C'è una nuova discarica in città in via Oberdan (Foto Riccardo Di Pietro)
C'è una nuova discarica in città in via Oberdan (Foto Riccardo Di Pietro)
Vita di città

Spunta una nuova discarica in città in via Oberdan

Il rottamatore misterioso ha colpito ancora

A pochi giorni dall'abbandono di un divano, adesso il resto dell'arredamento, sedie, comodini, materassi ed altro ancora.

E' uno spettacolo indecoroso camminare sul marciapiede che costeggia lo storico istituto scolastico "Oberdan", proprio accanto al cassonetto che viene utilizzato per la raccolta di indumenti usati e vicino al totem per il pagamento del parcheggio automobilistico e trovarsi questi ostacoli, tra l'altro impedendo materialmente agli utenti di poter effettuare il pagamento del parcheggio.

Ve lo avevamo raccontato nei giorni scorsi, avevamo già riportato l'abbandono nello stesso posto di un divano: adesso grazie all'impunità per i selvaggi malfattori, che stanno a testimoniare visivamente l'inciviltà imperante nella nostra comunità, si è ripetuto un nuovo scarico di rifiuti ingombranti in pieno centro cittadino.

Li hanno abbandonati lì addirittura anche lungo il percorso, tra l'altro vicino ad una vegetazione spontanea lungo il marciapiede, forse auspicando che qualcuno più civile di loro rimetta le cose a posto. Le fotografie a corredo dell'articolo rendono meglio l'idea.

Non si può accettare passivamente che gli abitanti del quartiere, che transitano in quella strada, debbano assistere inermi all'oltraggio sul loro territorio. E' un triste ritratto quello che continua ad offrirci via Oberdan.

Una vista che, secondo la testimonianza di un residente, purtroppo è pressoché abituale, caratteristica tipica degli abbandoni illeciti su aree pubbliche. E questo accade praticamente a poche decine di metri dal Comando della Polizia Municipale e degli Uffici comunali di piazza Trieste e Trento.
C'è una nuova discarica in città in via OberdanC'è una nuova discarica in città in via OberdanC'è una nuova discarica in città in via OberdanC'è una nuova discarica in città in via OberdanC'è una nuova discarica in città in via Oberdan
  • Rifiuti
Altri contenuti a tema
Lancio della spazzatura: ripresi e sanzionati gli sporcaccioni. IL VIDEO Lancio della spazzatura: ripresi e sanzionati gli sporcaccioni. IL VIDEO Matera: "Buona la sinergia tra cittadini e Polizia Locale"
1 Noi con l’Italia Andria: «Illegittime e inopportune le recenti ordinanze sindacali antisporcaccioni» Noi con l’Italia Andria: «Illegittime e inopportune le recenti ordinanze sindacali antisporcaccioni» «Perché questa amministrazione governa la città da oltre otto anni e sembra che solo oggi si sia accorta dei problemi legati alla inciviltà dei propri abitanti?»
Una panca a pochi passi dal salotto buono della città, sporcaccioni a "km 0" Una panca a pochi passi dal salotto buono della città, sporcaccioni a "km 0" L'abbandono dei rifiuti ingombranti non risparmia neanche il centro
Il "porta a porta" ad Andria: raccolta differenziata e (a volte) differente Il "porta a porta" ad Andria: raccolta differenziata e (a volte) differente Un nuovo modo di arredare il centro della città. Facciamo un breve ripasso delle regole!
Tari e PEF 2018: facciamo un po’ di chiarezza Tari e PEF 2018: facciamo un po’ di chiarezza Nota a cura di Fratelli d'Italia Andria e dell’ing. Antonio Mastrodonato
Rifiuti abbandonati e lacrime di coccodrillo Rifiuti abbandonati e lacrime di coccodrillo Questo succede tra via Canosa e Madonna dei Miracoli, passando per San Valentino
Aumento Tari: ormai è polemica aperta tra l'ARO Bt 2 e Grandaliano: "Nulla è cambiato nelle modalità e flussi di conferimento" Aumento Tari: ormai è polemica aperta tra l'ARO Bt 2 e Grandaliano: "Nulla è cambiato nelle modalità e flussi di conferimento" Stamane il dirigente Di Bari, dell'Ato2 aveva inviato una nota a cui è seguita una piccata contro replica
Degrado ed inciviltà, non è sempre colpa degli altri... Degrado ed inciviltà, non è sempre colpa degli altri... Ecco l'anfiteatro della villa comunale. La denuncia di De Mucci (FI Bat)
© 2001-2018 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.