olio d'oliva
olio d'oliva
Speciale

I costruttori dell’olivicoltura, la più importante industria green di Puglia guarda al futuro

Il resoconto del webinar promosso dall'OP Assoproli Bari

L'olivicoltura del futuro dovrà sempre più confrontarsi con il miglioramento dell'ambiente e della qualità della vita delle persone e dei territori, coniugando la produttività e la qualità tipica del nostro olio extravergine d'oliva con l'innovazione, costruendo percorsi virtuosi e sostenibili nel rispetto della biodiversità.

È questa la ricetta della più importante organizzazione dei produttori d'Italia, la OP Assoproli Bari, che ha promosso il webinar "I costruttori dell'olivicoltura" per dare risposte sulle strategie di sviluppo della più importante industria green di Puglia. Prendendo come spunto una delle parole più di tendenza del momento, costruttori, Assoproli ha promosso un think tank, letteralmente un serbatoio di pensieri, riunendo alcune tra le figure più autorevoli del mondo accademico pugliese con l'obiettivo di alimentare un dibattito tra chi, ogni giorno, produce uno dei prodotti simbolo della Puglia e dell'Italia nel mondo.

Per conservare il vantaggio competitivo derivante dalla lunga storia e dalla cultura millenaria della nostra terra, secondo Assoproli Bari, gli olivicoltori dovranno rinnovare i processi produttivi e le tecniche colturali, rafforzare la comunicazione del proprio brand legandola anche ad altri valori oltre quelli di una assoluta qualità, per garantire in ogni angolo della nostra regione e d'Italia un'esperienza diversa che solo il nostro Paese riesce ad esprimere anche grazie alla sua straordinaria ricchezza varietale e ambientale.

Inevitabilmente l'olivicoltura, conservando sempre l'etica nei rapporti di lavoro, dovrà aprirsi al futuro, riconoscendo il ruolo dell'innovazione sia nella gestione degli impianti, sia nella raccolta, e costruendo modelli sostenibili di economia circolare che passano dall'ottimizzazione dell'uso delle risorse idriche e dalla valorizzazione dei residui di produzione della filiera.
  • olivi
Altri contenuti a tema
Tensione nel comparto olivicolo, per la caduta dei prezzi dell'olio e la mancanza di sicurezza nelle campagne Tensione nel comparto olivicolo, per la caduta dei prezzi dell'olio e la mancanza di sicurezza nelle campagne Incontro a Palazzo di Città con il Sindaco Bruno delle Associazioni dei produttori. Si va verso azioni d'intervento comuni con altre Istituzioni locali
Crollo del prezzo dell'olio d'oliva. Sindaco Bruno valuta strategie d'azione comuni con altre amministrazioni Crollo del prezzo dell'olio d'oliva. Sindaco Bruno valuta strategie d'azione comuni con altre amministrazioni L'annuncio sui social, dopo l'approvazione del rendiconto avvenuta nella seduta consiliare
Xylella, monitoraggio con il contagocce e spuntano 11 olivi infetti tra Monopoli e Polignano Xylella, monitoraggio con il contagocce e spuntano 11 olivi infetti tra Monopoli e Polignano Coldiretti Puglia: "Fermare l'avanzata della malattia verso l'area ancora indenne"
Olivicoltura: con "Agrodriver" un consulente da campo per chi vuole innovare Olivicoltura: con "Agrodriver" un consulente da campo per chi vuole innovare Un servizio tencico, curato da Oliveti d'Italia per diffondere la piantumazione della cultivar FS-17 Favolosa
Risorse per 8 mln di euro per i frantoi oleari Risorse per 8 mln di euro per i frantoi oleari Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Governo sui contributi in conto capitale per le gelate del 2018
I costruttori dell’olivicoltura: il primo think tank per disegnare il futuro del settore I costruttori dell’olivicoltura: il primo think tank per disegnare il futuro del settore Webinar organizzato dalla OP Assoproli Bari venerdì 5 febbraio alle ore 17, in diretta su AndriaViva
Agricoltura: Accolte le richieste del comparto olivicolo nazionale dalla Conferenza Stato-Regioni Agricoltura: Accolte le richieste del comparto olivicolo nazionale dalla Conferenza Stato-Regioni Lo dichiara il sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L'Abbate
Olio di oliva in forte crescita in Puglia ma manca ancora una promozione coordinata della filiera Olio di oliva in forte crescita in Puglia ma manca ancora una promozione coordinata della filiera Se la regione produce oltre il 50% dell'extravergine italiano sconta ancora la mancanza di un Piano Olivicolo Nazionale
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.