Fidelis Andria
Fidelis Andria
Sport

Tra Fidelis e Savoia è sempre perfetta parità: al "Degli Ulivi" finisce 0-0

Biancazzurri poco cinici e anche sfortunati: traversa di Petruccelli e di Gregoric nel finale

Solo un punto e tanto rammarico per le occasioni create. La Fidelis Andria non va oltre lo 0-0 contro il Savoia al "Degli Ulivi" e subisce il sorpasso dell'Altamura in classifica, perdendo momentaneamente il quinto posto e dunque l'ultima posizione utile per giocarsi i play-off. Gara poco spettacolare ma i biancazzurri ci hanno provato fino all'ultimo secondo, sciupando alcune occasioni clamorose che avrebbero meritato maggior fortuna. Federiciani e campani ancora a braccetto a quota 43 punti: gode l'Altamura che con il successo casalingo contro il Gragnano raggiunge la quinta piazza in classifica.

3-5-2 per i biancazzurri di mister Potenza con Addario tra i pali e il trio difensivo composto Gregoric, Cipolletta e Benvenga; in mediana Petruccelli, Piperis e Bortoletti con Zingaro e Paparusso ad agire sulle corsie esterne; Varriale e Cristaldi nel pacchetto offensivo. 4-3-3, invece, per il Savoia del tecnico Campilongo.

Al 10' il primo tentativo del match con la conclusione dal limite dell'area di Varriale, tiro centrale bloccato da Savini. Prima parte di gara non entusiasmante dal punto di vista del gioco e dello spettacolo, ma dopo un equilibrio iniziale è la Fidelis a tenere maggiormente il possesso del pallone e a tentare qualche sortita offensiva in più rispetto agli avversari. Per i biancazzurri, opportunità al 26' con Paparusso che da posizione decentrata in area rientra sul destro e calcia a giro verso il secondo palo, ma Savini è attento e si distende per respingere la conclusione. Al 35' ottimo scambio tra Paparusso e Benvenga sulla fascia sinistra, cross basso del numero 29 andriese per Varriale che controlla lasfera in area di rigore e lascia partire un destro insidioso indirizzato all'angolino basso che Savini respinge distendendosi a fatica. Ma l'occasione più ghiotta per la Fidelis arriva due minuti più tardi con Petruccelli, che dribbla tre avversari in area di rigore e scarica un destro preciso che colpisce in pieno la traversa. Fidelis arrembante nella seconda parte del primo tempo e Savoia che non riesce a costruire azioni interessanti e soprattutto ad impensierire Addario, arroccandosi nella propria metà campo. Il direttore di gara concede quattro minuti di recuper e poco prima del duplice fischio i padroni di casa sfiorano il vantaggio ancora con Varriale: cross di Zingaro per il numero 17 che colpisce di testa da pochi passi mandando però la sfera sopra la traversa.

Stessi ventidue in campo nel secondo tempo, che si apre con una buona opportunità dopo 8 minuti per i federiciani con il calcio di punizione di Petruccelli da posizione interessante, cross al centro per Piperis che stacca di testa e spedisce la sfera di poco fuori. Prova a svegliarsi anche il Savoia facendosi vedere per la prima volta in maniera pericolosa dalle parti di Addario al 13': cross basso di Rekik verso il centro dell'area di rigore ma non c'è nessum compagno pronto per la deviazione vincente. Sfida più equilibrata nella fase centrale della seconda frazione di gioco: ospiti più presenti nella metà campo avversaria anche se è sempre la squadra di casa a metterci più determinazione dalla trequarti in su, pur non creando serie occasioni da rete. Mister Potenza prova a far saltare in banco inserendo Siclari e Adamo negli utlimi dieci minuti per una maggiore trazione offensiva, ma non succede nulla di rilevante fino al 90'. Il direttore di gara assegna cinque minuti di recupero e l'ultimo giro di lancette strozza in gola l'urlo di gioia dello stadio per due volte in pochi secondi: la prima occasione parte dal cross di Zingaro per Gregoric che da pochi passi colpisce di testa a botta sicura ma la sfera si stampa clamorosamente sulla traversa; poco dopo, è Adamo ad avere una ghiotta opportunità ma il numero 98 sciupa tutto calciando da una posizione poco favorevole. Il triplice fischio del direttore di gara sancisce la fine di una sfida in cui la Fidelis ha raccolto molto poco rispetto a quanto costruito; ora testa al Gragnano per continuare ad inseguire il sogno play-off.
FIDELIS ANDRIA (3-5-2): 1 Addario; 29 Gregoric, 55 Cipolletta, 19 Benvegna (86' - 82 Siclari); 2 Zingaro, 15 Petruccelli, 4 Piperis (79' - 98 Adamo), 21 Bortoletti, 33 Paparusso (83' - 6 Forte); 17 Varriale, 9 Cristaldi. PANCHINA: 12 Zinfollino, 3 De Filippo, 6 Forte, 10 Manno, 11 Carrotta, 13 Matera, 24 Losito, 82 Siclari, 98 Adamo. ALLENATORE: Alessandro Potenza

