scuola
scuola
Vita di città

Scuola, i dati del primo giorno di rientro in presenza ad Andria

L'assessore Conversano: «Come docente abbiamo registrato tanta voglia dei ragazzi di riprendere le lezioni»

L'Assessore alla P.I., ins. Dora Conversano, informa che la popolazione scolastica ad Andria si è orientata oggi, al primo giorno di rientro in presenza, secondo le seguenti percentuali:
  • Don Bosco Santo-Manzoni: infanzia 66% - primaria 80,5% - secondaria primo anno 77,3%;
  • Scuola Secondaria Vaccina: prima media 40%;
  • IC Imbriani Salvemini: infanzia 53% - primaria 75% - prima media 72%;
  • I Circolo Didattico Oberdan: 61% infanzia - 72% primaria;
  • Scuola secondaria Vittorio Emanuele-Dante: 55,3 % prima media - presenze in entrambi i plessi;
  • I.C. Jannuzzi-Mons. di Donna: scuola d'infanzia 40% - scuola primaria 78% - scuola secondaria di 1°grado 52%;
  • IC Verdi Cafaro: scuola infanzia 73% - scuola primaria 85% - scuola secondaria di 1° grado classi prime 70%;
  • Rosmini: scuola primaria 64% - scuola dell'infanzia 70%;
  • Cotugno: scuola primaria 76% - infanzia 58%.
«Come docente - commenta l'assessore Conversano - abbiamo registrato tanta voglia dei ragazzi di riprendere le lezioni. Ovviamente c'è ancora titubanza da parte delle famiglie soprattutto nelle classi di scuola media proprio a causa di molti contagi a carattere familiare che impediscono la frequenza ai ragazzi in quarantena. Da da questo punto di vista l'ordinanza Emiliano consente di utilizzare la didattica a distanza che la pandemia ha fatto sperimentare una forma di istruzione assolutamente lontana dai canoni abituali e in questo, nonostante le scuole si siano attrezzate, i docenti hanno fatto un lavoro encomiabile ed incredibile, i ragazzi e le famiglie si sono dovute adeguare sopportando un peso non indifferente perchè è chiaro che tutto questo sta comportando un impoverimento della offerta formativa che, si spera, avrà margini di recupero specie in termini sociali e psicologici perchè purtroppo non siamo in grado di valutare quali e quanti criticità questa situazione così protrattasi nel tempo potrà arrecare ai nostri allievi».
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Diversa gestione degli alunni in presenza, l'associazione "Scuola è Vita" scrive a Regione e Ministero Diversa gestione degli alunni in presenza, l'associazione "Scuola è Vita" scrive a Regione e Ministero Il presidente Pietro Lamorte chiede linee guida univoche
Covid, scuole aperte anche d'estate? Il Governo verso il sì Covid, scuole aperte anche d'estate? Il Governo verso il sì Sasso: «Bello e giusto che i ragazzi possano fare attività culturali, sociali e ricreative anche nei mesi estivi»
1 "Didattica a scelta" in Puglia, il Governo sta pensando di impugnare l'ordinanza di Emiliano "Didattica a scelta" in Puglia, il Governo sta pensando di impugnare l'ordinanza di Emiliano Lo ha confermato in serata il presidente del Consiglio, Mario Draghi: «Non abbiamo ancora preso una decisione»
Rientro a scuola, disagi per registro elettronico hackerato Rientro a scuola, disagi per registro elettronico hackerato Disagi informatici ma il sistema sarà presto ripristinato. A comunicarlo è la società Axios, che rifornisce il servizio in Italia nel 40% delle scuole italiane
Scuola, si torna in aula: genitori scelgono tra Dad e presenza Scuola, si torna in aula: genitori scelgono tra Dad e presenza Presidi: "In primarie prevediamo oltre 50% frequenza in presenza"
Movimento "La scuola per la scuola": richiesta di rientro in presenza nelle zone rosse Movimento "La scuola per la scuola": richiesta di rientro in presenza nelle zone rosse "Paghiamo oggi l’inesistenza di politiche a sostegno della famiglia", sottolineano i docenti
Nuova ordinanza sulla scuola di Emiliano, la reazione di Fratelli d'Italia Nuova ordinanza sulla scuola di Emiliano, la reazione di Fratelli d'Italia «Emiliano non solo affida ancora una volta ai genitori la decisione, ma distingue fra quelli che tutelano la salute dei figli e quelli che non la tutelano. Vergognoso!»
Nuova ordinanza sulla Scuola: resta in Puglia la libertà di scelta Nuova ordinanza sulla Scuola: resta in Puglia la libertà di scelta Confermato il decreto del Governo ma si dovrà garantire la didattica digitale integrata agli alunni le cui famiglie richiedano espressamente di adottarla
© 2001-2021 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.