Convegno UNAI ad Andria
Convegno UNAI ad Andria
Attualità

Coronavirus, UNAI si mobilita a tutela degli associati

Anche nella Bat sospesi i convegni e le assemblee condominiali

L'Unione Nazionale Amministratori di Immobili «segue con attenzione e la dovuta apprensione quanto sta accadendo nel mondo e in Italia, con particolare riguardo ai casi avvenuti nelle regioni del centro e del nord, - scrive il Presidente Nazionale di UNAI dott. Rosario Calabrese - cosicché ritiene opportuno raccomandare ai suoi associati e dirigenti di affrontare la situazione con la giusta cautela, senza essere superficiali, ma anche senza allarmismi. Il rischio è generale dal momento che il contagio è facilitato dagli spostamenti delle persone da un luogo all'altro e dai rapporti interpersonali e, a maggior ragione, di gruppo». A seguito dell'emergenza Coronavirus che sta colpendo l'Italia, UNAI si mobilita raccomandando agli iscritti le dovute precauzioni da assumere in un momento così delicato. Anche nella Bat, il Segretario Provinciale CSC dott. Angelo Frisardi e il Segretario Provinciale Sindacale Gianluca Sanguedolce sposano appieno la comunicazione ufficiale del presidente nazionale Rosario Calabrese, che di seguito riportiamo.

«Il Consiglio dei Ministri con il Decreto Legge 6 del 23 febbraio 2020 firmato dal Presidente della Repubblica e pubblicato sulla G.U. 45 del 23/2 ha dato delle indicazioni agli enti locali ed ai cittadini per fronteggiare la diffusione del corona virus nelle zone focolaio, nel quale si legge: "sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in un luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico". Questa formula è stata poi sostanzialmente riproposta nelle ordinanze emanate dalle Regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Liguria. Abbiamo notizia di numerose altre Regioni che, in via cautelativa, si apprestano a fare altrettanto.

Le Ordinanze delle Regioni Italiane del nord evidenziano criticità importanti ma dichiarate sotto controllo. Ciò non di meno, al contempo, al fine di evitare la ulteriore diffusione del virus, alcune hanno proceduto a delimitare lo spazio territoriale dei focolai già riscontrati mediante il contenimento perimetrale affidato alle forze dell'ordine. L'obiettivo è quello di limitare la diffusione del virus attraverso la riduzione, se non il completo annullamento, di assembramenti di persone a qualsiasi titolo. Il buon senso impone di adottare analoghi provvedimenti anche per quanto attiene alla nostra vita di relazione personale e professionale, con invito a tutti di verificare ed applicare gli specifici divieti emanati nella regione di residenza.

Considerato quanto sopra UNAI, per quanto di competenza, sia per ciò che riguarda l'attività associativa, sia per quanto riguarda l'attività professionale di Amministratori di Immobili, invita i propri iscritti alla prudenza e al rispetto delle norme igienico sanitarie emanate, ed emanande, dagli organi competenti e dal Servizio Sanitario Nazionale. Senza creare ingiustificati allarmismi e senza minimamente volersi sovrapporre alle prescrizioni date dalle Istituzioni Italiane nazionali e regionali, UNAI ritiene opportuno sensibilizzare i propri iscritti sulla criticità del momento che stiamo vivendo e suggerisce di adottare gli accorgimenti, prescritti dalle regioni Veneto, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Liguria, anche per la propria attività professionale e associativa. In particolare:

