Comando Polizia Municipale
Comando Polizia Municipale
Enti locali

Ufficio Tributi a Palazzo di Città, Socio-sanitario, Ambiente e Mobilità a piazza Trieste e Trento

Adesso è ufficiale, la riorganizzazione degli uffici avverrà a cura del Commissario Prefettizio

Adesso è arrivato il crisma dell'ufficialità: la riorganizzazione degli uffici comunali sarà esecutiva già nelle prossime settimane, solo che a passare alla fase attuativa della deliberazione di giunta comunale, la n. 68 del 17 aprile u.s. non sarà più l'amministrazione di centro destra guidata da Nicola Giorgino bensì il Commissario Prefettizio, atteso già nei prossimi giorni a Palazzo di Città.

Secondo quanto stabilito dall'ex esecutivo comunale, atteso che gli uffici del Corpo di Polizia Locale da piazza Trieste e Trento sono ormai stati tutti trasferiti al 1° ed al 2° piano dell'ex-Pretura di via Michelangelo Buonarroti -dove attualmente è presente al piano terra il Giudice di Pace-, adesso toccherà all'Ufficio Tributi lasciare il campo e trasferirsi presso il piano terra di piazza Umberto I e via Mura San Francesco, dove si trovavano gli ambienti che ospitavano l'Ufficio Reclami e lo Sportello Universitario -chiusi da tempo- e prima ancora gli storici uffici dello Stato Civile ed Anagrafe.

Questo trasferimento si rende oltre modo urgente, in quanto in via Bari si dovranno compiere i lavori per alloggiare la Compagnia della Guardia di Finanza, che lascia l'attuale palazzina in cui è in affitto. Il Comune di Andria ha infatti stabilito, attraverso una concessione in comodato d'uso gratuito, il trasferimento di detto bene alle Fiamme Gialle. Solo che per ospitare questa installazione militare sarà necessario effettuare dei lavori edili all'attuale immobile comunale.

Altro trasferimento a breve scadenza, riguarderà l'ufficio di collocamento, ora chiamato Centro Provinciale per l'Impiego, che lascia i locali in locazione di via Spontini, dove tra l'altro il Comune è sotto sfratto per non aver adempiuto ai relativi pagamenti, per sistemarsi nei locali di proprietà comunale, siti al piano terra tra via Potenza e viale Venezia Giulia, locali attualmente occupati dal Settore Ambiente e Mobilità.

Per quanto riguarda, invece proprio il Settore Ambiente e Mobilità ed il Settore Socio sanitario, entrambi si divideranno gli uffici del Palazzo comunale di piazza Trieste e Trento, al piano terra, 1° e 2 piano, lasciati liberi dalla Polizia Locale.

Con questi trasferimenti il Comune risparmierà -finalmente- canoni annuali di locazione pari a circa 70 mila euro, divisi tra il Centro provinciale per l'Impiego (via Spontini) ed i due piani del palazzo privato di via Mozart, sedi del Settore Socio sanitario, che vengono lasciati dopo circa un ventennio.

Tramonta così l'iniziale progetto di vedere trasferito il Settore Socio Sanitario presso l'immobile ubicato in viale Orazio n. 5 angolo via Barletta, già sede del Centro di Riabilitazione della Asl/Bt, e ceduto al Comune di Andria con lo scambio di beni avvenuto circa due anni fa tra le due Amministrazioni.

Un immobile quello di viale Orazio, divenuto adesso di proprietà del Comune, che adesso seppure fatiscente e bisognevole di importanti lavori di ristrutturazione, potrebbe essere destinato ad altri uffici comunali o di altre istituzioni pubbliche.
  • Comune di Andria
  • mobilità andria
  • polizia municipale andria
  • servizi sociali
  • ambiente
  • assistenti sociali
  • Centro per l'Impiego Andria
  • polizia locale
Altri contenuti a tema
Regionali: Berlusconi riceve dai vertici di Forza Italia Puglia la lista dei possibili candidati (tra cui Marmo) a presidente Regionali: Berlusconi riceve dai vertici di Forza Italia Puglia la lista dei possibili candidati (tra cui Marmo) a presidente Un confronto con gli alleati di Fratelli d'Italia e Lega potrebbe portare ad una decisiva svolta
Una bellissima soleggiata domenica di metà ottobre, tra rifiuti di ogni tipo dentro il boschetto di Sant'Agostino Una bellissima soleggiata domenica di metà ottobre, tra rifiuti di ogni tipo dentro il boschetto di Sant'Agostino Una ulteriore, sconvolgente testimonianza di quello che accade nelle nostre campagne da parte dell'arch. Francesco Nicolamariano
1 Residenti di via Stazio: assediati da erba infestante e cumuli di rifiuti Residenti di via Stazio: assediati da erba infestante e cumuli di rifiuti Appello al Comune ed alla Sangalli ad intervenire. Ma ci sono anche i tombini della fogna a rischio cadute
D'Ambrosio (M5S): "I cambiamenti epocali di Giorgino e Marmo. Piove nell'ufficio Anagrafe" D'Ambrosio (M5S): "I cambiamenti epocali di Giorgino e Marmo. Piove nell'ufficio Anagrafe" Sarcastico post del parlamentare pentastellato che immortala una situazione a dir poco disagevole
E' la dr.ssa Brunella Asfaldo il nuovo Segretario generale del Comune di Andria E' la dr.ssa Brunella Asfaldo il nuovo Segretario generale del Comune di Andria Proviene dal Comune di Battipaglia. Oggi il saluto nella città campana mentre il suo insediamento ad Andria è previsto per lunedì 14 ottobre
Marmo (FI): "Opinabile gestione del personale al Comune di Andria" Marmo (FI): "Opinabile gestione del personale al Comune di Andria" Il presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, critica alcuni provvedimenti adottati
L'Alternativa sulla vicenda dell'ass. FareAmbiente: "Ci sono delle regole da rispettare" L'Alternativa sulla vicenda dell'ass. FareAmbiente: "Ci sono delle regole da rispettare" Secondo il movimento civico di centro sinistra: "Miscioscia, la promessa di sede e vettura se l'era fatta praticamente da solo"
Libri di testo, Sinisi (Confcommercio): “Chiediamo chiarezza su alcune procedure” Libri di testo, Sinisi (Confcommercio): “Chiediamo chiarezza su alcune procedure” Chiesto l’intervento del Commissario prefettizio Tufariello in merito ad una vicenda che riguarda un cartolibraio associato
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.