posto di controllo delle Forze dell'ordine
posto di controllo delle Forze dell'ordine
Attualità

Sparatoria nella villa comunale: vedette sulle bici elettriche sorvegliano il polmone verde cittadino

Un particolare inquietante sta emergendo dalle indagini in corso

E' durato lo spazio di poco meno di 48 ore ed alla fine quello osservato dalle Guardie Giurate Volontarie Zoofile di FareAmbiente si è rilevato veritiero e facile presagio di ben più nefasti eventi.

La Villa Comunale ma anche parco IV Novembre sorvegliati da vedette criminali e da pusher, che a bordo di biciclette elettriche tengono sotto controllo il mercato dello spaccio.

E' questa una delle novità che stanno emergendo dopo l'omicidio di Vito Griner ed il ferimento di Nicola Lovreglio avvenuto notte tempo, alla presenza di decine e decine di persone, nella villa comunale a pochi passi dalle giostrine dei bambini.

Questo particolare inquietante mette a nudo una vera e propria strategia che sarebbe stata posta in esecuzione da soggetti che scorrazzano in lungo e largo della villa comunale, a bordo di questi velocipedi, silenziosi e veloci, capaci di celare dosi di sostanza stupefacente e di raggiungere un capo e l'altro del vasto parco cittadino nel volgere di pochi minuti, lontano dagli occhi indiscreti delle autovetture delle Forze dell'ordine, .

Come dicevamo, solo poche ore prima, un resoconto, il primo redatto dalle G.G.V. di FareAmbiente metteva in evidenza "la necessità urgente che venga adottato un provvedimento di interdizione alle biciclette elettriche a pedalata assistita che rappresentano un vero e proprio pericolo per pedoni, bambini e animali a causa della spropositata velocità che riescono a raggiungere, spesso guidate anche da ragazzini. Infatti dalle relazioni di servizio si evidenzia, in particolare, la criticità rilevata a riguardo della sicurezza per la pubblica incolumità, compromessa da una pericolosa presenza di biciclette a pedalata assistita che scorrazzano liberamente a velocità sostenuta lungo viale della Passeggiata e all'interno della Villa comunale entrando ed uscendo pericolosamente dal portale di ingresso: transito facilitato dalla circostanza che risultano incomprensibilmente rimosse alcune barriere poste all'ingresso del portale principale che vanno assolutamente ed urgentemente ripristinate".

Ma la situazione sarebbe ben più grave. Pare infatti che molti dei soggetti che utilizzano questi mezzi, non solo in villa comunale ma in tutta la città, con la scusa di non avere più la patente di guida, essendo stata revocata o sospesa dall'Autorità giudiziaria, utilizzano questi mezzi, che si guidano senza casco e senza targa di identificazione e privi di copertura assicurativa, in maniera anonima, senza che alcuno possa fare controlli o verifiche.

Naturalmente non stiamo facendo di tutt'erba un fascio, ma cosa ci facciano dei giovanissimi a bordo di queste biciclette elettriche dalla mattina alla sera nella villa comunale o al monumento ai Caduti, e percorrere questi parchi continuamente in lungo e largo ci lascia qualche dubbio.

Una situazione quindi molto delicata e scottante, che sicuramente lascia disorientati e preoccupati per quanto potranno scoprire ed appurare le Forze dell'ordine. Se ciò fosse confermato è necessario correre subito ai ripari ed impedire a questi soggetti di utilizzare questi moderni e costosi mezzi di locomozione, per pratiche illegali, sottraendo di fatto parti del territorio cittadino al controllo esclusivo delle Forze dell'ordine.
  • monumento ai caduti andria
  • villa comunale andria
  • Droga
  • sparatoria andria
  • fareambiente movimento ecologista europeo
Altri contenuti a tema
Il Cantiere del Buongoverno-Andria 2020 aderisce alla Marcia per la Legalità Il Cantiere del Buongoverno-Andria 2020 aderisce alla Marcia per la Legalità "Marceremo in silenzio, con il garbo istituzionale che ci contraddistingue da sempre, senza vessilli e simboli di partito"
Ordine pubblico: intensificati i servizi della Compagnia Carabinieri di Andria Ordine pubblico: intensificati i servizi della Compagnia Carabinieri di Andria Questa mattina numerose perquisizioni e controlli lungo le vie stradali verso le località marine
Anche l'on. D'Ambrosio (M5S) parteciperà alla Marcia per la Legalità e, a proposito della Villa comunale ricorda...! Anche l'on. D'Ambrosio (M5S) parteciperà alla Marcia per la Legalità e, a proposito della Villa comunale ricorda...! "Secondo il vecchio progetto, la Villa Comunale avrebbe avuto una recinzione, che avrebbe consentito di controllare più agevolmente tale enorme spazio"
Sparatoria villa comunale, sen. Piarulli (M5S): “Ad Andria chiesto intervento militari” Sparatoria villa comunale, sen. Piarulli (M5S): “Ad Andria chiesto intervento militari” L’adozione del protocollo “Strade Sicure” ai ministri dell’Interno Salvini e della Difesa Trenta
A Palazzo Montecitorio risuona la sanguinosa sparatoria della villa comunale. Il VIDEO A Palazzo Montecitorio risuona la sanguinosa sparatoria della villa comunale. Il VIDEO Il parlamentare pentastellato Giuseppe D'Ambrosio chiede immediati rinforzi per Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza
Più controlli e implementazione di pattuglie di Polizia di Stato e Carabinieri ad Andria Più controlli e implementazione di pattuglie di Polizia di Stato e Carabinieri ad Andria La decisione è stata presa in Prefettura dopo l'agguato di ieri sera in cui è morto Vito Griner
Sparatoria in villa, Di Bari (M5S): "Chiesto l'intervento del Ministro dell'Interno per aumentare la sicurezza nella Bat" Sparatoria in villa, Di Bari (M5S): "Chiesto l'intervento del Ministro dell'Interno per aumentare la sicurezza nella Bat" Affinchè il territorio della provincia Bat rientri nel progetto "Strade Sicure"
Sparatoria Andria, Marmo (FI): "Fatto gravissimo. Serve fermezza dello Stato" Sparatoria Andria, Marmo (FI): "Fatto gravissimo. Serve fermezza dello Stato" "Ci vuole fermezza, senza proclami fumosi, per reprimere e combattere dei banditi senza scrupoli"
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.