disastro ferroviario
disastro ferroviario
Attualità

Strage ferroviaria Andria-Corato: nuova udienza a Trani. No al patteggiamento per il capostazione Piccareta

Dal 2 ottobre si passerà ad ascoltare i testimoni dell'accusa

Nuova udienza presso l'aula bunker del Tribunale di Trani questa mattina, mercoledì 18 settembre, per il processo per la strage sulla linea Andria-Corato del 12 luglio 2016, quando nello scontro tra due convogli di Ferrotramviaria persero la vita 23 passeggeri ed altri 51 rimasero feriti.

Per la seconda volta è stata rigettata la richiesta di patteggiamento del capostazione di Andria, Vito Piccarreta. La condanna richiesta, pari a 4 anni e mezzo di reclusione, è stata ritenuta dalla Procura non congrua. Ricordiamo che a Piccarreta, uno dei 18 imputati di quel disastro ferroviario, sono contestati i reati di disastro ferroviario, omicidio colposo e lesioni gravi colpose.

Come dicevamo, alla sbarra con Piccarreta ci sono 17 persone tra dipendenti, dirigenti e vertici di Ferrotramviaria, un dirigente del Ministero dei Trasporti e due direttori dell'Ustif di Puglia, Basilicata e Calabria (che si occupa delle linee ferroviarie in concessione); e la stessa società, imputata per la responsabilità amministrativa nei reati contestati, a vario titolo, ai suoi dipendenti di disastro ferroviario, omicidio colposo e lesioni gravi colpose, omissione dolosa di cautele, violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro e falso.

Il capostazione di Andria, Vito Piccarreta, ha quindi reso nell' aula bunker una dichiarazione spontanea: "Il mio primo pensiero è rivolto alle vittime e ai loro parenti, a cui penso ogni istante, a cui esprimo vicinanza. Sono accanto a voi e anch'io sono vittima di un'azienda che non ha fatto nulla per impedire quello che è successo". Piccarreta è apparso commosso durante la lettura delle dichiarazioni e lo erano anche molti dei parenti delle vittime presenti in aula, rimasti in silenzio ad ascoltare. "Da circa tre anni sono sospeso dal servizio - ha detto l'ex capostazione - in base al regio decreto".

"Dopo il tragico incidente, l'azienda ha deciso di voltarmi le spalle dal primo momento, si è voluta scrollare qualsiasi tipo di responsabilità puntando il dito contro un uomo che quella mattina stava svolgendo il suo lavoro come ogni giorno da 34 anni", ha detto Piccarreta. "Da parte di Ferrovia Bari Nord ho ricevuto solo disinteresse e abbandono, mai nessuno mi ha chiamato per un supporto", ha aggiunto. "Sono stato assalito dai giornalisti che hanno invaso la privacy della mia famiglia, traumatizzandola fortemente".

I giudici tranesi hanno infine accolto la richiesta di citazione della Regione Puglia, tra i responsabili civili, più volte avanzata dai difensori delle parti civili, parenti delle vittime e feriti. La prossima udienza si terrà il prossimo 2 ottobre. In quell'occasione si inizieranno ad ascoltare i testimoni dell'accusa, entrando a tutti gli effetti nel vivo del processo.
  • incidente ferroviario corato
  • Ferrovia Bari-Nord
  • Incidente ferroviario
  • Ferrotramviaria
  • processo strage ferroviaria
Altri contenuti a tema
Due incidenti in poche ore, uno sulla Andria-Trani l'altro sulla provinciale per Bisceglie Due incidenti in poche ore, uno sulla Andria-Trani l'altro sulla provinciale per Bisceglie Tre i feriti in totale trasportati negli ospedali di Andria e Trani
Nuova udienza disastro ferroviario Andria Corato: nell'ottobre 2014 sfiorata collisione Nuova udienza disastro ferroviario Andria Corato: nell'ottobre 2014 sfiorata collisione Ascoltati nell'aula bunker del carcere di Trani 6 dipendenti della Ferrotramviaria
Scontro treni da Andria e Corato, assoluzione per l'ex dirigente del Ministero Scontro treni da Andria e Corato, assoluzione per l'ex dirigente del Ministero "Per non aver commesso fatto". La Procura aveva chiesto 5 anni
Auto travolta da treno Ferrovie Nord Barese: le precisazioni di Apulia Vigilanza Auto travolta da treno Ferrovie Nord Barese: le precisazioni di Apulia Vigilanza Il comunicato integrale smentisce la ricostruzione di Ferrotramviaria s.p.a.
Tragedia sfiorata, treno contro auto sulla Bari-Barletta Tragedia sfiorata, treno contro auto sulla Bari-Barletta L'auto di un vigilante, nonostante la segnaletica attiva, è passata sotto le sbarre di un passaggio a livello
Ferrotramviaria continua a collezionare disservizi Ferrotramviaria continua a collezionare disservizi Venerdì scorso un'avaria al treno ed il viaggio è diventato una odissea
Mostra “Quello che resta”: omaggio alla famiglia di Enrico Castellano, vittima del disastro ferroviario di Corato Mostra “Quello che resta”: omaggio alla famiglia di Enrico Castellano, vittima del disastro ferroviario di Corato L’artista Alberto Gandolfo ritrae i volti di chi resta in una mostra fotografica a Lecce
Trasporto pubblico, aumentano i prezzi del biglietto Trasporto pubblico, aumentano i prezzi del biglietto A partire dal 1° dicembre le tariffe di Ferrotramviaria sono adeguate alle disposizioni regionali
© 2001-2020 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.