Scuola media
Scuola media "Vaccina"
Scuola e Lavoro

Gli alunni della scuola "Vaccina" imparano il francese anche attraverso il teatro

Le classi terze spettatori de “Le Panache de Cyrano” con attori madre lingua

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Secondo le ultime statistiche, l'Italia si colloca all'ultimo posto, tra gli stati europei, per quanto concerne l'apprendimento e la conoscenza da parte degli studenti delle lingue straniere. Tale dato dovrebbe sollecitare gli insegnanti a rivedere e potenziare in questa direzione, i curriculi scolastici per tentare di colmare tale problema. Nel frattempo i docenti potrebbero affidarsi a numerose iniziative culturali messe in campo da diversi enti e organizzazioni capaci di alimentare negli studenti curiosità ed entusiasmo verso le lingue e le culture straniere.

Tra queste iniziative una delle più efficaci è sicuramente il teatro in lingua straniera, e il corpo docenti della scuola secondaria di I Grado "Padre Nicolò Vaccina", in particolare delle docenti di lingua francese: Quaquarelli, Mansi, Porcelluzzi, Serviddio, in accordo con la dirigenza, hanno fatto sì che anche quest'anno, nella giornata di ieri giovedì 23 Gennaio , gli studenti delle classi terze partecipassero come spettatori ad uno spettacolo con attori madre lingua francesi presso il teatro Showville di Bari.

Lo spettacolo "Le Panache de Cyrano" riadatta i contenuti della celebre opera di Edmond Rostand in maniera più snella pur mantenendo intatta la poesia e il sistema di valori che sottende alla storia d'amore tra Roxane, Cyrano e Christian. Un adattamento che ruota comunque intorno a valori quali la lealtà in amore e prima ancora nell'amicizia; alla gentilezza e al coraggio di affrontare situazioni difficili e drammatiche senza venir meno alla parola data. La versione meta – teatrale dell'opera, proposta dall'organizzazione di Erasmus Theater e che ha visto muoversi sulla scena attori giovanissimi e molto dinamici, inizia con un sipario già aperto e con tutto il materiale già in scena per la rappresentazione del Cyrano. Materiale semplice e poco sfarzoso.

Non esattamente quello che aveva in mente il povero impresario Armand de Montfort. Impresario che tuttavia sarà pronto ad andare in scena con i suoi attori di fronte ad un giovane pubblico di studenti, pronti a divertirsi e a partecipare attivamente. Un pubblico che ha applaudito tanto, che alla fine della rappresentazione si è anche cimentato nel porre domande in francese agli attori. Domande che interrogavano gli attori sul senso dell'opera originale, sul senso dell'adattamento, sulla loro passione per il teatro e sugli aspetti pratici della vita teatrale.

Ed è in questi contesti così dinamici, che senza paura di essere giudicati, gli studenti ci provano, si lanciano in un'iterazione in lingua che li diverte e li entusiasma. È attraverso queste operazioni di adattamento teatrale che i giovani scoprono storie che da sempre abitano nell'immaginario collettivo come la storia di Cyrano dal grande naso e dal cuore ancora più grande; avvicinandosi così alla letteratura e allontanandosi, per un paio d'ore, dal frastuono dei social e dei suoi sgrammaticati messaggi propagandistici. Viva il teatro e viva la poesia.
  • scuola vaccina
Altri contenuti a tema
Risultati positivi per la scuola "Vaccina" alla sfida internazionale “The Big Challenge” Risultati positivi per la scuola "Vaccina" alla sfida internazionale “The Big Challenge” Il concorso di lingua inglese è rivolto agli alunni della scuola media e da 15 anni si svolge in diversi Stati europei
1 La Scuola Vaccina in finale per la gara individuale del Kangourou della matematica La Scuola Vaccina in finale per la gara individuale del Kangourou della matematica Ottimo piazzamento per uno degli alunni della classe III G, Ruggero D’Agnello
Scuola "Vaccina", famiglia e forze dell’ordine: una rete di solidarietà per la didattica a distanza Scuola "Vaccina", famiglia e forze dell’ordine: una rete di solidarietà per la didattica a distanza L'istituto ha messo a disposizione di alcune famiglie i propri device, con la collaborazione della Polizia Locale
Antonietta Musaico Guglielmi: "una  cara amica e una collega esemplare nella dedizione al lavoro ed ai discenti" Antonietta Musaico Guglielmi: "una cara amica e una collega esemplare nella dedizione al lavoro ed ai discenti" Il ricordo di Maria Rosaria Inversi, Presidente dell’UniTre Andria
1 L’Agenzia Spaziale Europea seleziona la scuola “Vaccina” di Andria per il progetto “Mission Space Lab” L’Agenzia Spaziale Europea seleziona la scuola “Vaccina” di Andria per il progetto “Mission Space Lab” L'istituto andriese accede alla fase finale della prestigiosa competizione tra scuole
La scuola "Vaccina" di Andria in finale nazionale alle Olimpiadi di Problem Solving La scuola "Vaccina" di Andria in finale nazionale alle Olimpiadi di Problem Solving Realizzato un videogioco seguendo il tema “La capsula del tempo. Cosa lasceresti alle generazioni future?”
Seminario ad Andria su “Bullismo e cyberbullismo. Prendersi cura delle relazioni” Seminario ad Andria su “Bullismo e cyberbullismo. Prendersi cura delle relazioni” Organizzato da AIMC Andria, in collaborazione con AGe Andria e Opera Salesiana Andria
I giornalisti in erba della scuola "Vaccina" incontrano i rappresentanti di Legambiente I giornalisti in erba della scuola "Vaccina" incontrano i rappresentanti di Legambiente Grandi problemi e gesti quotidiani i temi al centro del dibattito
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.