irrigazione in agricoltura
irrigazione in agricoltura
Territorio

Siccità e crisi agricola, la questione arriva alla Camera

Il Movimento 5 Stelle presenta in Commissione Agricoltura a Montecitorio una risoluzione per fronteggiare la scarsità idrica

Precipitazioni paurosamente diminuite da 950 mm l'anno a circa 3/400 mm negli ultimi 40 anni, con effetti preoccupanti per i quantitativi di acqua accumulati negli invasi e una agricoltura che ha registrato cali anche del 50% della produzione. Questo lo scenario delineato in Puglia dalla Coldiretti regionale. Una situazione che può essere fronteggiata migliorando la rete irrigua e il funzionamento del sistema di assicurazioni per gli imprenditori agricoli per prevenire l'emergenza idrica legata alla siccità e alle relative conseguenze negative sui raccolti. Almeno secondo il Movimento 5 Stelle che ha presentato una risoluzione in Commissione Agricoltura alla Camera.

"Ad oggi le anomalie legate al cambiamento climatico, in particolare l'incremento della temperatura e la scarsità di pioggia, hanno provocato danni al comparto che, secondo le prime stime di alcune associazioni di categoria, si attestano intorno al miliardo di euro – dichiara Giuseppe L'Abbate, deputato pugliese capogruppo M5S in Commissione – Un fenomeno ormai noto da tempo che andrebbe riconosciuto e prevenuto, innanzitutto come una crisi ecologica oltre che produttiva, prima di trovarsi a fronteggiare l'ennesima emergenza. Stante l'attuale situazione, chiediamo pertanto che sia promosso il sistema assicurativo agevolato, anche tramite i servizi Ismea e Rete Rurale, per potenziarne la struttura informativa nonché che venga migliorato ulteriormente attraverso una più efficace organizzazione delle procedure, a cominciare dalla redazione da parte del Ministero delle Politiche Agricole del Piano Assicurativo annuale – prosegue L'Abbate (M5S) – con la possibilità per gli agricoltori di presentare la manifestazione di interesse già nel mese di ottobre in modo da poter predisporre le polizze assicurative in tempo per i periodi più critici".

Tra gli interventi proposti per migliorare l'approvvigionamento idrico inseriti nella risoluzione 5 Stelle: velocizzare il completamento delle opere irrigue, pubblicare ed aggiornare costantemente l'avanzamento dei lavori al fine di registrare i progressi compiuti; promuovere ed incentivare l'uso di sistemi irrigui di precisione e della rete Irriframe e ad aggiornare i dati presenti nel Sigrian.
  • agricoltura
Altri contenuti a tema
Più frutta e meno caffè: ecco la dieta salva esami per la maturità 2024 Più frutta e meno caffè: ecco la dieta salva esami per la maturità 2024 Un aiuto per vincere la preoccupazione viene dagli alimenti ricchi di sostanze rilassanti
Ordinanza regionale che vieta il lavoro in condizioni di esposizione prolungata al sole Ordinanza regionale che vieta il lavoro in condizioni di esposizione prolungata al sole Ovvero dalle ore 12.30 alle 16.00 fino al 31 agosto 2024
Oltre 170 ettari di terreno agricolo in vendita nella Bat Oltre 170 ettari di terreno agricolo in vendita nella Bat Sono di proprietà dell' ISMEA e possono essere acquistati dai giovani agricoltori
A rischio desertificazione il 57% del territorio pugliese A rischio desertificazione il 57% del territorio pugliese L'allarme di Coldiretti Puglia, in occasione della giornata dell' ambiente
I pugliesi (e non solo) amano sempre più l'agriturismo: i dati della Bat I pugliesi (e non solo) amano sempre più l'agriturismo: i dati della Bat Sono state 600mila le presenze registrate negli agriturismi pugliesi nel 2022
Michele Fuscello: una vita tra frutta ed ortaggi Michele Fuscello: una vita tra frutta ed ortaggi Il coronamento di un sogno che si avvera, che premia gli sforzi compiuti, specie quando sono sostenuti dalla propria famiglia
Striscia la Notizia ad Andria: Centro Ricerche Bonomo abbandonato da 25 anni Striscia la Notizia ad Andria: Centro Ricerche Bonomo abbandonato da 25 anni Vittorio Brumotti denuncia l'abbandono di un importante centro di sperimentazione
Commercio: oltre sei consumatori su dieci (64%) acquistano direttamente dal contadino Commercio: oltre sei consumatori su dieci (64%) acquistano direttamente dal contadino Per il 73% l’acquisto diretto dal produttore è il più sicuro, in termini di salute e trasparenza, tra le forme di distribuzione alimentare
© 2001-2024 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.