Laura Di Pilato
Laura Di Pilato
Vita di città

Ripartizione soldi delle sanzioni amministrative: la strana voce dei "Momenti progettuali"

La denuncia della consigliera comunale di Fronte Democratico, avv. Laura Di Pilato. Il VIDEO

«Ci risiamo! Il 2 marzo c.m. È stato approvato in giunta un provvedimento riguardante la destinazione dei proventi delle sanzioni amministrative. Hanno stimato, per l'anno 2019, un introito pari a 2,5 milioni di euro. Pertanto hanno redatto una tabella dove vengono esplicitati, voce per voce, come vengono ripartiti i soldi delle sanzioni. In questa tabella, però, vi è una voce strana, non chiara ed è quella che riguarda i "Momenti progettuali"». Lo afferma in un post sulla propria pagina facebook, la consigliera comunale di Fronte Democratico, avv. Laura Di Pilato.

«Una domanda mi sorge spontanea: cosa significa Momenti progettuali? A chi sono destinati? Quella approvata in Giunta è una delibera illegittima, perché ricordo ai nostri amministratori che ogni voce deve essere chiara e non suscettibile di altre valutazioni e/o modifiche.

Inserendo voci non chiare, tutto si può modificare e i 90 mila euro, così, sono suscettibili di varie destinazioni. Sarebbe opportuno dire chiaramente a chi sono destinati, evitando di ritrovarci sorprese poco gradite ... Questa è l'amministrazione dell'effimero e anche le delibere sono effimere se non si dice con chiarezza a chi si vogliono destinare quei 90 mila euro. Sarei curiosa di sapere se i "momenti progettuali" a cui si fa riferimento valgono così tanto perché 90 mila euro sono tanti! E non è possibile approvare una votazione in giunta con parere favorevole se alla base non vi è chiarezza.

Ricordo che le amministrazioni devono avere come priorità la trasparenza. In questa amministrazione non c'è trasparenza ma ci sono i "momenti progettuali" che dicono tutto e non dicono niente o forse vengono capiti solo dai soliti "amici degli amici".

Io esigo trasparenza, lo pretendo per il bene della nostra comunità. La parte politica - e non quella tecnica -, si assuma la responsabilità di dire la verità e di approvare pubblici mettendo in pratica il principio della trasparenza, altrimenti costringono i cittadini onesti come me, a dire la verità nelle opportune sedi!», conclude il suo post il consigliere Laura Di Pilato.

  • laura di pilato
Altri contenuti a tema
Laura Di Pilato: «Prendo le distanze da Giorgino e dalla sua squadra» Laura Di Pilato: «Prendo le distanze da Giorgino e dalla sua squadra» L'ex consigliera di Fronte Democratico «Ultimi anni caratterizzati da arroganza e incapacità amministrativa»
3 Di Pilato (F.Dem.): "Giorgino ha rinegoziato il canone di locazione per la scuola IPSIA di via Barletta" Di Pilato (F.Dem.): "Giorgino ha rinegoziato il canone di locazione per la scuola IPSIA di via Barletta" E' stato portato a 996.000,00 euro rispetto a 1.431.060,00 euro con un risparmio pari a 435.060,00 euro
Laura Di Pilato: «Consiglio provinciale, tutto tace. Il presidente Giorgino è sordo» Laura Di Pilato: «Consiglio provinciale, tutto tace. Il presidente Giorgino è sordo» Intervento della consigliera comunale e provinciale di Fronte Democratico
Consiglio comunale, Laura Di Pilato: "Il Sindaco abbandona in maniera ingiustificata i lavori" Consiglio comunale, Laura Di Pilato: "Il Sindaco abbandona in maniera ingiustificata i lavori" "Ad oggi nessuna parola, nessuna giustificazione. Intanto resta il buco da 70 milioni di euro"
Piscina comunale, Di Pilato: "Proroga illegittima" Piscina comunale, Di Pilato: "Proroga illegittima" La consigliera di Fronte Democratico presenta esposto alla Procura di Trani
Consiglio comunale, Di Pilato: "Dopo l'ultimo deserto nessuna altra convocazione" Consiglio comunale, Di Pilato: "Dopo l'ultimo deserto nessuna altra convocazione" La consigliera di Fronte Democratico parla di "fiction" in aula
Piscina comunale: "Nessuna accordo con Comune e pronti a presentare ricorso al Tar" Piscina comunale: "Nessuna accordo con Comune e pronti a presentare ricorso al Tar" I gestori dell'impianto di via delle Querce, attraverso l'avv. Quinto, smentiscono le affermazioni dell'avv. Laura Di Pilato
Piscina comunale, Laura Di Pilato ribadisce: "I beni comuni vanno rispettati" Piscina comunale, Laura Di Pilato ribadisce: "I beni comuni vanno rispettati" "Al concessionario è stato chiesto di pagare il debito pregresso che ammonta a 435 mila euro?"
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.