luglio quando verrà completato il contro esame dei due periti nominati dalla Procura. Le persone imputate per l'incidente ferroviario sono in tutto 17. Si tratta di dipendenti, dirigenti e vertici della Ferrotramviaria, un dirigente del Ministero dei Trasporti e due direttori dell'Ustif di Puglia, Basilicata e Calabria che si occupano delle linee ferroviarie in concessione, oltre alla stessa Società Ferrotramviaria. Sono stati contestati, a vario titolo, i reati di disastro ferroviario, omicidio colposo, lesioni gravi colpose, omissione dolosa di cautele, violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro e falso.

Ricordiamo che nel processo sono costituiti parti civili – solo nei confronti delle persone fisiche - la Regione Puglia, i Comuni di Corato, Andria e Ruvo, alcune associazioni, i parenti delle vittime ed i passeggeri sopravvissuti, alcuni dei quali sono stati nel frattempo risarciti.
Anna Aloysi
  • incidente ferroviario corato
  • Incidente ferroviario
  • associazione Anna Aloysi
Altri contenuti a tema
Processo disastro Ferrotramviaria: nuova udienza riservata al controesame dei consulenti della Procura Processo disastro Ferrotramviaria: nuova udienza riservata al controesame dei consulenti della Procura Ad interrogarli i difensori di alcuni dei 18 imputati. Il processo è stato aggiornato al 9 settembre
Disastro ferroviario Andria-Corato, presentata un'interrogazione parlamentare al Ministro dei Trasporti Disastro ferroviario Andria-Corato, presentata un'interrogazione parlamentare al Ministro dei Trasporti Ieri, intanto, nell'aula del Senato un minuto di silenzio per ricordare le vittime della strage
Commemorazione a Bari delle vittime della strage dei treni Andria - Corato Commemorazione a Bari delle vittime della strage dei treni Andria - Corato Una corona di fiori è stata deposta dal presidente Emiliano e dal sindaco Decaro vicino alla lapide commemorativa in piazza Moro
Strage dei Treni, il Corpo dei Vigili del Fuoco ricorda l'immane tragedia Strage dei Treni, il Corpo dei Vigili del Fuoco ricorda l'immane tragedia Sui social ufficiali il racconto delle drammatiche ore dei soccorsi
Ripensando a quel 12 luglio 2016 -12 luglio 2020: "Fermiamoci un attimo" Ripensando a quel 12 luglio 2016 -12 luglio 2020: "Fermiamoci un attimo" Una breve riflessione del referente del Centro Igino Giordani di Andria, Gino Piccolo
Incidente ferroviario del 12 luglio: "Sta a noi fare in modo che non si ripeta più il disastro" Incidente ferroviario del 12 luglio: "Sta a noi fare in modo che non si ripeta più il disastro" Il ricordo del Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti Umani
Disastro ferroviario Andria-Corato, associazione Anna Aloysi: “Una ferita che sanguina da 4 anni” Disastro ferroviario Andria-Corato, associazione Anna Aloysi: “Una ferita che sanguina da 4 anni” La Presidente del sodalizio ricorda con una lettera aperta il dolore per la perdita della sorella Maria
Processo disastro ferroviario: controesame dei periti della Procura da parte della difesa Processo disastro ferroviario: controesame dei periti della Procura da parte della difesa Il collegio giudiziario ha quindi deciso per l'esclusione di 9 allegati degli 11 presenti nella perizia
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.