abbandono rifiuti nel parco dell'alta Murgia
abbandono rifiuti nel parco dell'alta Murgia
Cronaca

Anche i Carabinieri Forestali di Andria impegnati nello scovare gli incivili dei rifiuti

Elevate sanzioni per i privati, fino a 3000 euro. Più salate per le imprese, i cui illeciti abbandoni sono sanzionati penalmente

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Fronte comune da parte delle Forze dell'ordine contro gli incivili di rifiuto selvaggio. Il contrasto al fenomeno dell'abbandono di rifiuti che deturpano i paesaggi tutelati del Parco dell'Alta Murgia è l'obiettivo delle recenti attività di sorveglianza poste in essere dai Carabinieri "Forestali" del Reparto Parco Alta Murgia di Altamura e delle Stazioni Parco dipendenti di Andria, Ruvo di Puglia, Gravina in Puglia e Altamura. Attenzionati, con appositi servizi di pattugliamento e monitoraggio, diversi siti utilizzati come micro discariche collocate ai margini delle città e sulle principali vie di comunicazione.

In ausilio dei Carabinieri anche strumentazioni di video e di fototrappolaggio, grazie alle quali è stato possibile immortalare i trasgressori mentre abbandonavano, con disinvoltura, merce di ogni tipo.
Come è noto, l'abbandono dei rifiuti è tassativamente vietato dalla normativa di settore ed è punito, per i privati, con sanzioni amministrative fino a 3000 euro. Più salato il conto per le imprese, i cui illeciti abbandoni sono sanzionati penalmente.
Le recenti attività dei Carabinieri Forestali si inseriscono in un più ampio piano sinergico di azioni di sorveglianza del Parco Nazionale dell'Alta Murgia che coinvolgono anche l'Ente Parco ed il Comune di Altamura.

Diverse le sanzioni amministrative elevate, in particolar modo negli agri dei comuni di Gravina e Altamura. I cittadini trasgressori, oltre a pagare i "verbali", dovranno provvedere alla bonifica dei luoghi, con la rimozione di quanto abbandonato illecitamente.
abbandono rifiuti nel parco dell'alta Murgiaabbandono rifiuti nel parco dell'alta Murgiaabbandono rifiuti nel parco dell'alta Murgiaabbandono rifiuti nel parco dell'alta Murgiaabbandono rifiuti nel parco dell'alta Murgia
  • Rifiuti
  • parco alta murgia
  • ambiente
  • Parco nazionale alta murgia
  • Carabinieri Forestali
Altri contenuti a tema
Oltre 350 ettari di pascolo e semi arborato in fumo: intervento di un canadair della Protezione civile Oltre 350 ettari di pascolo e semi arborato in fumo: intervento di un canadair della Protezione civile L'incendio ha visto l'impiego di numerose squadre dell'Arif, oltre a Vigili del Fuoco, Carabinieri forestali, volontari e Polizia Locale di Andria
1 Indagini dei Carabinieri Forestali di Andria e Ruvo portano alla denuncia presunto autore incendio bosco Acquatetta Indagini dei Carabinieri Forestali di Andria e Ruvo portano alla denuncia presunto autore incendio bosco Acquatetta Si tratta di un bracciante agricolo di 53 anni, residente a Spinazzola
Festival di topi, serpenti e zanzare, con tanti rifiuti abbandonati nella zona PIP Festival di topi, serpenti e zanzare, con tanti rifiuti abbandonati nella zona PIP Con le alte temperature salgono anche le proteste dei residenti e gli esercenti le attività artigianali
Verso un cambiamento di mentalità: ripulite le panchine di via Manara Verso un cambiamento di mentalità: ripulite le panchine di via Manara In azione i ragazzi del Progetto RED 3.0 (Reddito di Dignità) che collaborano con il settore Ambiente del Comune di Andria
Anche la Murgia osservata speciale della campagna 2020 anti incendi boschivi Anche la Murgia osservata speciale della campagna 2020 anti incendi boschivi Già oltre 700 gli episodi verificatisi quest'anno. Carabinieri forestali: «Individuate 13 aree sensibili sul territorio»
In contrada Centaro Muridano nuova discarica a cielo aperto In contrada Centaro Muridano nuova discarica a cielo aperto La zona, situata nei pressi di via Barletta, è ormai ricolma di rifiuti di ogni tipo
Interventi anti inquinamento: la Regione destina alle province € 3 mln Interventi anti inquinamento: la Regione destina alle province € 3 mln Il finanziamento consentirà di svolgere attività di indagine per individuare i responsabili dei danni causati all'ambiente
Ripulito il casolare diroccato in via Bisceglie Ripulito il casolare diroccato in via Bisceglie Anche la strada che conduce alla stazione ferroviaria Andria Sud è stata liberata dai rifiuti
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.