Stele Giorno del Ricordo Andria
Stele Giorno del Ricordo Andria
Politica

Giorno del Ricordo, Fratelli d’Italia: «Percorso ancora tortuoso, ma necessario tenere viva la memoria»

Nota dei coordinatori cittadini, Giuseppe Pistillo e Salvatore Pistillo «Ricordare è un dovere assoluto»

Il 10 febbraio si celebra il Giorno del Ricordo. La giornata, regolamentata da una legge del 2004, mira a "conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale"
In occasione della "Giornata del Ricordo", istituita per non dimenticare le vittime delle foibe, i coordinatori cittadini di Fratelli d'Italia di Andria, Giuseppe Pistillo e Salvatore Pistillo, riflettono sulla necessità di «riservare alle vittime il dovere di informazione, di radicamento nella memoria nazionale e la pari dignità che meritano, se è vero che appare emblematico un dato: appena qualche anno fa, solo lo 0,6% degli studenti maturandi scelse il tema sulle foibe. Una prova tangibile della troppo prolungata rimozione dai libri di testo di questa sanguinosa pagina di storia del Paese».
I due coordinatori di Fratelli d'Italia insistono sul punto: «Vogliamo evidenziare quanto sia stato difficile e tortuoso il processo di disvelamento del dramma delle foibe, con tanti tentativi legislativi naufragati negli anni, e quanto arduo sia tutt'oggi quel cammino, considerato che ancora ci ritroviamo spesso a condannare atti di vandalismo che vengono perpetrati sul territorio italiano contro i simboli delle foibe e dell'esodo, con sfregi sulle targhe commemorative e sui monumenti in memoria delle vittime».
Giuseppe Pistillo e Salvatore Pistillo rilevano quanto sia indicativo che il Giorno del Ricordo (10 febbraio) sia celebrato pochi giorni dopo il Giorno della Memoria (27 gennaio), così come è significativo che l'istituzione delle due commemorazioni sia avvenuta a pochi anni l'una dall'altra: «E' indicativo – osservano – perché rappresentano drammi comuni vissuti dai popoli europei e italiani, figli entrambi della stessa cieca violenza che, a prescindere dalla "provenienza" ideale, ha indistintamente operato per scardinare i valori di fratellanza e solidarietà che attraversano questi popoli, allontanando gli stessi (e noi tutti, con loro) dal comune destino di cittadini europei».
Si aggiunga – sottolineano i coordinatori andriesi di Fratelli d'Italia – che quest'anno la commemorazione del Giorno del Ricordo è stata preceduta, alcuni mesi addietro, dalla storica risoluzione del Parlamento Europeo del 19 settembre 2019, che ha focalizzato l'importanza della memoria europea per il futuro dell'Europa. «Considerando – recita il documento – che la memoria delle vittime dei regimi totalitari, il riconoscimento del retaggio europeo comune dei crimini commessi dalla dittatura comunista, nazista e di altro tipo, nonché la sensibilizzazione a tale riguardo sono di vitale importanza per l'unità dell'Europa e dei suoi cittadini e per costruire la resilienza europea alle moderne minacce esterne», si sottolinea «l'importanza di mantenere vivo il ricordo del passato, in quanto non può esserci riconciliazione senza memoria» e si ribadisce «la posizione unanime contro ogni potere totalitario, a prescindere da qualunque ideologia».
Negli abissi delle Foibe furono gettati uomini, anziani, donne, bambini di qualunque ideologia, credo religioso, ceto sociale e senza distinzioni di responsabilità militari o politiche. Bisogna investire sul sentimento di appartenenza alla patria comune, poiché ritengo che il patriottismo, a differenza del nazionalismo, serva ad un popolo per amarsi e migliorarsi all'interno di un destino comune di pace e prosperità.
  • giorno del ricordo
  • giornata del ricordo
  • fratelli d'italia
Altri contenuti a tema
2 Post voto, centrodestra: "Scusa agli andriesi se dovranno scegliere tra restaurazione e populisti" Post voto, centrodestra: "Scusa agli andriesi se dovranno scegliere tra restaurazione e populisti" Nota dei referenti cittadini delle liste del centro destra: Scamarcio Sindaco, Andria Più, Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia
Post elezioni: «Nuova classe dirigente, partiti, ideali e comunità» Post elezioni: «Nuova classe dirigente, partiti, ideali e comunità» Il consigliere di Fratelli d'Italia Andrea Barchetta, prova ad indicare il futuro del centrodestra
Riccardo Frisardi con Fratelli d'Italia a sostegno dell'avv. Antonio Scamarcio Sindaco Riccardo Frisardi con Fratelli d'Italia a sostegno dell'avv. Antonio Scamarcio Sindaco Manifestazione questa sera, mercoledì 16 settembre, alle ore 20,30 in via Napoli 76/78
Presentata la lista di Fratelli d’Italia, Scamarcio: «Candidati forti, mi aspetto un exploit» Presentata la lista di Fratelli d’Italia, Scamarcio: «Candidati forti, mi aspetto un exploit» Il candidato sindaco del centrodestra ai candidati della lista: «Siete il mio "picchetto d'onore"»
L'ingegnere Pasquale Bruno, candidato per la lista Fratelli d'Italia a sostegno di Scamarcio Sindaco L'ingegnere Pasquale Bruno, candidato per la lista Fratelli d'Italia a sostegno di Scamarcio Sindaco Un breve profilo professionale, con i temi di maggiore interesse trattati: ambiente, edilizia ed energia
Una commercialista candidata alle regionali per Fratelli d'Italia Una commercialista candidata alle regionali per Fratelli d'Italia Alla sua prima esperienza politica, la dr.ssa Mariangela Matera è al momento la seconda candidata donna di Andria
Fratelli d'Italia: Giuseppe Dipaola è il nuovo Commissario per la Bat Fratelli d'Italia: Giuseppe Dipaola è il nuovo Commissario per la Bat Prende il posto del coordinatore provinciale Raimondo Lima, in corsa per le elezioni regionali
L'avv. Balducci rinuncia alla candidatura alle regionali mentre Fratelli d'Italia pronta per un esterno L'avv. Balducci rinuncia alla candidatura alle regionali mentre Fratelli d'Italia pronta per un esterno In queste ore si stanno chiudendo alcune vicende che potrebbero portare a delle novità sul fronte politico
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.