Per l'attività Associativa:
  • sospendere gli eventi UNAI organizzati a qualsiasi titolo;
  • non intraprendere alcuna organizzazione di nuovi eventi;
  • sospendere assemblee e consigli delle Sedi Locali;
Per l'attività di Amministratore:
  • sospendere le assemblee già convocate, nelle regioni dove vige il divieto di assembramenti pubblici e privati;
  • non convocare, dove possibile, alcuna assemblea fino a definizione del problema e in attesa di nuovi eventi;
  • informare i propri clienti di non convocare auto-assemblee.
L'obiettivo è quello di tutelare la salute dei cittadini. A tal fine suggeriamo di inviare una comunicazione ai condomini precisando che il rinvio delle assemblee (comprese quelle obbligatorie per legge o da regolamento) è dettato dalla necessità di evitare assembramenti in attesa di apposite comunicazioni da parte del Ministero della Salute o dal Consiglio dei Ministri. Nella circolare suggerire ai condomini di evitare qualsiasi assembramento nelle aree condominiali e di privilegiare le corse individuali nell'uso degli ascensori; parimenti inviare una circolare alle ditte di pulizia dei condomini, raccomandando pratiche di disinfestazione con alcool o amuchina le superfici dei condomini soggette al contatto con le mani (pulsantiere, corrimani, campanelli etc.). Parimenti invitiamo a limitare l'afflusso di persone ai propri studi professionali, suggerendo di privilegiare mezzi informatici (email, whatsapp etc.).

Ovviamente nelle regioni dove non vigano divieti, non è possibile derogare al dettato dell'art. 1130 c.c. co. 1 punto 10. Nelle regioni dove invece vige il divieto, con valenza per le attività sia pubbliche che private, è opportuno tener presente che, ove si tenessero assemblee, vi sarebbero conseguenze anche penali per l'amministratore. Per quanto attiene alle attività associative, invece, nelle regioni dove non vigono divieti è opportuno proseguire con l'attività solita e restare vigili in attesa di nuove disposizioni provenienti dalle Autorità Politiche Nazionali e dal Servizio Sanitario Nazionale con particolare riguardo ai Corsi che si sono organizzati o si stanno organizzando ai fini del D.M. 140/14.

Nel caso di novità, evitando allarmismi e disinformazione, Vi invito a farle pervenire alla sede nazionale al fine di poterla diffondere a tutti gli associati».
  • UNAI - Unione Nazionale Amministratori d'Immobili
Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutte le notizie sulla pandemia che ha cambiato il mondo

2953 contenuti
Altri contenuti a tema
Salute, dottor Delvecchio: «Il Covid è ancora presente, serve cautela» Salute, dottor Delvecchio: «Il Covid è ancora presente, serve cautela» La nota del presidente dell'Ordine dei medici della provincia Bat
"Condominio e amministratore: quando l'ingranaggio funziona", convegno UNAI ad Andria "Condominio e amministratore: quando l'ingranaggio funziona", convegno UNAI ad Andria All'Hotel Cristal Palace si è tenuto il terzo appuntamento dell'anno formativo 2022/23
Covid-19, per l'Oms fine dell'emergenza Covid-19, per l'Oms fine dell'emergenza Tutto è cominciato a gennaio 2020
A Palazzo di Città, un'opera d'arte per ricordare Vincenzo Sinisi A Palazzo di Città, un'opera d'arte per ricordare Vincenzo Sinisi Alla cerimonia prenderanno parte familiari, amici e conoscenti mercoledì 5 aprile, alle ore 19, nella Sala del Consiglio Comunale
Convegno dell'UNAI Bat ad Andria per la costituzione di un Albo degli amministratori Convegno dell'UNAI Bat ad Andria per la costituzione di un Albo degli amministratori Il Dirigente Gianluca Sanguedolce: «Tra i vantaggi vi è una vigilanza deontologica di cui la nostra categoria ha bisogno»
Bosco Rimembranza al quartiere San Valentino: sottoscritto patto di collaborazione tra Comune e Legambiente Andria Bosco Rimembranza al quartiere San Valentino: sottoscritto patto di collaborazione tra Comune e Legambiente Andria Nella Giornata nazionale in memoria delle Vittime dell'epidemia di Coronavirus
Un bosco per ricordare le vittime del Covid ad Andria Un bosco per ricordare le vittime del Covid ad Andria Sabato un patto con Legambiente per la sua realizzazione a San Valentino
La riforma della giustizia in tema di condominio: convegno dell'UNAI Bat La riforma della giustizia in tema di condominio: convegno dell'UNAI Bat Primo appuntamento dell'anno formativo 2022/23
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.