Panorama di Andria
Panorama di Andria
Attualità

Cattivi odori in città: presentato esposto alla Procura della Repubblica

Già da qualche giorno la situazione stava creando preoccupazione da parte della cittadinanza

Il persistente cattivo odore che in alcune zone della città si stava avvertendo già da qualche giorno ha portato ad una novità: la presentazione di un esposto alla Procura della Repubblica.

"Una situazione diventata insostenibile che sta continuando a preoccupare i cittadini andriesi a causa delle emissioni nauseabonde che si registrano ripetutamente in molti quartieri cittadini.
Al fine di contribuire a far luce sulla delicata situazione è stato inviato da parte delle Associazioni "Io Ci Sono!" e "Comitato Quartiere Europa" di Andria, a firma di Savino Montaruli, un esposto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani, per mezzo del Comando di Polizia Locale di Andria, chiedendo interventi immediati ed urgenti".

Nell'esposto, viene rappresentato il fatto che "da alcuni giorni in modo persistente e duraturo ma già da moltissimi mesi e comunque da un periodo temporale sufficiente per indurci a preoccupazioni fondate, si avvertono emissioni sgradevoli nell'atmosfera che potrebbero essere sintomo di inquinamento olfattivo con presenza di odori che potrebbero dar adito a problemi di tossicità vista la loro caratteristica di essere ripetuti e per lunghi periodi di tempo.
Tale persistente situazione sta preoccupando moltissimo i cittadini andriesi, residenti in diversi quartieri della città, al punto che le segnalazioni, specie attraverso i Social Network, si stanno moltiplicando a dismisura.

Anche gli Organi di Informazione locali stanno continuando a monitorare la situazione dandone costantemente aggiornamenti e notizie mentre da parte dell'Ente comunale, del competente Assessorato e Uffici dirigenziali, ad oggi, non giungono notizie ufficiali in merito né tantomeno ne è stata informata la Consulta Ambiente della quale il sottoscritto è componente effettivo, eletto dal Forum delle Associazioni che ne fanno parte.
Alla luce di quanto sopra si trasmette la presente Nota Informativa, sotto forma di Esposto al fine di sollecitare opportune ed urgenti indagini finalizzate alla verifica della provenienza di tali cattivi odori che riteniamo potenzialmente dannosi per la salute umana nonché la verifica degli esiti delle segnalazioni prodotte dai cittadini ai competenti Uffici pubblici preposti alla vigilanza e controllo ed, infine, la verifica se ad oggi esistano condizioni logistiche ed organizzative tali da consentire gli idonei, opportuni ed efficaci interventi contro queste forme di abuso e di inquinamento ambientale.

Il presente esposto, evidentemente contro opera di ignoti, ha lo scopo di porre all'attenzione di questo Ecc.mo Procuratore della Repubblica tali accadimenti che riguardano l'interesse collettivo e la salute pubblica dei Cittadini andriesi ma anche dell'intero territorio affinché vengano effettuate le opportune indagini e valutata la sussistenza di eventuali profili di rilevanza penale di specifici fatti dedotti.
Per quanto sopra esposto e motivato il sottoscritto Savino Montaruli, come sopra identificato, chiede che l'Ecc.ma Procura della Repubblica adita Voglia disporre gli opportuni accertamenti in ordine ai fatti esposti in narrativa, valutando gli eventuali profili di illiceità amministrativa e/o penale degli stessi e, nel caso, individuare i possibili responsabili e procedere nei loro confronti.
Con riserva di denuncia-querela qualora dagli accertamenti emergessero fatti di reato procedibili a querela di parte e in ogni caso con riserva di legge per integrazioni e/o successive note informative integrative.
Chiede infine di essere avvisato ex art. 406 c.p.p. in caso di richiesta di proroga delle indagini preliminari ed ex art. 408 c.p.p. in caso di richiesta di archiviazione", ha quindi concluso Savino Montaruli.

Seguiremo quindi, nei prossimi giorni l'evolversi di questa inquietante vicenda.
esposto presentato
  • procura della repubblica trani
  • Savino Montaruli
Altri contenuti a tema
Aumento ticket d'accesso al mercato ortofrutticolo di Andria, la protesta di Unimpresa Bat Aumento ticket d'accesso al mercato ortofrutticolo di Andria, la protesta di Unimpresa Bat "Non si possono pagare millecinquecento euro l'anno per entrare al mercato"
Unimpresa e Casambulanti: "La Fiera d'Aprile deserta costa al Comune 50mila euro" Unimpresa e Casambulanti: "La Fiera d'Aprile deserta costa al Comune 50mila euro" Le organizzazioni di categoria intendono portare la vicenda oltre che all'attenzione del Vescovo Mansi anche del Commissario Tufariello
Sistema Trani, accuse anche per il magistrato Scimé Sistema Trani, accuse anche per il magistrato Scimé Lo riferisce l'Ansa: avrebbe preso 75mila euro
L'azzeramento totale del pagamento della Tosap per gli ambulanti del mercato settimanale L'azzeramento totale del pagamento della Tosap per gli ambulanti del mercato settimanale Montaruli (Unimpresa Bat): "Andria diventa la bandiera degli ambulanti d'Italia"
In consiglio comunale il bilancio di previsione senza il parere delle Consulte In consiglio comunale il bilancio di previsione senza il parere delle Consulte Montaruli di Unimpresa Bat critica questa procedura
Arriva la banca nel Quartiere Europa, ecco il giardino Arriva la banca nel Quartiere Europa, ecco il giardino Savino Montaruli: «Il nostro messaggio di benvenuto»
Andria, il Comune detta le regole del Commercio ma è il primo ad essere inadempiente Andria, il Comune detta le regole del Commercio ma è il primo ad essere inadempiente Nuovo intervento stampa di Savino Montaruli, Unimpresa Bat
Rapine ai Tir: scarcerato uno dei componenti della banda Rapine ai Tir: scarcerato uno dei componenti della banda Un bitontino, scampato al blitz della Polstrada si è intanto costituito alla giustizia
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.