Nuzzi
Nuzzi
Viva Food

Caseificio fratelli Nuzzi, questa è vera passione

Ricotta incomparabile e Burrata “ da consorzio”, pura tradizione

Quando i fratelli Nuzzi avviarono il caseificio situato in via Maraldo oltre trent'anni fa, questo era poco più di un laboratorio dove si producevano pochi prelibati prodotti, quali ricotte, mozzarelle e un paio di varietà di formaggi.

Nel corso di mezzo secolo la selezione si è arricchita di sapori e consistenze ancorate alla tradizione e alla tipicità del territorio. La ricotta e la burrata, da sempre prodotto seguendo la metodica ormai prevista nel disciplinare del Consorzio della Burrata IGP, sono il cavallo di battaglia di questo pregevole caseificio nato oltre mezzo secolo fa per effetto del dinamismo imprenditoriale di Salvatore, Antonio e Vincenzo Nuzzi.

Oggi quel piccolo laboratorio caseario si è trasformato in un'azienda, senza perdere quella bontà, quella semplicità di un tempo. Un'azienda che ha mantenuto inalterato il sapore eccelso della ricotta, dolce e cremosa, della mozzarella, del caciocavallo, degli affumicati, di tutti i prodotti buoni della tradizione di Andria.

Un gusto ineguagliabile, che sa di buono, che sa di tradizione, che colpisce con un odore incomparabile: assaporare queste primizie rimanda il pensiero all'impegno, alla fatica di casari che hanno sempre svolto un lavoro non facile ma capace di dare soddisfazioni. Odori e sapori dunque che rimandano quasi ad un patto intimo con il gusto, prodotti derivati dal latte creati come gioielli gastronomici da mani sapienti, degni di essere sempre presenti sulle nostre tavole che odorano di latte, di formaggi, di semplicità, di buono.
  • agroalimentare
Altri contenuti a tema
Successo della raccolta firme per bloccare i cibi senza l'origine in etichetta Successo della raccolta firme per bloccare i cibi senza l'origine in etichetta Coldiretti ha raccolto l'adesione e l'impegno del presidente del consiglio Giuseppe Conte. Dalla Puglia oltre 50mila firme
Bene l'export per i prodotti dell'agroalimentare pugliese. In calo solo l'olio d'oliva Bene l'export per i prodotti dell'agroalimentare pugliese. In calo solo l'olio d'oliva Sono i dati riferiti al primo semestre del 2019, ma già si guarda ad una ripartenza degli scambi con l'estero per il nostro olio
Cresce in Puglia il cibo di strada, ed una azienda su 4 è donna e giovane Cresce in Puglia il cibo di strada, ed una azienda su 4 è donna e giovane Il nostro agroalimentare è il più apprezzato, ma anche il più copiato al mondo
Legge anti-spreco alimentare, sottoscritto protocollo con la Regione Legge anti-spreco alimentare, sottoscritto protocollo con la Regione Cia Puglia: "Attivata la filiera virtuosa per destinare le eccedenze agricole alle famiglie bisognose"
Andria, Barletta, Bisceglie e Trani insieme contro gli sprechi alimentari e farmaceutici Andria, Barletta, Bisceglie e Trani insieme contro gli sprechi alimentari e farmaceutici Venerdì 15 febbraio la presentazione del bando regionale
In Puglia buttati annualmente in pattumiera 310mila ton. di cibo: ecco il decalogo antisprechi In Puglia buttati annualmente in pattumiera 310mila ton. di cibo: ecco il decalogo antisprechi Pochi semplici accorgimenti per evitare di buttare il cibo
Decreto legge semplificazione, Coldiretti: "Arriva l'etichetta Made in Italy" Decreto legge semplificazione, Coldiretti: "Arriva l'etichetta Made in Italy" Soddisfazione dai vertici del sindacato di categoria: "Obbligo indicazione di origine di tutti gli alimenti é nostra vittoria"
Marina Mastromauro: «Per Granoro ricordo la grande lezione del mio papà» Marina Mastromauro: «Per Granoro ricordo la grande lezione del mio papà» «Una scelta di campo, preferiamo materie prime pugliesi e italiane»
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.