Don Felice Bacco
Don Felice Bacco
Religioni

La ricerca della verità nel libro "Prove tecniche di discernimento” di don Felice Bacco

E' la seconda pubblicazione realizzata il 60enne sacerdote di Canosa di Puglia

Lunghi applausi hanno accompagnato la presentazione del libro intitolato "Prove tecniche di discernimento. Per vivere e non sopravvivere" per Edizioni Sant'Antonio di Don Felice Bacco che venerdì scorso, 26 aprile ha avuto luogo nella Cattedrale S. Sabino a Canosa di Puglia. Per l'occasione hanno preso parte : monsignor Luigi Renna, Vescovo della Diocesi di Cerignola e Ascoli Satriano; monsignor Luigi Mansi, Vescovo della Diocesi di Andria; il giornalista Francesco Rossi di Teledehon che ha fatto da moderatore, intervistando gli intervenuti e l'autore don Felice Bacco (60 anni), della Diocesi di Andria, parroco della Cattedrale di Sabino di Canosa di Puglia. Larga partecipazione di pubblico, di autorità cittadine e presidenti e rappresentanti delle locali associazioni socio-culturali, tra le quali : il sindaco di Canosa, Roberto Morra; l'assessore all'agricoltura Francesco Lops; il consigliere regionale Francesco Ventola, l'ex sindaco Ernesto La Salvia e il neo presidente della Fondazione Archeologica Canosina Onlus, Sergio Fontana.

Nei dettagli, il libro "Prove tecniche di discernimento. Per vivere e non sopravvivere" è suddiviso in quattro sezioni: la prima intitolata "Chiesa e Magistero"; la seconda, "Cultura e Bellezza"; la terza,"Botta e risposta con Corrado Augias e...altro" e la quarta, "San Sabino, La Cattedrale, La Comunità, La Città e i suoi tesori". Una raccolta significativa di articoli e di contributi scritti per diversi giornali e riviste, che hanno come comune denominatore la ricerca della verità, "purché essa sia frutto di salda preparazione culturale, profonda riflessione,meticoloso approfondimento, conseguente analisi delle problematiche alla luce della Parola di Dio e dell'insegnamento autorevole della Chiesa" .
Di particolare interesse è la corrispondenza con Corrado Augias sul quotidiano la Repubblica, su alcuni temi di etica della vita e della persona: "Ritengo che sia possibile esporre e ribadire la propria opinione senza oscurare le altre , dando spazio sul giornale anche a chi lo compra per confrontarsi serenamente in nome della libertà di pensiero, quella libertà e autonomia di pensiero a cui Lei - rivolgendosi a Corrado Augiassi ispira e che auspica, immagino per tutti".

L'ultima parte è dedicata alla città di Canosa di Puglia, alla sua storia e al suo ricco patrimonio storico/culturale, riportando anche un articolo sull' Ambone marmoreo di Acceptus della prima metà dell'XI secolo, "una delle opere architettoniche più belle e interessanti che si possono contemplare nella nostra Cattedrale, può essere considerato il compendio, quasi il filo conduttore che guiderà il lettore nella riflessione e nell'auspicabile condivisione dei temi trattati in ognuna delle quattro sezioni di questa raccolta." La stessa comprende un approfondimento sulla figura e l'opera evangelizzatrice di San Sabino, Vescovo dell'antica Diocesi Primaziale di Canosa tra il V e il VI secolo, amico di San Benedetto da Norcia, i cui rapporti sono documentati da San Gregorio Magno Papa. "Egli fu sicuramente un grande uomo ed è un grande santo nei confronti del quale la storia ha un debito di memoria e la cui vita ha ancora da insegnarci molto" come ha concluso Don Felice Bacco nella presentazione del libro "Prove tecniche di discernimento. Per vivere e non sopravvivere", nel corso della quale sono stati eseguiti alcuni brani dalla "Polifonica Cattedrale San Sabino" diretta dal M° Salvatore Sica con la partecipazione del soprano Lucia Diaferio che hanno allietato la serata attraverso musiche e canti di notevole intensità emotiva e devozionale verso la "Madre Amorosa", il titolo dell'inno alla Madonna della Fonte, vera primizia dell'umanità.

Don Felice Bacco ha conseguito il Baccellierato in Teologia presso la Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale di Napoli, Sez. San Luigi; la specializzazione e il dottorato di ricerca in Teologia Morale presso l'Accademia Alfonsiana di Roma. Il 30 giugno 1984 è stato ordinato presbitero e nel 1985 nominato Rettore del Seminario Vescovile che ha condotto fino al 1991. È iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti Pubblicisti, è caporedattore de "Il Campanile", periodico bimestrale di cultura ed informazione della Diocesi di Andria. Nel 2012, ha pubblicato il libro intitolato "Le Carte Dotali nella teologia e nella prassi delle celebrazioni matrimoniali della metà del XVI secolo. Le carte dotali di Canosa di Puglia" per Edizioni Viverein.
Don Felice BaccoPresentazione del libro "Prove tecniche di discernimento” di don Felice Bacco
  • Diocesi di Andria
  • mons. luigi mansi
Altri contenuti a tema
"Si è credenti solo quando si vive per gli altri": grande partecipazione al Convegno Ecclesiale Diocesano "Si è credenti solo quando si vive per gli altri": grande partecipazione al Convegno Ecclesiale Diocesano Prime due serate con i relatori presso l'istituto scolastico "R. Lotti", terzo giorno dedicato ai laboratori
Al via il Convegno Ecclesiale Diocesano: “Si prese cura di Lui” Al via il Convegno Ecclesiale Diocesano: “Si prese cura di Lui” Tre giorni di lavori alla presenza del vescovo Mons. Luigi Mansi
Realizzato il Calendario Pastorale della diocesi di Andria Realizzato il Calendario Pastorale della diocesi di Andria Le principali iniziative riguardanti la comunità diocesana per l'anno pastorale 2019-2020
Ad Andria il Convegno Ecclesiale Diocesano dal 14 al 16 ottobre Ad Andria il Convegno Ecclesiale Diocesano dal 14 al 16 ottobre Tre serate in programma presso l'istituto scolastico "Riccardo Lotti" in via Cinzio Violante, 1
"L’arte del prendersi cura": presentata la proposta formativa annuale dell’Ufficio Catechistico Diocesano "L’arte del prendersi cura": presentata la proposta formativa annuale dell’Ufficio Catechistico Diocesano Al centro la lettera pastorale di mons. Luigi Mansi sulla parabola del buon samaritano
Il "fidei donum" di Andria in Valle d'Aosta: don Antonio Leonetti Il "fidei donum" di Andria in Valle d'Aosta: don Antonio Leonetti E intanto il Vescovo di Andria, Mons. Luigi Mansi, ha richiamato in diocesi don Salvatore Sciannamea
La comunità del Sacro Cuore in festa La comunità del Sacro Cuore in festa Festeggiato il 75° e il 50° anniversario di vita religiosa di suor Teodora Miriantini e suor Angela Paradiso
La parrocchia di S. Michele Arcangelo e S. Giuseppe si prepara ai festeggiamenti in onore di San Michele La parrocchia di S. Michele Arcangelo e S. Giuseppe si prepara ai festeggiamenti in onore di San Michele Il programma redatto dai sacerdoti don Pasquale Gallucci e don Francesco Piciocco con il Consiglio pastorale parrocchiale
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.