GRECIA Through Our Eyes
GRECIA Through Our Eyes
Attualità

“Through Our Eyes": ad Andria la mostra fotografica a sostegno dell'organizzazione no profit Still I Rise

Tutte le fotografie in esposizione sono state realizzate da bambini profughi e vulnerabili per raccontare la loro vita senza filtri esterni

Sbarca per la prima ad Andria la mostra fotografica "Through Our Eyes", i cui scatti sono stati realizzati dai giovanissimi fotografi delle scuole di Still I Rise, organizzazione non profit internazionale che garantisce istruzione e protezione a minori profughi e vulnerabili in diversi Paesi del mondo.

Le foto esposte raccontano, da un punto di vista inedito, il campo profughi dell'isola greca di Samos, i campi per sfollati interni del Nord-Ovest della Siria e la baraccopoli di Mathare a Nairobi. Gli scatti sono stati realizzati con macchine fotografiche usa e getta da bambini e adolescenti tra i 9 e i 17 anni a cui è stata data la possibilità di raccontare la propria vita senza filtri esterni. Un progetto di forte impatto che sarà esposto l'8 e il 9 ottobre ad Andria. Sabato 8 ottobre l'appuntamento è nell'atrio esterno della Biblioteca cittadina dalle ore 16 fino a mezzanotte, in compagnia della musica della band SottoSuono. Domenica 9 ottobre l'esposizione fotografica si sposterà nel Chiostro di San Francesco, sempre dalle ore 16 a mezzanotte. L'accompagnamento musicale sarà questa volta curato dalla chitarra acustica di Vincenzo Abruzzese.

Venerdì 7 ottobre, inoltre, i volontari del Gruppo Territoriale Puglia di Still I Rise incontreranno la cittadinanza presso la Bottega Filomondo (via Bologna, 115) dalle ore 19 alle 21. L'incontro ha l'obiettivo di raccontare la mission e i progetti educativi di Still I Rise nel mondo. La mostra è stata organizzata dal Gruppo Territoriale Puglia di Still I Rise e dal Forum dei Giovani di Andria, in particolare da Beatrice La Torre, consigliera della cultura e dello spettacolo in collaborazione con il Comune di Andria e il supporto dei membri del Forum: Elisabetta Santovito, Antonio Loconte, Pasquale di Bari, Lorenzo Liso, Francesca Valentino, Savino Zagaria, Riccardo Alicino e Giovanna Scamarcio.

IL PROGETTO FOTOGRAFICO
"Through Our Eyes" è un progetto fotografico a lungo termine, partito nel 2019 e tuttora in corso, che ha coinvolto 156 minori dai 9 ai 17 anni. I giovanissimi fotografi sono tutti studenti e studentesse delle scuole di emergenza e delle scuole internazionali di Still I Rise. Il progetto ha finora toccato Samos, dove sorge uno degli hotspot delle isole greche, i campi per sfollati interni di Ad-Dana nel nord-ovest della Siria e lo slum di Mathare a Nairobi, in cui vivono circa 500 mila persone in condizioni di estrema povertà. A tutti i 156 minori è stata data la possibilità di seguire un corso di fotografia condotto da Nicoletta Novara, ideatrice del progetto, nella scuola "Mazí" (Samos) e presso la "Still I Rise International School" (Nairobi), e dal fotografo siriano Mahmoud Faisal nella scuola "Ma'an" (Nord-Ovest della Siria). Al termine del corso è stata consegnata loro una macchina fotografica usa e getta con cui gli studenti hanno potuto raccontare la difficile condizione vissuta in prima persona.

