Svincoli al buio del tratto di Andria della ex sp 231
Svincoli al buio del tratto di Andria della ex sp 231
Vita di città

Svincoli al buio nel tratto di Andria della ex sp 231: timori per la viabilità stradale

Una situazione che perdura ormai da molto tempo, purtroppo in alcuni casi da anni

Nei mesi scorsi, il dibattito cittadino si è incentrato su alcuni importanti temi che saranno al centro delle vicende elettorali che interesseranno non solo l'ambito comunale ma anche quello regionale. Ebbene, diffusamente si è parlato della c.d. "Tangenziale ovest" di Andria ovvero del possibile nuovo anello viario, che scavalcando quello attuale che collega le uscite da via Corato a via Canosa, della ex sp 231, attraversa tutto il territorio comunale.

Stiamo parlando di una strada di collegamento viario di ambito provinciale.
Ebbene si è da più parti sostenuto che piuttosto che considerare una nuova opera viaria, impattante sul territorio sia invece possibile realizzare un allargamento e messa in sicurezza del tratto oggi esistente, anche ad un costo inferiore rispetto alla nuova bretella. Non solo il tappetino d'asfalto è in vari punti particolarmente rovinato ma dal punto di vista della pubblica illuminazione, siamo messi ancora peggio.

Praticamente tutti gli svincoli presenti nel territorio di Andria, che sono ben sette, ovvero uscita strada per la strada tangenziale, uscita via Corato, via Macchie di Rose, via Castel del Monte, uscita contrada Martinelli (ovvero la zona che vedrà sorgere il nuovo ospedale di Andria), via Monte Faraone, via SS. Salvatore ed infine uscita via Canosa sono da tempo praticamente abbandonati a se stessi. Ad esempio, tutti quelli dotati di impianto di illuminazione sono oggi tutti spenti: solo per quello di via Canosa, solo un tratto è in funzione.

Questa drammatica situazione ci viene sottoposta da alcuni utilizzatori di questa strada, anche perché nelle zone degli svincoli vi sono numerosi ed importanti insediamenti industriali ed artigianali.

"In questi mesi si è discusso se ampliare il tratto esistente o realizzarne uno nuovo ma nessuno ha rilevato la pressoché mancanza di sicurezza in cui si trova questa strada. Ovvero lo si è detto, ma tralasciando di parlare della insistenza di svincoli illuminati, in quanto per quelli esistenti, come per via Corato, via Castel del Monte, via SS. Salvatore e via Canosa sono tutti non funzionanti, se si esclude, in parte solo quest'ultima uscita, con impianti spenti in alcuni casi anche da anni"

A parlare sono alcuni degli imprenditori che utilizzano questa strada, come anche molti agricoltori che per recarsi nei propri fondi devono percorrerla o attraversarla. "Abbiamo accolto con soddisfazione la positiva conclusione della riapertura del tratto del ponte di contrada Martinelli, ma adesso chiediamo ufficialmente al Presidente Bernardo Lodisposto di impegnarsi, affinchè risolva il problema degli impianti di illuminazione spenti, presenti su questa strada. Ci auguriano che a differenza di quanto NON FATTO dai precedenti presidenti della provincia Bat, e ci riferiamo a Francesco Ventola, a Francesco Spina, Nicola Giorgino e Pasquale De Toma, l'attuale rappresentante legale della Provincia Barletta Andria Trani, dia effettivamente prova di una diversa attenzione verso questa problematica. Il nostro augurio è di rivedere al più presto funzionanti questi svincoli stradali e quindi ridare, sia pure in parte, una maggiore sicurezza a questa importante arteria stradale della nostra provincia".
Svincoli al buio del tratto di Andria della ex sp 231Svincoli al buio del tratto di Andria della ex sp 231Svincoli al buio del tratto di Andria della ex sp 231Svincoli al buio del tratto di Andria della ex sp 231Svincoli al buio del tratto di Andria della ex sp 231Svincoli al buio del tratto di Andria della ex sp 231Svincoli al buio del tratto di Andria della ex sp 231Svincoli al buio del tratto di Andria della ex sp 231Svincoli al buio del tratto di Andria della ex sp 231Svincoli al buio del tratto di Andria della ex sp 231Svincoli al buio del tratto di Andria della ex sp 231
  • Provincia Bat
  • Francesco Ventola
  • Nicola Giorgino
  • provinciale andria canosa
  • strada provinciale andriese coratina
  • francesco spina
  • Bernardo Lodispoto
Altri contenuti a tema
Lodispoto vestito da "mafioso": Emiliano chiarisce la vicenda con Rita dalla Chiesa Lodispoto vestito da "mafioso": Emiliano chiarisce la vicenda con Rita dalla Chiesa "Con Gemmato e Rampetti ci vediamo invece in Tribunale", aggiunge il governatore pugliese
Elezioni comunali, Forza Italia: «Sì ad una amministrazione di “salute pubblica”» Elezioni comunali, Forza Italia: «Sì ad una amministrazione di “salute pubblica”» Gli azzurri provinciali e comunali rispondono all'on. Fucci: «No alla riproposizione di sciagurati “cerchi magici o tragici”»
Rifiuti, Troia (Verdi): "Necessario passaggio da Tassa a Tariffa" Rifiuti, Troia (Verdi): "Necessario passaggio da Tassa a Tariffa" Secondo il componente dell'esecutivo regionale dei Verdi "ancora lontani per avere classe politica lungimirante ed accorta"
Andria nel 2019, i fatti importanti e le notizie più lette Andria nel 2019, i fatti importanti e le notizie più lette L'anno si è aperto con la scomparsa di Terry, poi la fine anticipata dell'amministrazione e la cronaca in estate
Grande confusione in Puglia e ad Andria sotto il cielo del centro destra Grande confusione in Puglia e ad Andria sotto il cielo del centro destra Su Fitto rimangono le riserve della Lega mentre ad Andria non si riesce a trovare un nome per riunire i "fratelli coltelli"
Mons. Mansi celebra alla chiesa delle Sacre Stimmate la Messa natalizia per il personale del "Bonomo" Mons. Mansi celebra alla chiesa delle Sacre Stimmate la Messa natalizia per il personale del "Bonomo" L'iniziativa della Direzione della Asl Bt ha unito nella preghiera i dipendenti in servizio presso le strutture sanitarie cittadine
Sede legale ad Andria della Bat: fu il consiglio provinciale di Bari a deciderlo nel 2009 Sede legale ad Andria della Bat: fu il consiglio provinciale di Bari a deciderlo nel 2009 Lo ricorda Cesareo Troia, all'epoca consigliere e capogruppo provinciale dei Verdi
Trasferimento uffici Bat a Barletta, Mirko Malcangi: "Sgarbo istituzionale senza precedenti" Trasferimento uffici Bat a Barletta, Mirko Malcangi: "Sgarbo istituzionale senza precedenti" L'esponente del gruppo "Partecipa" Andria chiede una pronuncia anche del Commissario Tufariello
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.