Dentista
Dentista
Attualità

Piano vaccinale: i dentisti ANDI offrono il proprio contributo alla popolazione

Intervento del presidente Fabio De Pascalis. I nuovi componenti dell'esecutivo provinciale

I medici odontoiatri disponibili a fare la propria parte nell'ambito del piano vaccinale adottato dal Ministero della Salute. Dopo l'apertura al dialogo sottolineata dal presidente dell'Associazione Nazionale Dentisti Italiani (ANDI), Carlo Ghirlanda, il neopresidente eletto dell'ANDI Bari Bat, il dott. Fabio De Pascalis conferma la piena disponibilità dei medici odontoiatri ANDI, su base volontaria, a dare il proprio contributo per la campagna vaccinale anti Covid 19, al fine di raggiungere quanto prima il numero più alto di soggetti vaccinati. A fronte di 26mila soci ANDI a livello nazionale ed oltre 400 professionisti nelle sole province di Bari e Bat, i medici odontoiatri possono fornire un ottimo supporto per aumentare le potenzialità di somministrazione vaccinale. «E' nostra ferma intenzione fare la nostra parte per superare quanto prima questa emergenza – dichiara il presidente De Pascalis - e siamo pronti a vaccinare, con le modalità che potranno essere stabilite dalle autorità».

Il dott. De Pascalis, eletto nell'assemblea provinciale della sez. ANDI BARIBAT lo scorso 4 gennaio, raccoglie una sfida importante: «Raccogliamo il testimone in un momento drammatico della vita della nostra società, duramente colpita sia nella salute che nell'economia – spiega De Pascalis - Il compito che grava sul nuovo direttivo ANDI Bari/Bat non sarà semplice. Come Presidente non intendo nascondere i problemi che incombono sulla nostra professione proprio in questo frangente di estrema difficoltà; ritengo indispensabile la collaborazione di tutti per cercare di superare la molteplicità degli ostacoli che la vita, professionale e non, ci ha riservato nello scorso anno e che purtroppo sono destinati a protrarsi anche nell'anno appena iniziato». L'ANDI è l'associazione numericamente più rappresentativa della categoria, un punto di riferimento nella difesa della professione e soprattutto nel contrasto al turismo odontoiatrico sempre più diffuso. «Priorità di questo esecutivo e di tutto il consiglio – ricorda il presidente - sarà infatti quella di promuovere la cultura della salute orale e di evidenziare le migliori strategie da proporre ed adottare al fine di ostacolare fenomeni che illudono il paziente per sole ragioni di lucro. Terminata questa emergenza sanitaria, il nostro obiettivo sarà quello di tornare ad organizzare degli incontri sindacali e culturali di aggiornamento in presenza, mirati ad un progresso delle coscienze scientifiche e sindacali per poter svolgere al meglio la nostra professione, consapevoli del suo ruolo centrale nella società moderna».

Con il presidente De Pascalis, entrano a far parte dell'esecutivo provinciale il dott. Achille Nicola (vicepresidente), il dott. Sileno Tancredi (segretario), il dott. Francesco Pappalardi (tesoriere), il dott. Nicola Esposito (segretario sindacale) ed il dott. Domenico Lafornara (segretario culturale). Quanto alla composizione del Consiglio, alla prossima assemblea provinciale saranno eletti tre consiglieri che andranno ad aggiungersi agli attuali: il dott. Alessandro Colella, il dott. Domenico Marcello Caniglia, dott. Francesco Venturo, il dott. Ivan Dimitrj Ferrara, il dott. Luigi Zagaria, il dott. Michele Covelli, il dott. Michele Morgese, il dott. Michele Pellegrino, il dott. Nicola Achille, il dott. Nicola Cavalcanti, il dott. Nicola Vitobello, il dott. Roberto Maffei ed il dott. Danilo De Palo.
Da parte del presidente e dell'esecutivo neoeletto un ringraziamento al presidente uscente, dott. Arcangelo Causo, ed al suo esecutivo per il lavoro svolto in questi anni.
  • ordine dei medici bat
Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutte le notizie sulla pandemia che ha cambiato il mondo

1651 contenuti
Altri contenuti a tema
Piano per la ripartenza della scuola in sicurezza: la Regione detta le linee guida Piano per la ripartenza della scuola in sicurezza: la Regione detta le linee guida Dodici punti fondamentali. La Giunta ha stabilito che l'avvio del Piano è dal 1° febbraio 2021
Covid, nella Bat 124 nuovi casi sui 1.233 totali in Puglia Covid, nella Bat 124 nuovi casi sui 1.233 totali in Puglia Nel bollettino odierno registrati anche 30 decessi
Il Covid sposta le nozze e getta il settore in crisi: "Serve distretto del wedding" Il Covid sposta le nozze e getta il settore in crisi: "Serve distretto del wedding" La proposta è della consigliera regionale del M5S Antonella Laricchia
Vaccini anti Covid, partono le verifiche della Regione Puglia sulle somministrazioni Vaccini anti Covid, partono le verifiche della Regione Puglia sulle somministrazioni Il governatore Emiliano ha incaricato gli ispettori del NIRS, Nucleo ispettivo regionale sanitario
Covid-19, negli ospedali di Puglia occupato il 37% dei posti in Terapia Intensiva Covid-19, negli ospedali di Puglia occupato il 37% dei posti in Terapia Intensiva Superata dunque la “soglia critica” fissata dal Ministero della Salute al 30%
Covid, in Puglia 995 casi su oltre 11mila tamponi. Nella Bat 82 positivi Covid, in Puglia 995 casi su oltre 11mila tamponi. Nella Bat 82 positivi Nel bollettino odierno registrati purtroppo 30 decessi, di cui 4 nella sesta provincia
Covid-19, migliora la situazione ad Andria: 474 positivi Covid-19, migliora la situazione ad Andria: 474 positivi Il dato lo comunica la Sindaca che però invita sempre a non abbassare la guardia
Covid-19: 401 nuovi positivi ma meno di 4mila test analizzati Covid-19: 401 nuovi positivi ma meno di 4mila test analizzati Ci sono 32 decessi in Puglia. Nella Bat si registrano 21 nuovi contagi e 4 decessi
© 2001-2021 AndriaViva � un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.