SAVOIA (4-3-3): 1 Savini; 2 Nives, 6 Poziello, 19 Guastamacchia, 3 Esposito; 4 Costantino (56' - 23 Maranzino), 8 D'Ancora (66' - 9 Del Sorbo), 7 Alvino; 29 Rekik, 90 Diakitè (83' - 98 Ayina), 18 Gatto. PANCHINA: 12 Scolavino, 9 Del Sorbo, 10 Tedesco, 14 Imbriola, 16 Liguoro, 17 Franzese, 23 Maranzino, 27 Rondinella, 98 Ayina. ALLENATORE: Salvatore Campilongo

SQUALIFICATI: Cacace (SA)

INDISPONIBILI: Iannini (FA), Porcaro (FA), Bozic (FA)

MARCATORI: /

AMMONITI: 36' D'Ancora (SA), 48' Gatto (SA), 61' Paparusso (FA)

ESPULSI: /

ARBITRO: Mauro Gangi, sezione di Enna

ASSISTENTI: Andrea Pasqualetti, sezione di Aprilia; Marco Giudice, sezione di Frosinone

RECUPERO: 4' p.t; 5' s.t.
  • Fidelis Andria
Altri contenuti a tema
Ribaltone da urlo della Fidelis, Sarnese battuta 1-2 nel finale Ribaltone da urlo della Fidelis, Sarnese battuta 1-2 nel finale Adamo e Siclari rimontano il vantaggio campano di Sellitti
Super Cristaldi e Varriale fanno volare la Fidelis: a Nola splendido 0-3 biancazzurro Super Cristaldi e Varriale fanno volare la Fidelis: a Nola splendido 0-3 biancazzurro Nessun rischio per i federiciani, che colpiscono anche due legni
Nola-Fidelis, mister Potenza: «Vincere senza fare calcoli» Nola-Fidelis, mister Potenza: «Vincere senza fare calcoli» Assente Benvenga per squalifica, in dubbio anche Gregoric
La Fidelis torna a vincere e rimane nella scia dei play-off: Fasano battuto 2-1 La Fidelis torna a vincere e rimane nella scia dei play-off: Fasano battuto 2-1 Doppio vantaggio biancazzurro firmato Cristaldi e Bozic, la riapre Gori per il Fasano
Fidelis, contro il Fasano come una finale. Mister Potenza: «Vincere per non perdere il treno» Fidelis, contro il Fasano come una finale. Mister Potenza: «Vincere per non perdere il treno» Al "Degli Ulivi" giornata biancazzurra con abbonamenti non validi e prezzi ribassati per l'occasione
La Fidelis rimanda ancora l'appuntamento con la vittoria: solo 1-1 a Gragnano La Fidelis rimanda ancora l'appuntamento con la vittoria: solo 1-1 a Gragnano Sorriso risponde al vantaggio di Paparusso
La Fidelis attesa dal Gragnano: i play-off sono ancora lì, ora fuori i tre punti La Fidelis attesa dal Gragnano: i play-off sono ancora lì, ora fuori i tre punti Mister Potenza in conferenza stampa: «Per noi la trasferta più difficile da qui al termine della stagione»
Un anno senza Marco Nesta: il mondo Fidelis ricorda il giovane tifoso in una celebrazione eucaristica Un anno senza Marco Nesta: il mondo Fidelis ricorda il giovane tifoso in una celebrazione eucaristica S. Messa celebrata ieri presso la chiesa Cuore Immacolato di Maria
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.