L'obiettivo principale del progetto e il filo rosso che unisce questi luoghi del mondo, così diversi e lontani fra loro, è proprio quello di dare la possibilità a dei bambini di esprimersi tramite un linguaggio universale come la fotografia. "Through Our Eyes" parla di migrazione, guerra e povertà come mai prima. Lo fa attraverso uno sguardo interno in cui il punto di vista del fotografo e i suoi sentimenti sono necessari per comprendere quello che sta accadendo. Con "Through Our Eyes" viene finalmente meno quella narrazione stereotipata e semplicistica che spesso crea ignoranza e paura. Si parla spesso di "crisi umanitarie", eppure per descriverle si utilizzano numeri, fatti e report. Sono crisi umanitarie perché al centro, ovvero quelli che ne pagano le conseguenze, ci sono persone. Un passo, uno dei tanti, per cercare di capire anche quello che fa paura o tutte quelle situazioni che si ritengono lontane dalla propria realtà, è quello di guardare attraverso gli occhi di chi si trova a vivere situazioni estreme e profondamente ingiuste e cerca comunque di guadagnarsi il proprio domani un passo alla volta. Il progetto fotografico è diventato una mostra che, a oggi, ha raggiunto ben 96 città tra Europa e Stati Uniti d'America.

Il primo capitolo di "Through Our Eyes", quello relativo a Samos con le fotografie scattate da minori residenti nel campo profughi dell'isola, è diventato il libro "Attraverso i nostri occhi", edito da Bur e uscito in tutte le librerie d'Italia il 3 novembre 2020. Il volume si apre con una favola scritta da Nicolò Govoni, Presidente e Direttore esecutivo di Still I Rise, e prosegue con una selezione degli scatti della mostra. Ogni fotografia è accompagnata da una nota scritta dagli stessi minori che ricordano il periodo passato sull'isola e raccontano dei propri sogni e speranze per il futuro. Still I Rise è un'organizzazione internazionale indipendente nata per assicurare istruzione e protezione a minori profughi e vulnerabili. Still I Rise apre scuole di emergenza e scuole internazionali per garantire un'educazione di alta qualità a bambini dimenticati da tutti. L'organizzazione opera attualmente in Europa, Medio-Oriente e continente Africano.
KENYA Through Our EyesGRECIA Through Our EyesNORD OVEST SIRIA Through Our Eyes JPG
  • Chiostro di San Francesco
  • biblioteca comunale andria
  • forum città di giovani
  • Filomondo
Altri contenuti a tema
"SHOAH, il coro della Memoria": Per non dimenticare, come vento e atto di Pace "SHOAH, il coro della Memoria": Per non dimenticare, come vento e atto di Pace Il calendario delle iniziative per il Giorno della Memoria che prenderanno avvio oggi 26 gennaio per concludersi lunedì 29
Pediatri andriesi e tifosi Curva Nord donano 200 libri alla biblioteca comunale Pediatri andriesi e tifosi Curva Nord donano 200 libri alla biblioteca comunale Grande successo per l'iniziativa "La Befana vien coi libri"
Presentazione libro “Vite controvento” alla biblioteca "Giuseppe Ceci" di Andria Presentazione libro “Vite controvento” alla biblioteca "Giuseppe Ceci" di Andria Lunedì 11 dicembre 2023 alle ore 18,00 il volume editato al Concorso letterario internazionale "Elca Ruzzier. Una Donna da non dimenticare"
Rischio chiusura della bottega “Filomondo” ad Andria Rischio chiusura della bottega “Filomondo” ad Andria Presente nella realtà cittadina dal 2000. Come fare per sostenerla
“Deserti” nelle città: il Food Policy Hub di Andria è l’oasi da cui ripartire non numerose iniziative “Deserti” nelle città: il Food Policy Hub di Andria è l’oasi da cui ripartire non numerose iniziative Da settembre il cartellone del laboratorio cittadino delle buone politiche del cibo
Crisi climatica e nuove sensibilità: ecco perchè ci serve l’Andria Food Policy Hub Crisi climatica e nuove sensibilità: ecco perchè ci serve l’Andria Food Policy Hub Presentate le startup di innovazione sociale che animeranno il laboratorio delle buone politiche del cibo al Chiostro San Francesco
3^ edizione del Premio giornalistico "I Fatti, le Idee, le Opinioni – Michele Palumbo" 3^ edizione del Premio giornalistico "I Fatti, le Idee, le Opinioni – Michele Palumbo" Il 28 giugno la cerimonia di premiazione presso la Biblioteca comunale di Andria
Biblioteca comunale: al via “Astro.Lab.Io” Biblioteca comunale: al via “Astro.Lab.Io” Progetto “Punti cardinali: punti di orientamento per la formazione e il lavoro”
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.