VIALE CRISPI. <span>Foto Riccardo Di Pietro</span>
VIALE CRISPI. Foto Riccardo Di Pietro
Politica

Ad Andria è il momento di sperimentare l'orario continuato?

La proposta è di ABC, il movimento politico di Andria Bene in Comune

A seguito delle ultime disposizioni emanate dal Governo per contrastare l'epidemia in corso, fra gli esercenti di molte città, compreso Andria, si è sviluppato un dibattito circa l'idea di provare a implementare anche da noi l'orario continuato per le attività, come avviene in altre zone d'Italia.
Il dibattito ha preso piede soprattutto in seguito all'obbligo per bar e ristoranti di chiudere alle 18:00. Se da un lato infatti, dove è abitudine fare orario continuato, l'apertura di questi esercizi combacia quasi perfettamente con la giornata lavorativa della gran parte dei cittadini - ossia dalle 09:00 alle 18:00, con una pausa pranzo fra le 13:00 e le 15:00 -, dove questa abitudine non c'è, la fascia di attività vera e propria si riduce alla sola mattina. Se di fatto la gran parte delle attività riaprono alle 16:30 o 17:00 e bar e ristoranti chiudono alle 18:00, è chiaro che le ore pomeridiane finiscono per non essere sfruttate.

"Per questa ragione riteniamo sia arrivato il momento di sperimentare anche sul nostro territorio cittadino l'orario continuato. Questo porterebbe diversi vantaggi.
- Come abbiamo accennato: le giornate delle attività commerciali sarebbero totalmente compatibili con quelle di bar e ristoranti e con quelle delle altre categorie, cosa che uniformerebbe gli orari, portando benefici generalizzati;
- Incrementerebbe la ristorazione a pranzo, aiutando così le categorie più colpite del DPCM;
- In questo periodo dell'anno si userebbero a pieno le ore di luce della giornata;
- Permetterebbe a tutti gli esercenti di compiere in orari ragionevoli le attività a cui sono obbligati una volta conclusa la giornata di lavoro. Pensiamo ad esempio alle attività di sanificazione, chiusura di cassa, riassetto dei locali", dicono i referenti di ABC.

"Esistono, da tempo, alcune categorie ed esercenti che in modo spontaneo applicano l'orario continuato; noi pensiamo che invece un test organico possa aiutare a comprenderne gli effetti prodotti sia sulla qualità della vita dei cittadini, sia sulle opportunità che possiamo cogliere. L'orario continuato potrebbe consentire ai cittadini, tra le altre cose, di diluire l'afflusso dei clienti evitando gli assembramenti, le file d'attesa all'esterno, di fare shopping durante le ore diurne evitando i pomeriggi invernali, e tanto altro che al momento forse ci sfugge.
Potremmo almeno provarci, facendolo per un periodo ben definito, alla fine del quale, assieme alle associazioni di categoria, si potrebbero tirare le somme. Del resto questa pandemia sta cambiando il mondo e potrebbe essere una buona mossa quella di provare a cambiare con lui".
  • Andria Bene in Comune
Altri contenuti a tema
Atmosfera natalizia nel centro storico di Andria Atmosfera natalizia nel centro storico di Andria Un nostro concittadino addobba il piccolo giardino urbano con oggetti e luci di Natale
Da oggi torna in funzione l’app “Ne u vò” Da oggi torna in funzione l’app “Ne u vò” Creata per segnalare alla Polizia Locale l’abbandono di rifiuti nelle periferie, o roghi illegali
Sabino Zinni e Giovanna Bruno all'apertura del Comitato elettorale di Pietro Zingaro Sabino Zinni e Giovanna Bruno all'apertura del Comitato elettorale di Pietro Zingaro Questa sera, lunedì 14 settembre, alle ore 19.30 in via Pisani angolo via Alfieri
Forza Italia replica ad Andria Bene in Comune: «Finalmente stanno imparando a leggere» Forza Italia replica ad Andria Bene in Comune: «Finalmente stanno imparando a leggere» La nota del delegato cittadino avv. Antonio Nespoli
Andria Bene in Comune: "le proposte per Andria di Forza Italia copiate pari pari dal Corriere" Andria Bene in Comune: "le proposte per Andria di Forza Italia copiate pari pari dal Corriere" Un caso di plagio letterario quello riferito ad un comunicato stampa redatto dagli azzurri di Andria
Giovanna Bruno:  «Andria non si vende, non si svende e non si prende in giro con chiacchiere a vuoto» Giovanna Bruno: «Andria non si vende, non si svende e non si prende in giro con chiacchiere a vuoto» Il candidato sindaco a capo di una coalizione di centrosinistra, rilancia sul terreno le proposte per la città
Andria Bene in Comune, sottopassaggio ferroviario: "Ogni giorno Nino Marmo si sveglia e…" Andria Bene in Comune, sottopassaggio ferroviario: "Ogni giorno Nino Marmo si sveglia e…" Il movimento civico che sostiene il candidato sindaco Giovanna Bruno, critica Marmo sulla proposta del sottovia della stazione di Andria sud
Andria Bene in Comune festeggia il primo anniversario dalla nascita Andria Bene in Comune festeggia il primo anniversario dalla nascita Ieri sera un momento conviviale con i cittadini a "Materia Prima" con la presentazione delle proposte e dei candidati al Consiglio Comunale
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.