Procura della Repubblica
Procura della Repubblica
Cronaca

Resterà in carcere il 29enne autore del pestaggio della fidanzatina

E' stato convalidato l'arresto dal Gip che ha confermato la custodia cautelare in carcere

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trani, dr. Raffaele Morelli, ha convalidato l'arresto effettuato dalla Polizia di Stato del 29enne che qualche sera fa aggredì selvaggiamente la fidanzatina nei pressi dell'ospedale civile "L. Bonomo", violenza ripresa in un video postato sui social. Quindi per l'uomo si conferma la custodia cautelare in carcere.

Come si ricorderà, il 29enne venne arrestato la sera di martedì 5 novembre. Fu infatti individuato dalla Polizia di Stato quale autore della violenta aggressione avvenuta nei confronti della propria ragazza, la 19enne, ripresa da un video postato sui social. Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti, l'aggressione era avvenuta in una strada attigua al nosocomio cittadino, la notte stessa del giorno dell'arresto.

L'attenta e fruttuosa attività svolta coralmente, non come si è creduto fino ad oggi appena il video era stato postato sui social, bensì pochi minuti dal sanguinoso evento, dal personale del locale Commissariato di P.S, diretto dal Primo Dirigente dr. Emanuele Bonato, veniva attivato un pool di poliziotti della squadra volanti, coordinati dal vice Questore Gerardo Di Nunno, che si avvaleva della collaborazione della Polizia Locale. Nel volgere di poche ore venivano identificati e rintracciati sia la vittima che l'autore di questa assurda aggressione.

L' uomo, dopo essere stato condotto presso il locale Commissariato di P.S., su disposizione del sostituto procuratore presso la Procura della Repubblica di Trani, dr. Alessio Marangelli, veniva condotto in carcere a disposizione della magistratura. Trapelava anche il particolare che il 29enne era già noto alle forze dell'ordine. Le accuse su di lui, procedibili d'ufficio sono quindi di minaccia aggravata, violenza privata, lesioni personali, danneggiamento ed atti persecutori nei confronti della povera 19enne.
  • procura della repubblica trani
  • tribunale di trani
Altri contenuti a tema
Violenza sulle donne: il sottosegretario Ferraresi ne discute con magistrati, avvocati e politici Violenza sulle donne: il sottosegretario Ferraresi ne discute con magistrati, avvocati e politici Un convegno cui parteciperanno tra gli altri con la sen. Piarulli, i magistrati De Luce e Di Maio con il prof. Losappio
Siglato protocollo di intesa per inserire gli infermieri nell’albo CTU e periti del Tribunale di Trani Siglato protocollo di intesa per inserire gli infermieri nell’albo CTU e periti del Tribunale di Trani L'OPI BAT si impegna a produrre un vademecum per facilitare l'accesso dei candidati alla procedura
Nuova udienza disastro ferroviario "Bari nord": ascoltati altri due testimoni Nuova udienza disastro ferroviario "Bari nord": ascoltati altri due testimoni Emerse le carenze relative ai corsi di aggiornamento professionale per i ferrovieri in servizio
Violenza in famiglia: arrestato marito orco, primo codice rosso ad Andria Violenza in famiglia: arrestato marito orco, primo codice rosso ad Andria I poliziotti del locale Commissariato di P.S. hanno arrestato l'uomo all'alba
Procuratore di Trani: il Consiglio di Stato dà ragione al giudice Nitti Procuratore di Trani: il Consiglio di Stato dà ragione al giudice Nitti Il giudice amministrativo d'appello sconfessa nuovamente il CSM. Di Maio resta comunque al 2° piano di piazza Duomo
Crollo via Pisani, la Procura di Trani apre un'inchiesta Crollo via Pisani, la Procura di Trani apre un'inchiesta Tre gli indagati. Ipotesi di reato, disastro colposo e lesioni personali
Csm condanna la PM dell'inchiesta sullo scontro dei treni: «Doveva astenersi, conosceva l'avvocato» Csm condanna la PM dell'inchiesta sullo scontro dei treni: «Doveva astenersi, conosceva l'avvocato» Confermata la censura per la dott.ssa Simona Merra
Processo strage dei treni, ascoltate in aula le telefonate della mattina dello scontro Processo strage dei treni, ascoltate in aula le telefonate della mattina dello scontro Ascoltato anche il capostazione di Andria Stefano Benedetto
© 2001-2019 AndriaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
AndriaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.