Centro Ricerche Bonomo
Centro Ricerche Bonomo
Vita di città

Centro ricerche Bonomo: il presidente Lodispoto replica a Mennea

"Dal tenore delle sue parole mi rendo conto che non ha piena contezza della situazione"

"La presa di posizione del Consigliere Regionale Ruggiero Mennea sulla vicenda del Centro Ricerche Bonomo, mi obbliga ad una serie di chiarimenti ma non senza stupore da parte mia: dal tenore della sua risposta mi rendo conto che il Consigliere Mennea non ha piena contezza della situazione relativa alla struttura, che consta di più plessi e vari immobili", il presidente della Bat Bernardo Lodispoto interviene per fare chiarezza sulla vicenda.

"In primo luogo voglio precisare che il progetto di rilancio attraverso la Cooperazione Internazionale Programma Interreg Grecia - Italia (Progetto "TheRoute_Net") intende proprio recuperare un patrimonio che, attualmente, versa in una condizione di totale abbandono e di degrado, per valorizzarlo e creare i presupposti affinché il Centro Bonomo venga recuperato e rifunzionalizzato, potendo così rientrare in una rete di Ostelli pubblici 4.0 in grado di supportare attrattori culturali ma anche percorsi enogastronomici. Il progetto, infatti, non prevede un banale ostello della gioventù ma una struttura di nuova generazione a servizio di studenti, professionisti, turisti, studiosi, paesaggisti e quanti si servono degli antichi cammini per sperimentare formule alternative di turismo esperienziale. Il finanziamento di 3,3 milioni di euro che ci consentirà di ridare lustro al generoso lascito della famiglia Bonomo, permette di recuperare dal punto di vista funzionale degli immobili che, in una logica intersettoriale, potranno offrire nuove prospettive economiche e sociali al territorio. Per quanto riguarda le strutture su cui si intende intervenire, laddove oggi lo stato di degrado è tale da causare infiltrazioni di acqua piovana persino all'interno dello stabile, verrà recuperato il vecchio convitto, già predisposto per accoglienza con stanze e bagni, refettori e spazi comuni, oltre ad alcuni spazi esterni di connessione. La struttura più moderna, nella quale si è tentato di fare ricerca negli scorsi anni e le cui attività sono cessate nel 2015, non è interessata dall'intervento: ben venga, dunque, un suo rilancio a favore dell'agricoltura!", chiarisce.

"Al consigliere Mennea, componente della Commissione Consiliare per l'Agricoltura della Regione Puglia ma particolarmente attivo nelle ultime settimane anche in merito alle procedure di vendita della Salina di Margherita di Savoia, rammento che per rilanciare la ricerca in agricoltura servono fatti, non parole o proclami. La ricerca è una cosa seria: per rilanciarla davvero in grande stile è necessario un progetto strutturato su azioni appropriate ed interlocutori idonei, che oggi non possono prescindere da un elevato profilo accademico e scientifico.
In considerazione del suo ruolo in seno alla Commissione Agricoltura, perché il Consigliere Mennea, che ben conosceva la situazione da quattro anni, non si adopera affinché vengano reperiti fondi per la ricerca in agricoltura e quindi verificare se vi siano le condizioni per un ulteriore progetto? Il Centro per la Ricerca è pronto e può svolgere sin da subito la sua funzione, integrandosi con le altre strutture che, in una logica di Centro Servizi efficace ed efficiente, possa recuperare l'intero complesso. Da parte mia, mi dichiaro pronto a rilanciare anche l'immobile destinato alla ricerca prima che vada anch'esso incontro ad un triste destino. Ma è bene ricordare, a scanso di equivoci, che la Provincia non ha competenze dirette in materia di politiche agricole.
Giusto per sgombrare il campo da qualsiasi fraintendimento, voglio precisare che all'indomani del mio insediamento avvenuto nelle scorse settimane ho semplicemente dato impulso ad un'opportunità che la Regione Puglia aveva prospettato all'Amministrazione che mi ha preceduto: mi sorprende dunque che il consigliere Mennea intervenga solo adesso nella vicenda. Entrando nel merito, ritengo che tale opportunità sia degna di considerazione e lungimirante rispetto ai programmi culturali e turistici del nostro territorio, che vanno di pari passo con la valorizzazione del nostro patrimonio enogastronomico. Pertanto, l'azione da noi oggi intrapresa certamente non confligge con altre auspicabili iniziative che, interessando la ricerca, non possono essere estemporanee ma vanno inserite in un contesto di grande qualità per far parte di un progetto in rete. Del resto, come ha saggiamente fatto notare con il suo intervento il Consigliere Regionale Sabino Zinni, una cosa non esclude l'altra e procedere al recupero della struttura può essere un modo per sbloccare una situazione che si era impantanata da anni", conclude Lodispoto.
  • centro ricerche bonomo
Altri contenuti a tema
Centro Ricerche Bonomo, Caldarone: «Politica virtuale e crisi reale» Centro Ricerche Bonomo, Caldarone: «Politica virtuale e crisi reale» Nota dell'ex Primo cittadino andriese: "l'azienda Papparicotta anch'essa in degrado e abbandono"
Centro Bonomo, Mennea: «Critiche assurde dalla Bat, si pensi a un progetto concreto per la ricerca» Centro Bonomo, Mennea: «Critiche assurde dalla Bat, si pensi a un progetto concreto per la ricerca» Il consigliere regionale replica al presidente della sesta provincia Lodispoto
Al Centro Bonomo di Andria una sezione del CIHEAM di Bari Al Centro Bonomo di Andria una sezione del CIHEAM di Bari L'idea di Flai e Cgil Bat "per il rilancio della ricerca”
Centro Ricerche Bonomo: "Meglio ostello che vederlo chiuso ed abbandonato" Centro Ricerche Bonomo: "Meglio ostello che vederlo chiuso ed abbandonato" Per la prima volta parla uno dei discendenti della Famiglia Bonomo, sul futuro di questa struttura ai piedi del maniero federiciano
CRB, Zinni: "Ostello e ricerca possono convivere" CRB, Zinni: "Ostello e ricerca possono convivere" Il consigliere regionale interviene nel dibattito sul futuro del centro
1 Centro ricerche Bonomo, Mennea: «Trasformarlo in ostello? Decisione incoerente per la nostra agricoltura» Centro ricerche Bonomo, Mennea: «Trasformarlo in ostello? Decisione incoerente per la nostra agricoltura» Intervento del consigliere regionale PD e componente della commissione Agricoltura
Il CRB diventa un ostello, Flai e Cgil: “Che fine fa la ricerca in agricoltura?” Il CRB diventa un ostello, Flai e Cgil: “Che fine fa la ricerca in agricoltura?” Nel consiglio provinciale deliberata la trasformazione della struttura ai piedi di Castel del Monte
Centro ricerche Bonomo: da polo di ricerca scientifica a struttura turistica Centro ricerche Bonomo: da polo di ricerca scientifica a struttura turistica Una fine ingloriosa per una struttura scientifica. L’ennesimo inganno della politica agli ex dipendenti
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.