Presentazione di “Italia Olivicola”
Presentazione di “Italia Olivicola”
Attualità

Da "Italia Olivicola", nuova linfa ad un settore di vitale importanza

Verrascina interviene a presentazione consorzio: "Saremo al vostro fianco per affrontare criticità olivicoltura"

"Faccio i migliori auguri di buon lavoro al presidente di 'Italia Olivicola' Gennaro Sicolo e al vicepresidente Luigi Canino; è grazie al loro impegno, infatti, che oggi festeggiamo una giornata importante per l'agricoltura italiana e per il mondo olivicolo in particolare", ha detto il presidente della Copagri Franco Verrascina intervenendo ieri alla presentazione di "Italia Olivicola", nata dalla fusione tra il Consorzio nazionale degli olivicoltori-Cno e l'Unione nazionale dei produttori olivicoli-Unasco, svoltasi alla presenza del Sottosegretario all'agricoltura Alessandra Pesce e del presidente della commissione Agricoltura del Senato Gianpaolo Vallardi.

"La nascita di 'Italia Olivicola', derivante dalla fusione di due grandi unioni nazionali che rappresentano la storia, ma anche il futuro, del comparto, può dare nuova linfa a un settore di fondamentale importanza per l'economia del paese, nonostante le numerose criticità che lo affliggono, quali l'andamento climatico avverso, la Xylella e le problematiche legate alla redditività", ha aggiunto Verrascina.

"Si parla tanto di aggregazione, di sburocratizzazione e di semplificazione e oggi con questa fusione si dà un forte segnale in questa direzione, nell'interesse dell'intero settore, dei produttori e della filiera", ha continuato il presidente, spiegando che "la Copagri è al fianco di 'Italia Olivicola' per affrontare le criticità del settore con l'obiettivo di garantire un futuro all'olivicoltura".

"Da parte nostra, raccogliamo l'invito a costituire l'interprofessione, con il comune obiettivo di valorizzare la produzione nazionale e continuare a lavorare sulla qualità e sulla quantità, nell'interesse dei consumatori e per il giusto riconoscimento reddituale ai produttori", ha concluso Verrascina.
  • olio extravergine di oliva cultivar Coratina
Altri contenuti a tema
Olio d'oliva: crollo della produzione per quello pugliese, solo 87 tonnellate Olio d'oliva: crollo della produzione per quello pugliese, solo 87 tonnellate Le province di Bari, BAT e Foggia per colpa delle gelate contano i danni di un inverno disastroso
Un extravergine di Andria tra i 28 migliori di Italia selezionati da Legambiente Un extravergine di Andria tra i 28 migliori di Italia selezionati da Legambiente Il biologico dell'azienda Monterisi a Festambiente, la rassegna Degustazione Nazionale dell’olio extravergine d’oliva
Risorse agricoltura, olivicoltura esclusa. Sen. Damiani (FI): "Inaccettabile, filiera strategica per il territorio" Risorse agricoltura, olivicoltura esclusa. Sen. Damiani (FI): "Inaccettabile, filiera strategica per il territorio" Nota stampa del parlamentare barlettano, membro della Commissione Bilancio sulla esclusione, della olivicoltura dai premi accoppiati 2018
Un corso di formazione per tecnici oleari di alta specializzazione Un corso di formazione per tecnici oleari di alta specializzazione Iniziativa dell'Asso.Pr.Oli e rientra nell'ambito delle attività previste dai Regg. (UE) 611-615/2014 e s.m.i. – I annualità
Olio extra vergine d'oliva, educare il consumatore da false notizie Olio extra vergine d'oliva, educare il consumatore da false notizie Importante iniziativa dell’Associazione italiana dell’industria olearia
Nuovo rischio di invasione di olio d'oliva tunisino. Coldiretti Puglia si mobilita Nuovo rischio di invasione di olio d'oliva tunisino. Coldiretti Puglia si mobilita "Chiediamo ai Parlamentari pugliesi in Europa di coalizzarsi per fermare l'operazione che mette a rischio la produzione pugliese"
Onu e Oms contro olio Evo e made in Italy: una bufala, ma non troppo Onu e Oms contro olio Evo e made in Italy: una bufala, ma non troppo La lettura del rapporto ridimensiona le accuse. Ma resta il pericolo
Attacco di ONU e OMS all’olio EVO: «Dannoso come fumo» Attacco di ONU e OMS all’olio EVO: «Dannoso come fumo» Governo e CNO: «Pura pazzia per giustificare nuove tasse al made in Italy»
© 2001-2018 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.