abbandono rifiuti
abbandono rifiuti
Attualità

Abbandono dei rifiuti: Ad Andria in arrivo maxi multe e denuncia penale

L'assessore Savino Losappio: «Abbandonare i rifiuti è reato grave, multe fino a 20mila euro. Siete avvisati!»

«Abbandonare i rifiuti è reato grave, multe fino a 20mila euro. Siete avvisati!» sembra essere l'ultimatum lanciato dall'assessore all'ambiente del Comune di Andria, avv. Savino Losappio, dal suo profilo social.

Di fatto, una modifica del testo unico ambientale, in vigore dallo scorso 10 ottobre, inasprisce le sanzioni e l'abbandono dei rifiuti in strada diventa un reato penale. Previste maxi multe e la denuncia penale.

Quello che prima era sanzionato in via amministrativa, è diventato un reato. Questo significa che qualsiasi persona abbandona rifiuti in modo illecito e incontrollato rischia una denuncia penale. La modifica riguarda l'abbandono dei rifiuti tali e quali sul suolo, nel suolo e nei corsi e specchi d'acqua. A partire già dal sacchetto della spazzatura domestica si incorre nel penale.

Resta confermata, invece, una sanzione amministrativa solo per i rifiuti di piccolissime dimensioni, come i mozziconi di sigarette o fazzoletti di carta e simili.

Il privato che sarà individuato, autore di abbandoni di rifiuti, verrà, quindi, denunciato alla competente Procura della Repubblica e dovrà corrispondere entro trenta giorni dalla notifica, una cifra di 2.500 euro, non rateizzabile (aumentata fino al doppio se si tratta di rifiuti pericolosi, come sono, ad esempio, i frigoriferi, i motori, i tubi al neon, rifiuti contenenti amianto, ecc.), se vorrà estinguere il reato senza subire un processo.

L'abbandono dei rifiuti è uno dei problemi più ostici della città di Andria, e si spera che la stretta sui controlli e l'inasprimento delle sanzioni amministrative e penali possano essere un vero deterrente per la salvaguardia del nostro patrimonio ambientale.
  • ambiente
  • savino losappio
Altri contenuti a tema
L' Aqp avvia interventi pianificati di sanificazione e lavaggio reti fognarie: I° ciclo deblattizzazione nella città di Andria L' Aqp avvia interventi pianificati di sanificazione e lavaggio reti fognarie: I° ciclo deblattizzazione nella città di Andria Una serie di interventi sono in corso, fino al 30 aprile 2024 ad esclusione dei sabati e delle domeniche
Piccolo allagamento di una aiuola del giardino di piazza Unità d’Italia Piccolo allagamento di una aiuola del giardino di piazza Unità d’Italia La nota dello storico ecologista Nicola Montepulciano
On. Matera (FdI): "Auspico che dati ARPA, su qualità dell’aria, confermino ufficialmente quelli del Forum Ricorda e Rispetta" On. Matera (FdI): "Auspico che dati ARPA, su qualità dell’aria, confermino ufficialmente quelli del Forum Ricorda e Rispetta" I dati sulla qualità dell'aria ad Andria, sulla base di cinque sensori posizionati in città dalla ditta Wiseair di Milano
Monitoraggio delle centraline del Forum Ambiente e Salute Monitoraggio delle centraline del Forum Ambiente e Salute In 9 mesi, 244 giorni di buona qualità dell’aria
Ancora sversamenti di rifiuti mentre il Comune ripulisce le strade rurali e quelle extraurbane Ancora sversamenti di rifiuti mentre il Comune ripulisce le strade rurali e quelle extraurbane Durante la scorsa notte, scarico allo svincolo del SS. Salvatore, sulla ex sp 231 per Canosa
Ecomafie, Coldiretti: Puglia al secondo posto per crimini ambientali Ecomafie, Coldiretti: Puglia al secondo posto per crimini ambientali A causa dello sversamento nelle campagne di rifiuti di ogni genere
Ecomafie, ad Andria rifiuti negli oliveti: "danno incalcolabile" Ecomafie, ad Andria rifiuti negli oliveti: "danno incalcolabile" La denuncia di Coldiretti Puglia: "la Puglia al secondo posto per reati ambientali"
La mia scuola è differente, concorso per le scuole andriesi presentato in Regione La mia scuola è differente, concorso per le scuole andriesi presentato in Regione Con l'assessore Losappio e il consigliere Malcangi
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.